Quotidiano | Categorie: Fatti, Politica

Crac banche venete, il sen. Enrico Cappelletti (M5S): "emendamento Santini alla legge di bilancio è una beffa per i risparmiatori, si converga sul nostro"

Di Note ufficiali Lunedi 13 Novembre alle 18:53 | 0 commenti

ArticleImage

Riceviamo dal senatore Enrico Cappelletti del Movimento Cinque Stelle e pubblichiamo questa nota ufficiale: "L'emendamento del sen. Giorgio Santini che istituisce un fondo per le vittime dei crac bancari è una presa in giro per gli oltre 200.000 risparmiatori truffati da BPVI e Veneto Banca. Maggioranza e Governo si confermano sulla linea di sempre, prodiga di regali miliardari per le banche, come testimoniato, ad esempio, dalla concessione dell'Autostrada A4, dalla cessione di BPVI e VB a Banca Intesa e dai 13 miliardi risparmiati dal fondo interbancario di garanzia grazie al decreto sulle banche popolari Venete."

"D'altro canto - continua la nota - le vittime delle truffe e delle stesse decisioni della politica sono lasciate al loro destino. I danni subiti dai piccoli azionisti superano i 10 miliardi e a questi cittadini, è bene ricordarlo, Governo e maggioranza hanno negato qualsiasi ipotesi di risarcimento, perché hanno "protetto" Banca Intesa da qualsiasi esborso in tal senso. Santini ora mette sul piatto 150 milioni di euro in tre anni, vale a dire l'1,5% del danno subito dai risparmiatori e poco più dell'1% di quanto risparmiato dal fondo interbancario di garanzia."

"È vero - prosegue l'esponente pentastellato - che questo misero importo potrà essere integrato dal Governo, ma per quale valore nessuno lo sa. Questa clausola ricorda la promessa di una scarpa sinistra prima delle elezioni, prendere o lasciare. Peraltro è del tutto inutile, potendo già il Governo intervenire in virtù della legge 266/2005 c.343 e c.345."

"Ci permettiamo - denuncia il senatore - di segnalare, al contrario, il nostro emendamento alla legge di bilancio, che sarebbe in grado di rispondere degnamente alle sacrosante richieste di attenzione che provengono dai risparmiatori truffati e dalle loro associazioni. L'emendamento prevede la costituzione di un fondo di 4 miliardi per i risparmiatori truffati, le cui coperture dovranno essere appannaggio del sistema bancario facendo leva sulla deducibilità quasi integrale che è concessa, oggi, sui loro interessi
passivi. Chiediamo "un sostegno esteso" al nostro emendamento in particolare ai colleghi di
maggioranza. Per questa classe politica è l'ultima possibilità di rimediare ai danni enormi fatti al
nostro Paese ed ai cittadini del Veneto in particolare
."


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

oggi alle 11:49 da ANNUSCA
In Fondo per soci vittime di BPVi e Veneto Banca, il testo dell'emendamento proposto da Giorgio Santini con Laura Puppato ed altri e il commento positivo della senatrice trevigiana

oggi alle 08:00 da Kaiser
In L'ANAS firma progetto esecutivo bretella dell'Albera, i commenti positivi di Giovanni Rolando e Stefano Fracasso. Ma il Comitato Albera "No TIR Sì Bretella per la Vita" continua la sua mobilitazione

Martedi 21 Novembre alle 10:27 da Luciano Parolin (Luciano)
In "Campo Marzio o Campo Marzo", giovedì 23 novembre la presentazione della ricerca di Luciano Parolin a palazzo Trissino a Vicenza

Martedi 21 Novembre alle 07:41 da Kaiser
In "Campo Marzio o Campo Marzo", giovedì 23 novembre la presentazione della ricerca di Luciano Parolin a palazzo Trissino a Vicenza
Gli altri siti del nostro network