Quotidiano | Categorie: Fatti

Cicero interviene sulla corsia bus in viale San Lazzaro

Di Note ufficiali Venerdi 17 Febbraio alle 17:19 | 1 commenti

ArticleImage

"Non entro nel merito del numero di sanzioni, anche se la fase di fisiologico assestamento sembra un po' troppo generosa nei confronti delle casse comunali. In viale San Lazzaro è sbagliata la scelta e l'impostazione. Bene le borchie sull'asfalto ma torno a chiedere con forza che la corsia, se proprio necessaria, venga interrotta almeno una trentina di metri prima della rotatoria con viale Crispi, in modo da consentire l'immissione in rotatoria attraverso due corsie ordinarie e, quindi, un più rapido smaltimento dei veicoli diretti verso il centro città. In questo modo i bus potrebbero arrivare in prossimità della rotatoria in modo privilegiato, per poi attraversare l'intersezione con priorità pari a quella degli altri veicoli. Questo afferma Claudio Cicero in una nota.

Avere nuovamente due corsie per i veicoli in attestazione alla rotatoria ridurrebbe gli accodamenti su viale San Lazzaro, oggi molto dannosi per inquinamento e tempi di percorrenza dato che le auto lasciano libera una corsia per un transito dei bus certamente non continuo e con ampi tempi di non utilizzo.
Un piccolissimo intervento di segnaletica orizzontale farebbe risparmiare migliaia di ore/anno e quantità significative di polveri sottili ai cittadini di Vicenza.
"

 

Leggi tutti gli articoli su: Claudio Cicero
Commenti

Inviato Venerdi 17 Febbraio alle 23:21

Interessante proposta
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

ieri alle 17:11 da PaolaFarina
In Sciopero della fame dei detenuti politici palestinesi nelle carceri israeliane: ma Marwan Barghouti mangia?
Ecco le 19 richieste, dei terroristi palestinesi, accolte solo in parte...:
1.Installazione di un telefono pubblico a pagamento ad uso dei prigionieri
2.Miglioramento dei diritti di visita
3.Una visita medica annuale per ogni terrorista detenuto, più frequenti per gli over 50, impianti dentali, permesso di ingresso nelle carceri per i medici personali dei terroristi
4.Annullamento delle sanzioni disciplinari per i terroristi detenuti
5.Televisori in ogni cella con almeno 20 canali
6.Fornire ai terroristi di Gaza gli stessi diritti di visita dei terroristi della West Bank
7.Nessuna limitazione all’ingresso in prigione di libri, giornali settimanali e quotidiani
8.Aumentare la scelta dei prodotti di consumo nello spaccio della prigione. Aumentare il limite massimo della somma che i terroristi detenuti possono detenere
9.Migliorare le condizioni dei terroristi detenuti durante i trasferimenti
10.Miglioramento del trasporto delle terroriste femmine attraverso trasporti dedicati, miglioramento delle condizioni di detenzione
11.Installazione di condizionatori nelle celle, in particolare nella prigione di Gilboa
12.Risolvere il problema del sovraffollamento nelle prigioni contenendo il numero di prigionieri a quattro per cella
13.Permettere ai terroristi detenuti di studiare presso la Open University. Permettere ai terroristi di ottenere anche il diploma di maturità
14.Miglioramento delle condizioni di vita quotidiana permettendo anche il dialogo tra tutti i terroristi detenuti
15.Compensare i detenuti che non ricevono visite con telefonate ai propri famigliari
16.Mettere fine alla politica di isolamento (per i terroristi più pericolosi)
17.Rilascio dei terroristi malati o che versano in particolari condizioni
18.Permettere ai terroristi detenuti di cucinare da soli
19.Mantenere le celle aperte fino alle 22

Domenica 28 Maggio alle 07:56 da kairos
In BPVi e Veneto Banca, Mara Bizzotto: "piano diabolico UE - Governo RenziLoni per salvare MPS e far fallire le 2 banche venete!"
Gli altri siti del nostro network