Quotidiano | Categorie: Politica

Conte, Fli: Galan, bene le sue dichiarazioni su Governo, Pdl e Lega ma non su Berlusconi

Di Redazione VicenzaPiù | Domenica 11 Dicembre 2011 alle 15:52 | 0 commenti

ArticleImage

On. Giorgio Conte, Fli  -  "Sono molte di più le cose che mi uniscono al pensiero di Galan, letto oggi sul GdV, rispetto a quelle che mi dividono. Mi unisce il giudizio sul governo, sul PDL e soprattutto sul rapporto con la Lega volgare e populista che non potrà mai essere autentica forza di governo. Ci divide invece il giudizio su Berlusconi al quale, si evince, Galan è legato più da un sentimento di riconoscenza che da un rapporto politico, oramai logoro.

Perché è stato indubbiamente Berlusconi l'artefice della progressiva radicalizzazione delle posizioni del PDL portandole lontanissime da quelle laiche e moderate che ne caratterizzavano la sua fondazione.
Perché ha voluto Berlusconi l'allontanamento di Fini quando tutti percepivano che il co-fondatore poneva questioni serie e ampiamente condivise, come ora emerge in tutta evidenza, anche da larghi settori del PDL e dallo stesso Galan.
Se l'ex ministro sarà l'anima di un nuovo progetto, coerente con l'indirizzo del PPE, non potremmo non prestargli la dovuta attenzione con il rispetto che si deve a chi ammette, pur tardivamente, che sono stati commessi colossali errori da parte di chi ha avuto una chance di governo con numeri senza precedenti nella storia repubblicana, ma ha preferito comandare piuttosto che governare.
Ma ciò, per essere credibile, dovrà avvenire facendo i conti con il presente e con il recente passato quindi fuori dal PDL e lontano da Berlusconi.".

Lo dichiara l'On. Giorgio Conte, coordinatore regionale FLI del Veneto, in ideale risposta alle dichiarazioni dell'ex ministro Galan, apparse oggi in una lunga intervista su "Il Giornale di Vicenza".

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

1 ora e 25 minuti fa da angelicabruno
In La manipolazione informativa ovvero la disinformazione di massa

oggi alle 14:13 da Luciano Parolin (Luciano)
In La famiglia non è solo quella naturale: sit-in il 23 del Coordinamento Studentesco di Vicenza
Ci sono molte cose e fatti che, i ragazzi non possono comprendere o che capiscono per sentito dire. Uno di questi fatti della Società è la FAMIGLIA che, nella nostra Costituzione è descritta all'art.29 e seguenti come Naturale cioè secondo natura. Gli uomini e donne, nascono da un padre e una madre, da sempre, da Adamo ed Eva. Il resto sono storielle per i gonzi, vendite commerciali di uteri e bambini, inseminazioni ad alta tecnologia, e via discorrendo. Per quanto riguarda i partiti in continua campagna elettorale, non avendo altro da dire, non essendo in grado di progettare nulla per il futuro dei giovani, sbattono le pentole in TV chiamando "diritti"........il Possesso di un figlio: Da non credere! Chiamare "figli" i bambini COMPRATI dal baronetto Elton Iohn è Blasfemo, inconcepibile, fuori da qualsiasi logica democratica. Chi applaude a questo tipo di ...unioni, non ha capito niente di cosa è una Famiglia. Purtroppo sono molti che non hanno o non vogliono la famiglia, costa fatica, pulire il culo al bimbo in fasce, alzarsi di notte per il biberon, portarlo a scuola, farlo giocare, accudirlo, istruirlo, preparargli un futuro. Poi, a 15 /16 anni il motorino, poi la macchina, poi la discoteca, poi le frequentazioni eccc...Questo è la responsabilità di una Famiglia cioè del padre e della madre! Il resto sono ipocrisie nella peggiore delle propagande elettorali. Quale razzismo e discriminazione nella difesa di un VALORE PRIMARIO per una società in disgregazione come la nostra? Ecco perchè sono d'accordo con l'iniziativa Regionale per la Famiglia. Per Vostra conoscenza, la famiglia è anche: fratelli, sorelle, cognati, cugini NIPOTI, nonni, zii, tutti insiemi costituiscono la SOCIETA' ed il legame che li tiene assieme non è solo affetto e rispetto (sarebbe il meno) ma bensi avere lo stesso sangue. Piaccia o non piaccia, il primo Valore è la consanguineità! Il resto pubblicità per carosello. Luciano 1942.
Gli altri siti del nostro network