Opinioni | Quotidiano | Categorie: Politica, Interviste

Ellero: solo lunedì sapremo se la Merkel ha fatto concessioni vere a Monti

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) Domenica 8 Luglio 2012 alle 12:26 | 0 commenti

ArticleImage

L'Italia ha battuto la Germania agli europei e Monti l'ha issata nelle considerazioni generali per le pressioni vincenti esercitate su Frau Merkel per il fondo Salva spread. Questi i commenti a caldo della scorsa settimana dopo il doppio exploit "azzurro", ma già subito dopo l'Italia perdeva con la Spagna la finale di Euro 2012 e Olanda e Finlandia, inviati speciali della Germania?, frenavano sul fondo. Con queste premesse perchè dirvi troppo e togliervi il gusto di ascoltare e vedere (clicca qui e per versione iPad qui) l'intervento di Renato Ellero, il nostro ... grillo ante litteram? Parlante e non poco.

Se, infatti, i due piccoli stati, definiti "cagnetti" da alcuni nostri colleghi, per carità nazionali ma forse anche un po' troppo nazionalisti, fornivano l'assist alla Cancelliera per tramutarlo, in occasione dell'Eurogruppo di domani, in realtà o in una semplice esibizione mediatica di mr. Monti, la seconda ipotesi è quella che già il 3 luglio faceva sua Renato Ellero: «Per chi avesse una memoria corta ricordo che il primo ad essere nominato al vertice della Bce fu un olandese e questo proprio per volontà teutonica ...».

Leggi tutti gli articoli su: Renato Ellero, spread, Angela Merlkel
Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

ViPiù Top News
Commenti degli utenti

oggi alle 18:04 da kairos
In Edilizia residenziale pubblica, Isabella Sala: avviso per l'acquisto di alloggi da parte del Comune di Vicenza

oggi alle 14:58 da jobtwodott
In Polizze anti catastrofi, Luca Zaia: sono la soluzione

Lunedi 14 Agosto alle 20:25 da kairos
In Canone tv, stavolta Renzi ci ha preso: nel 2016 emersi oltre 5,6 milioni di "evasori", in Veneto quasi 700 mila con saldo a +38,1%
Gli altri siti del nostro network