Categorie: Danza e ballo

Cinque Canti della MMCompany chiude i Luoghi del Contemporaneo Danza sabato 5 al Ridotto del Comunale

Di Redazione VicenzaPiù Martedi 1 Aprile 2014 alle 18:26 | 0 commenti

ArticleImage

Fondazione Teatro comunale Città di Vicenza  -  Anche la rassegna Luoghi del Contemporaneo-Danza chiude la sua programmazione 2014: sabato 5 aprile alle 20.45 al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza è in programma l'ultimo spettacolo, si tratta dei "Cinque Canti" presentati dalla MM Company, cinque brani elaborati da cinque coreografi di formazione post accademica: Mats Ek, Michele Merola, Karl Alfred Schreiner, Enrico Morelli e Emanuele Soavi. La creazione presenta senza soluzione di continuità alcuni recenti lavori dei creatori, arricchiti dalla prestigiosa acquisizione di un estratto di "Fluke" del grande coreografo svedese Mats Ek. Filo conduttore dell'interessante performance, il tema dell'Amore declinato in tutti i suoi aspetti più introspettivi, interpretato nelle varie sfaccettature, dai danzatori della giovane compagnia italiana.

La rassegna sperimentale di innovazione dedicata all'espressione coreutica, Luoghi del Contemporaneo-Danza, proposta dal Teatro Comunale di Vicenza per il quarto anno consecutivo, è realizzata in collaborazione con Arteven, e sostenuta da Veneto Banca in qualità di sponsor.
"Cinque Canti" sono l'ultima produzione di MM Company, spettacolo presentato in anteprima il 26 gennaio scorso, al Teatro Carani di Sassuolo. In questo lavoro, il pluripremiato coreografo reggiano Michele Merola, direttore artistico della Compagnia, abdica in parte al suo ruolo di autore ritagliandosi il ruolo dell'organizzatore che dà senso al lavoro teatrale suo e degli altri autori, per proporre cinque coreografie firmate da lui e da quattro colleghi, scelti con cura tra le esperienze emergenti della danza contemporanea. Cinque coreografi, un pretesto letterario, l'amore. Questi gli ingredienti dello spettacolo che costituiscono mezzo, occasione e movente per un lavoro che rifiuta ogni facile alibi seduttivo per lasciarsi condurre dal tema amoroso declinato nei suoi aspetti più introspettivi. Tutto sembra accadere in un unico momento evocato da luoghi diversi, metafora di un amore che abbraccia e consuma la vita.
Il tema, l'amore, è trattato da diverse prospettive dagli autori con tempi e modalità differenti ed un'incursione nel passato di prestigio; il primo brano è infatti un estratto da Fluke del grande coreografo svedese Mats Ek, pezzo dal forte coinvolgimento emotivo, dal tratto gestuale personalissimo, sintetico ed espressivo, spesso grottesco, ironico e carico di energia, su musiche del quartetto svedese Fläskkvartetten.
Il programma presenta poi la creazione dello stesso Michele Merola su musiche di J. Cage e W.Basinski, un interessante studio di intrecci e contatti, che regge la tensione di un gioco di seduzione sottile, in cui l'eleganza rallentata di sensualità danzata, vela di grazia l'eros più esplicito e disinvolto.
Più leggero ma ugualmente efficace, il terzo brano, Parafernalia,, di Karl Alfred Schreiner e Emanuele Soavi, il primo attualmente direttore del Balletto dello Staatstheater di Monaco di Baviera, il secondo danzatore e coreografo ferrarese residente a Colonia. Parafernalia mette in scena una contesa lieve tra personaggi bizzarri che ribaltano in maniera inattesa le ovvietà del reale, ironico sguardo su avidità e possesso, su musica di A.Bick e A.Vivaldi, ricomposta da Max Richter.
Compiuto e chiaro, il quarto pezzo, la creazione di Enrico Morelli che rivela la profonda sensibilità musicale e il trasparente rigore gestuale del coreografo. Volti e anime, alternatamente illuminati da una flebile luce, si agganciano all'ultima speranza d'amore tra aridità di cuore e paura del buio. Molto belli i movimenti di gruppo in un travolgente contrappunto di dinamiche e sguardi, sulle musiche di Ars Nova Copenhagen, B.Frost e H.Guldnadottir.
Chiude l'intensità appassionata e dolorosa di Emanuele Soavi in un estratto da OFFillusION su musica
di G.F.Haendel. Ritrosa e scostante, una giovane amante dominerà le tentazioni di una resa amorosa impossibile tra desiderio e repulsione, vicinanza e fuga, odio e amore di corpi danzanti che si cercano, si incontrano, si rifiutano, per percorrere l'aspetto più introspettivo e personale del tema amoroso.
Lo spettacolo "Cinque Canti" è la più recente produzione della MMCompany, spettacolo realizzato con il sostegno di: Associazione Arearea, Associazione Progetto Danza, Pro Music; il disegno luci è di Cristina Spelti che cura anche i video dello spettacolo; i danzatori della MMCompany in scena sono: Paolo Lauri, Fabiana Lonardo, Enrico Morelli, Giovanni Napoli, Tommaso Quartani, Nicola Stasi, Lorenza Vicedomini.
Michele Merola è direttore artistico e coreografo principale di MMCompany, compagnia di danza contemporanea fondata nel 1999. Con la sua Compagnia ha portato in scena, sia in Italia che all'estero, molte coreografie, fra le quali: Mattanza (vincitrice del 17° Concorso Internazionale di Coreografia di Hannover nel 2003), La Capinera (premio miglior coreografia, Serbia 2007), La metà dell'ombra (vincitrice del premio Anita Bucchi, 2010) e Con le labbra dipinte (prima rappresentazione presso il Seul International Dance Festival Sidance, in Core nel 2010). Nel 2003 ha vinto il Premio Positano Leonide Massine per l'Arte della Danza e nel 2011 la MMCompany ha vinto il premio Danza&Danza come migliore compagnia emergente italiana.
Merola ha realizzato coreografie anche per diverse altre compagnie, tra cui: l'Aterballetto, il Teatro S. Carlo di Napoli, il Dominic Walsh Dance Theatre di Houston, il Teatro Massimo di Palermo, il Balletto di Toscana, il Teatro Terazijama di Belgrado.
Dal 2010 Michele Merola è direttore artistico con Enrico Morelli di Agora Coaching Project, corso di perfezionamento professionale per danzatori.
I biglietti per l'ultimo spettacolo dei Luoghi del Contemporaneo-Danza sono in vendita alla biglietteria del Teatro Comunale (viale Mazzini 39, Vicenza - tel. 0444.324442 [email protected]) aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15, sul sito del Teatro Comunale www.tcvi.it, e in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza.
I prezzi dei biglietti sono: 15 euro per il biglietto intero, 10,60 euro per il ridotto over 65 e under 30.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Venerdi 19 Gennaio alle 18:39 da Luciano Parolin (Luciano)
In Mercoledì 24 gennaio su Rai 1 Alberto Angela presenta il patrimonio Unesco di Vicenza
Gli altri siti del nostro network