Quotidiano | Categorie: Associazioni, Volontariato

“Esperienze forti”, 110 volontari hanno svolto 3400 al servizio della comunità

Di Redazione VicenzaPiù Lunedi 26 Settembre 2016 alle 15:50 | 0 commenti

ArticleImage

Il Comune di Vicenza comunica che sono stati 110 i ragazzi e 19 gli enti di volontariato di Vicenza che hanno aderito al progetto "Esperienze forti", ideato dal Centro vicentino di solidarietà Ce.E.I.S. in collaborazione con l'ufficio politiche giovanili del Comune di Vicenza. Il progetto, che si è svolto dal 13 giugno al 9 settembre scorso, si è concluso con la consegna in Sala Stucchi degli attestati da parte del consigliere comunale delegato alle politiche giovanili Giacomo Possamai a più di un centinaio di giovani dai 15 ai 23 anni che hanno partecipato ad esperienze di volontariato in alcuni enti della città: Legambiente, Biblioteca Bertoliana, London School, Musica Variabile srl, cooperativa Piccionaia, associazione Theama Teatro, cooperativa Agape, cooperativa La Fraglia, Anfass (Fondazione Poli), Ana Associazione Nazionale Alpini sez. Vicenza, Caritas Vicenza, Assogevi, cooperativa Cosmo, cooperativa Il Mosaico, Circolo O.S.A. Con Noi, Ipab, Ozanam (il Mezzanino), Croce Bianca sezione di Vicenza e Croce Rossa sezione di Vicenza.

La maggioranza degli iscritti, per la quasi totalità studenti (92%), era rappresentata da ragazze tra i 16 e i 18 anni (72%), per lo più residenti a Vicenza (74%).
Le esperienze portate a termine in enti operanti in quattro diversi ambiti (culturale, ambientale, sociale e sociosanitario) sono state 102 su 110 proposte, per un totale di 3400 ore svolte in attività di volontariato.
In dettaglio, per quanto riguarda il tema ambientale, sono stati 4 i giovani volontari accolti da Legambiente a parco Retrone a supporto sia dell'infopoint Legambiente che dell'allestimento logistico di Festambiente.
23 sono stati i ragazzi "impiegati" in enti culturali: 12 alla Biblioteca civica Bertoliana (per il controllo, la ricollocazione, il riordino delle raccolte librarie e documentarie nella sede centrale e in quelle decentrate), 2 alla London School (nell'ambito del City Camp Bortolan in lingua inglese per bambini e ragazzi); 2 alla Società musicale Variabile (per il riordino del materiale archivistico, l'inserimento dell'anagrafica clienti, le attività di banco e la collaborazione nella progettazione della rassegna "Musica musica incontra"), 4 a La Piccionaia (per i centri estivi Summer in wonderland e Alice quanto sogni? oltre all'attività di assistente alla regia durante le prove del nuovo spettacolo per ragazzi) e 3 all'associazione culturale Theama - Teatro spazio Bixio (nei centri teatrali per bambini).
Per quanto riguarda gli enti a carattere sociale, 41 sono stati i ragazzi coinvolti: 3 di loro sono stati destinati a La Fraglia soc. coop. Sociale (centro educativo occupazionale diurno per persone con disabilità), 6 all'Ana, associazione nazionale alpini sezione di Vicenza (per attività legate alla vita associativa e affiancamento del personale di protezione civile); 6 alla Caritas diocesana (per esperienze alla Casa San Martino di contra' Torretti, al ricovero notturno per persone senza fissa dimora, al Lembo del Mantello di Bolzano vicentino, alla casa di accoglienza per persone in percorso penale alternativo al carcere, al Club 16:00 di via Bellini, gruppo di tempo libero per persone con disabilità), 2 all'Assogevi onlus associazione generazioni vicine (collaborazione durante i centri estivi in villa Tacchi); 11 alla Cosmo Scs (per i centri estivi alla "Ludo"); 2 alla cooperativa Il Mosaico (presenza al Bar Caffè del Sole, ai centri estivi in Fattoria e a Fablab di Dueville); 11 al circolo O.S.A. con Noi (per il centro estivo nella parrocchia di S. Andrea).
42 sono i giovani volontari impiegati in enti a carattere socio-sanitario: 13 all'Ipab Vicenza, centro servizi assistenziali per anziani (collaborazione nelle attività all'aperto nelle residenze Salvi, Trento e Monte Crocetta); 5 all'associazione Ozanam Onlus (per un aiuto al centro di ascolto "Il mezzanino", mensa per persone in povertà), 4 alla P.A. Croce Bianca white Cross Vicenza onlus (che hanno partecipato al corso di primo soccorso sanitario e attività legate alla legge regionale 1515 del 29.10.2015); infine, 20 alla Croce Rossa Italiana (che ha offerto l'opportunità di diventare a tutti gli effetti "volontari della croce rossa italiana").


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network