Quotidiano | Focus da Italia e Mondo | Categorie: Eventi, Musica, Mostre, Arte, Comunicati

Boreale: arte e artigianato a villa Caldogno

Di Redazione VicenzaPiù Giovedi 31 Maggio 2012 alle 10:36 | 0 commenti

ArticleImage

Comune di Caldogno  -  Laboratori artistici, concerti, fotografia, letture ed animazione: tutto questo è "Boreale - esclusiva unicità - vetrina di lavori creativi". La rassegna, presentata da "La Boutique dei talenti" di Marelda Papogi e patrocinata dall'assessorato alla Cultura del Comune di Caldogno, in collaborazione con l'associazione "Faro Culturale", riunisce artisti e amanti della creatività per due interi week end: sabato 2 e 9 giugno e domenica 3 e 10 giugno alle Barchesse di Villa Caldogno.

«L'obiettivo della manifestazione - commenta Luisa Benedini, assessore alla Cultura del Comune di Caldogno - è quello di stimolare la creatività artigiana all'interno di una cornice prestigiosa come Villa Caldogno, che conferma così il suo ruolo di importante contenitore culturale in quello che sarà un suggestivo connubio tra arte, fantasia e tecnica». Ispirandosi al significato che l'espressione "aurora boreale" assume in lingua Sami, ovvero "luce che può essere udita", la manifestazione vuole riprendere la magia dello spettacolo di strisce colorate mosse dal vento che la natura mette in scena nel proprio teatro soprattutto in autunno e all'inizio della primavera. Ad aprire la rassegna sabato 2 giugno alle 10.30, l'introduzione degli organizzatori e l'intervento di Marelda Papogi che presenterà l'iniziativa e tutti gli artisti che esporranno le proprie opere nella sala conferenze degli annessi di Villa Caldogno. Il pomeriggio sarà animato dal laboratorio di psicomotricità "L'ambiente ludico favorisce l'apprendimento motorio dei bambini" tenuto da Monica Spiller e da quello creativo dell'artista Chiara Zucchetti per esplorare le proprietà della ceramica, al di là della sola tecnica che sta dietro agli oggetti realizzati con questo materiale. E sul finale, le note dei violoncelli del "Tetrachordcelloquartet" che si esibiranno alle 20.30. L'intera giornata di domenica 3 giugno sarà dedicata alla festa del Gruppo sociale "Il cerchio della vita" con laboratori no-stop in collaborazione con "La Boutique dei Talenti". Sabato 9 giugno alle 10.30 si inizierà invece con il Club Fotografico di Caldogno che intratterrà gli ospiti illustrando le proprietà delle immagini, capaci di fissare angoli sconosciuti o effetti di luce particolari che permettono di vedere il mondo che ci circonda in modo diverso e più completo. Alle 17.30 spazio a "Scatti di moda": lo stile della collezione sartoriale della stilista Paola Bruttomesso esaltata dal Club Fotografico di Caldogno. E alle 20.30 appuntamento alle barchesse di Villa Caldogno con "scriveREading": letture d'autori calidonensi a cura dell'associazione "Faro Culturale". Gran finale domenica 10 giugno con Augusto Battistini di Caldogno, in arte "El Marangon". Sarà protagonista del laboratorio "legno, arte sonora": un percorso appassionato attraverso l'intaglio ligneo, la scultura e la realizzazione di strumenti a percussione. A concludere la rassegna, alle 17, l'animazione di Radio Caldogno "On Air" con interviste di Giovanni Ranoldi. Durante tutto l'evento sarà possibile degustare il caffè della Torrefazione Artigianale Francioso. Espongono gli artisti: Alberto Lanzaretti, Alice Guerra, Antonietta Meneghini, Chiara Zucchetti, Daniela Paolucci, Elisabetta Portinari, Augusto Battistini, Maria Giacomello, Paola Bruttomesso, Paolo Bortoli, Romina Corato, Sergio Casarotto.
Orari di apertura al pubblico: sabato 2 e 9 giugno dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22; domenica 3 giugno dalle 9 alle 19; domenica 10 giugno dalle 10 alle 22.
Per maggiori informazioni è possibile contattare l'ufficio Cultura del Comune di Caldogno allo 0444.901529 o consultare il sito internet www.comune.caldogno.vi.it. In alternativa, rivolgersi a Marelda Papogi al 335.5326435 o via e-mail all'indirizzo mareldapapogi@gmail.com.

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

oggi alle 16:37 da Giordano
In Ferrarin: Variati continua a sprecare i soldi dei cittadini, oltre a Franzina c'è Secco...
Cosa propone il Movimento 5 Stelle per la città? Tagli drastici alla casta a partire dai portaborse (Maurizio Franzina Comune Vicenza), dai trombati alle elezioni (Dino Secco Provincia di Vicenza), dagli amici degli amici (Matteo Quero AMCPS) pagati dai cittadini. Stop alla super dirigenza (Antonio Bortoli direttore generale indagato dalla Magistratura), spazio alla meritocrazia e alla selezione dei migliori nella direzione del Comune di VIcenza e delle aziende partecipate. Variati invece mantiene tutti, anche se inutili, purchè siano sotto il suo controllo, aumentando pure l'irpef ai cittadini e quindi mettendo mano direttamente nel loro portafogli. Non va bene nulla a Vicenza: strade impraticabili, poca sicurezza e poca tutela dei cittadini, aziende partecipate mal gestite che diventano palle al piede per le finanze e per il costo dei servizi che erogano, appalti di servizi al massimo ribasso con effetti devastanti per la qualità della vita dei vicentini (vedi Gestione Mercato ortofrutticolo, vigilanza strutture comunali e del nuovo tribunale, appalto pulizie degli edifici comunali, gestione del verde pubblico), viabilità e trasporto pubblico da terzo mondo.
Il Movimento 5 Stelle in Comune di Vicenza è forza minoritaria ma è oramai l'unica voce contro una malagestione che vede un sindaco/presidente della Provincia del partito democratico attorniarsi di personaggi discutibili che militano o hanno militato in Forza Italia.
Lei Parolin è d'accordo con questo modo di fare politica? Evidentemente si, adesso. A noi piacerebbe un sindaco del Movimento 5 Stelle, siamo certi che la città e i vicentini ne guadagnerebbero. Si goda la sua pensione Parolin, per molti di noi è un privilegio pure quella, il malaffare e la mala politica hanno tolto la speranza di una pensione dignitosa alle future generazioni. Chieda al suo Sindaco quante pensioni percepisce a fine mese, grazie al "duro" lavoro in Banca e ai mandati di consigliere regionale e a quanto ammonta il suo reddito mensile netto. Forse ci sarebbe da vergognarsi un po' a dichiararlo pubblicamente rispetto all'enorme fetta di popolazione che ha mille difficoltà.

http://www.vicenzapiu.com/leggi/giunta-chi-va-e-chi-viene-la-sua-lettura-da-parte-di-luciano-parolin#articlecontent

http://www.vicenzapiu.com/leggi/periferie-cittadine-parolin-variati-le-ha-trascurate-e-la-qualita-della-vita-peggiora

http://www.vicenzapiu.com/leggi/parolin-per-dal-lago-per-i-quartieri-solo-promesse-elettorali-di-variati

http://www.vicenzapiu.com/leggi/tensioni-in-lega-salta-il-summit-dei-debuttanti-della-lista-dal-lago
Gli altri siti del nostro network