Opinioni | Quotidiano | Categorie: Politica, Fatti, giornalismo

È legittimo chiedere dimissioni di un sindaco e noi lo facciamo per Variati con fatti. GdV e giornali Athesis titolano il falso contro M5S: "In cella il vice della Raggi". Che non è Marra!

Di Gianfri Bogart Sabato 17 Dicembre 2016 alle 15:35 | 2 commenti

ArticleImage

Ogni giornale è libero di fare una battaglia pro o contro un politico e VicenzaPiu.com la sta portando avanti contro il sindaco di Vicenza, Achille Variati, di cui abbiamo chiesto le dimissioni per i tanti, troppi, non credibili, bugiardi "non sapevo", di cui abbiamo fatto ieri un dettagliato riassunto titolando: «Achille Variati, il sindaco che non sa mai nulla per tempo. Ora saprà dimettersi dopo flop BPVi, caso Bertelle, silenzio di Bortoli...?».  Anche il sindaco ci dà... ragione quando attacca la sua collega di partito, Alessandra Moretti, che avrebbe detto bugie sulla sua assenza per malattia al Consiglio regionale mentre, invece, era in India per una cerimonia nuziale, e la striglia così: «Quando uno ha un incarico pubblico, come Moretti, ha dei doveri in più verso la collettività: verso chi l'ha votato e chi no. Tra questi ce n'è uno che ho sempre cercato di applicare: non dire le bugie...». Peccato che anche Variati di bugie ne abbia dette per cui anche per lui vale il vangelo di Luca (6,41): «Perchè guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?».

Ma una trave cicloplica la troviamo oggi anche sui giornali del gruppo confindustriale nostrano, quelli che fanno capo all'editore Athesis, cioè Brescia Oggi, L'arena di Verona e il "nostro" Il Giornale di Vicenza.

Noi da tempo invitiamo, legittimamente, Achille "quattropoltrone" Variati a dimettersi almeno da sindaco di Vicenza, prima di danneggiarla più di quanto abbia fatto col "non fare" o col "fare male" e, soprattutto, col "non sapere" quello che di male gli succede intorno e motiviamo la richiesta con fatti e nomi in attesa di smentite o di... dimissioni.

I confindustriali Brescia Oggi, L'arena di Verona e il "nostro" Il Giornale di Vicenza disapprovano, anche loro lecitamente, il Movimento 5 Stelle, vogliono mandare a casa, legittimamente, almeno Virginia Raggi, sindaco di Roma, e lo fanno titolando oggi: «Caos, in cella il vice della Raggi». 

Peccato che in carcere c'è Raffaele Marra, uomo di fiducia del sindaco ma dirigente di spicco del personale e non suo vice, che è il pentastellato Daniele Frongia.  

Daniele Frongia è in carcere? No. Daniele Frongia è il vice di Raggi? Sì.

Il Giornale di Vicenza non conosce la differenza tra un vice sindaco e un dirigente per quanto di rango elevato e di fiducia come Antonio Bortoli lo è di Variati (anzi costui lo è di più perchè Bortoli è dg e non "solo" direttore del personale) senza che il foglio locale abbia scritto che «è indagato il vice del sindaco», cioè il buon Jacopo Bulgarini d'Elci?

Oppure Il GdV di oggi scrive bugie che neanche Ario Gervasutti ha mai scritto?

Rispondete voi... in edicola.

Forse il falso "arrestato" Daniele Frongia andrà in tribunale contro il "falso" mediatico, ma se questa è la stampa vicentina, volete che Variati si dimetta per le sue bugie e i fatti avvenuti a sua insaputa, crac BPVi incluso?


Commenti

Inviato Sabato 17 Dicembre 2016 alle 19:29

Bravo Gianni Bogart!
Inviato Sabato 17 Dicembre 2016 alle 19:41

Bravo Gianfri Bogart!
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

oggi alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network