Quotidiano | Categorie: Fatti, Politica

Autonomia, il Consiglio regionale del Veneto ha iniziato oggi 14 novembre l'esame del Progetto di Legge Statale n. 43

Di Comunicati Stampa Martedi 14 Novembre 2017 alle 19:16 | 0 commenti

ArticleImage

Nel corso della giornata odierna, il Consiglio regionale del Veneto ha iniziato l'esame del Progetto di Legge Statale n. 43, di iniziativa della Giunta, da trasmettere al Parlamento nazionale, relativo all'individuazione di percorsi e contenuti per il riconoscimento di ulteriori e specifiche forme di autonomia per la Regione del Veneto, in attuazione dell'articolo 116, terzo comma, della Costituzione. I lavori in aula consiliare sono stati introdotti dal relatore Marino Finozzi (Lega Nord) che ha evidenziato come "si tratti di un iter del tutto nuovo e volto a modificare l'assetto istituzionale del Veneto." 

"Inoltre, mira non solo ad acquisire una maggiore autonomia in una serie di ambiti materiali, con conseguenti positive ricadute sulla nostra realtà, in considerazione del diverso impatto che ognuno dei suddetti ambiti potrebbe avere sul territorio in termini di equo soddisfacimento dei servizi a garanzia dei cittadini veneti, ma pure a coinvolgere i cittadini veneti in tale percorso, rendendoli compartecipi, in nome di una vera democrazia partecipata, al processo di riforma e rinnovamento istituzionale."

E' seguito l'intervento del correlatore Stefano Fracasso (PD) che ha sottolineato come "la proposta della maggioranza sembra finalizzata a farsi dire di no dal Governo, mentre se si vuole veramente portare a casa un risultato concreto, deve essere assolutamente cambiata."

Si è quindi alimentato un dibattito serrato che ha visto i contributi dei consiglieri Pietro Dalla Libera (Veneto Civico), Maurizio Conte (Veneto per l'Autonomia), Manuel Scarabel (M5S), Franco Ferrari (AMP), Massimiliano Barison (FI) e Stefano Valdegamberi (Gruppo Misto) che, con sfumature diverse, hanno sostenuto la bontà dell'iter della proposta legislativa, contestato invece da Andrea Zanoni (PD), Graziano Azzalin (PD), Orietta Salemi (PD), Bruno Pigozzo (PD) Claudio Sinigaglia e Patrizia Bartelle (M5S). Il dibattito ha visto infine l'intervento della capogruppo della Lista Zaia Presidente, Silvia Rizzotto, che ha replicato alle critiche giunte dal Pd.

Al termine della discussione, Marino Finozzi ha convocato la Prima Commissione consiliare domani mattina, alle ore 9.30, per l'esame degli emendamenti presentati, mentre i lavori in aula consiliare riprenderanno alle ore 10.30.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

ieri alle 13:11 da kairos
In Donne in politica: sono una donna ma voterò un uomo

Lunedi 19 Febbraio alle 18:46 da kairos
In Freddo eccezionale nel fine settimana, Achille Variati: "soprattutto gli anziani si organizzino per tempo e limitino al massimo le uscite da casa"

Lunedi 19 Febbraio alle 07:48 da kairos
In Bertoliana, Fabio Mantovani polemico con Variati per disattenzione e altro candidato Rucco per allocazione: Polo Bibliotecario di Vicenza va lasciato dov'è e fatto vivere
Gli altri siti del nostro network