Opinioni | Quotidiano | Categorie: Politica, Storia

Il 2 agosto del 1980 bomba stazione Bologna, 85 morti: oggi governo non c'era, i bambini sì!

Di Redazione VicenzaPiù Martedi 2 Agosto 2011 alle 19:46 | 0 commenti

ArticleImage

Giorgio Langella, PdCI, FdS - Il 2 agosto del 1980 fa una bomba scoppiava alla stazione di Bologna. Ottantacinque morti. Il 2 agosto 2011 nessun membro del governo ha partecipato alla manifestazione in ricordo di quella strage fascista. Solo il prefetto a rappresentare il governo. Un governo ignobile guidato da Silvio Berlusconi, un ex piduista interessato solamente a salvare se stesso dai processi. Oggi dal palco della manifestazione di Bologna i bambini hanno letto una poesia inedita del poeta Roberto Roversi dal titolo "Mai più! Mai più! Mai più!".

I treni partivano
i treni arrivavano
"al mare" dicevano i treni
"alla montagna" dicevano i treni.
I treni ridevano
cantavano
erano felici i treni.
(Mai più! Mai più! Mai più!)

Il cielo era con nuvole azzurre
all'improvviso
il cielo è diventato nero
il cielo è diventato fuoco
il treno non è più partito
il treno non è più arrivato
il treno si è fermato (è in ginocchio per terra).
(Mai più! Mai più! Mai più!)

A un tratto il cielo
il cielo è diventato di fuoco
i bambini piangevano
le mamme gridavano
stesi per terra in silenzio
uomini donne bambine
mentre il sangue cadeva dal cielo.
(Mai più! Mai più! Mai più!)

Le nubi non erano più bianche
erano rosse di sangue
erano nere di fumo.
Poi il tempo è passato
i morti sono ancora con noi
con noi in partenza col treno
al mare in montagna.
(Mai più! Mai più! Mai più!)

Ascolto
ascolto
ascolto
Quello che vola lassù:
ci porta in vacanza
al mare o in montagna
fra le nuvole bianche
(Mai più! Mai più! Mai più!)

Ascoltate guardate
guardate la grande nave
passare
le onde
le onde calde del mare
nuotare
andiamo al mare.
(Mai più! Mai più! Mai più!)

Ascoltate
ascoltate
guardate
il treno
che arriva a Bologna
noi nella stazione aspettare
allegri per correre al mare.
(Mai più! Mai più! Mai più!)


Penso che sia stata la maniera migliore per mantenere viva la memoria di quel giorno di 31 anni fa. Nonostante l'assenza del governo, nonostante i piduisti che sono al governo, nonostante il degrado morale e politico nel quale questi hanno sprofondato il paese, i cittadini si ostinano a ricordare con rabbia. E' un buon segno.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Venerdi 19 Gennaio alle 18:39 da Luciano Parolin (Luciano)
In Mercoledì 24 gennaio su Rai 1 Alberto Angela presenta il patrimonio Unesco di Vicenza
Gli altri siti del nostro network