Quotidiano | Categorie: Eventi

Dire poesia, da domenica 21 marzo

Di Redazione VicenzaPiù Giovedi 18 Marzo 2010 alle 11:56 | 0 commenti

Comune di Vicenza

Fare poesia: frammenti poetici "serviti" nei caffè del centro storico e inediti stampati al torchio per il pubblico di Dire poesia

 

La parola poetica esce dalle stanze dei luoghi d'arte , dove da domenica si incontreranno i poeti ospiti di Dire poesia e il pubblico vicentino, per spargersi nella città.
È con questo intento che, nei giorni dei reading, alcuni caffè del centro storico di Vicenza si trasformeranno in "teatri della poesia": le bevande in tazza saranno servite ai clienti accompagnate da preziosi bigliettini, sui quali saranno impressi frammenti di poesie inedite degli autori in programma, in modo da aggiungere a un gesto quotidiano un tocco di novità, di eleganza, di "poesia". Si tratta quindi di piccoli cartigli realizzati da l'Officina arte contemporanea di Vicenza, uno studio d'arte e laboratorio di grafica dove sono operativi torchi in grado di realizzare stampe con caratteri mobili, secondo le antiche regole compositive, che vengono però rivisitate in chiave contemporanea.
Sempre da l'Officina usciranno delle plaquettes con un componimento inedito dei poeti ospiti, stampate a tiratura limitata, edite a cura di Giovanni Turria, che saranno donate al pubblico che parteciperà agli incontri.

Dire poesia è una rassegna di letture poetiche ideata, promossa e organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Co­mune di Vicenza e da Intesa Sanpaolo, in collaborazione con L'Officina arte contemporanea.
La data di inizio è domenica 21 marzo, giornata mondiale della poesia, e quella conclusiva il 7 maggio. La manifestazione, articolata in nove appuntamenti, porta in città i migliori nomi della scena poetica contemporanea, sia italiana - quali Edoardo Sanguineti e Patrizia Valduga - che straniera - come il greco Titos Patrikios e il cinese Yang Lian -. La serie di incontri, a ingresso libero, è ospitata in diversi luoghi d'arte di Vicenza: dalle barocche Gallerie di Palazzo Leoni Montanari al palladiano Palazzo Chiericati, da l'Officina arte contemporanea allo Spazio AB23-contenitore per il contemporaneo (chiesa dei SS. Ambrogio e Bellino).

Leggi tutti gli articoli su: Comune di Vicenza, poesia, DirePoesia

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

ieri alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

ieri alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network