Opinioni | Quotidiano | Categorie: Politica

E tacciono... con Achille Variati in testa

Di Italo Francesco Baldo Mercoledi 2 Agosto 2017 alle 08:56 | 0 commenti

ArticleImage

Diverse organizzazioni vicentine, che hanno supportato il sindaco Achille Variati, che si dice di sinistra, per impedire la costruzione della nuova base americana poi costruita proprio con l'approvazione dell' on. Prodi, uomo di sinistra, la supervisione del signor Costa sempre di sinistra e dalla cooperative rosse, si dice, sempre di sinistra, costantemente intervengono contro gli americani presenti nelle basi italiane e particolarmente in quelle vicentine, addirittura in nome di Gesù Cristo, coinvolgendo la sua vita dolorosa in faccende politicanti, dimenticando che. lo disse Lui, quello che è di Cesare sia lasciato a Cesare.

Avete però mai sentito queste stesse organizzazioni intervenire in modo preciso con comunicati, manifestazioni, e nemmeno con preghiere, che non sono più di moda, contro tutti quei politici se-dicenti di sinistra che in diverse parti del mondo perseguitano gli oppositori, impedendo loro perfino di parlare, anzi incarcerando e facendo morire in carcere gli oppositori?

Li avete mai sentiti contro il regime comunista della Cina, dei comunisti guerrafondai della Corea del Nord, del regime vietnamita o di quello cubano? Mai e nemmeno contro quell'erede di Hugo Chàvez in Venezuela che ogni giorno di più in nome della visione comunista e di sinistra perseguita reprime, incarcera gli oppositori? Mai, perchè Nicolàas Maduro è un compagno, quindi uno di loro em se gli si muove qualche timidissima critica, lo si fa sempre nel nome della positività della sua posizione. Meglio, affermano costantemente le organizzazioni vicentine, prendersela con gli americani, i nostri non hanno vere colpe; non le aveva nemmeno il compagno Stalin che con Lenin fu autore di genocidi e stermini di avversari, come fece Pol Pot in Cambogia e la Volante Rossa in Italia. Oggi dismessi gli abiti di un tempo, che però non condannano, si fanno paladini di pace, ma intendendo per pace solo l'affermazione delle loro idee e della loro politica, che a Vicenza è espressa da Variati e dalle sue relazioni con banche, banchieri e capitalisti. Ma, si sa, non sappia mai la mano sinistra quello che lo stesso corpo fa con la destra, che non è quella dell'opposizione un po' troppo silente a Vicenza, ma quella dei capitali che appoggiano proprio Variati stesso e della sua possibile continuità.
Molto deludenti queste organizzazioni che non hanno il coraggio di schierarsi contro tutti coloro che avviliscono la democrazia e la libertà, ma a loro fa comodo così!

Leggi tutti gli articoli su: dal molin, Achille Variati, Venezuela, Nicolas Maduro

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network