Quotidiano | Categorie: Politica

Autonomia del Veneto: a Roma tavolo tecnico su istruzione e università

Di Note ufficiali Giovedi 7 Dicembre alle 12:49 | 0 commenti

ArticleImage

Si è svolto ieri, al Ministero degli Affari Regionali, a Roma, l'incontro tecnico sui temi dell'istruzione e università, come previsto nell'ambito del negoziato avviato dalla Regione Veneto con il Governo volto a ottenere maggiori forme di autonomia sulla base di quanto sancito dal progetto di legge statale n. 43 approvato dal Consiglio regionale, recante "Iniziativa regionale contenente, ai sensi dell'art.2, comma 2, della legge regionale 19 giugno 2014, nr.15, percorsi e contenuti per il riconoscimento di ulteriori e specifiche forme di autonomia per la Regione Veneto, in attuazione dell'art. 116, terzo comma, della Costituzione".

La Regione del Veneto ha illustrato le richieste di autonomia in materia di istruzione e università, nel contesto normativo della legge regionale di iniziativa statale , specificando per ogni articolo i contenuti e le richieste che intende avanzare.

In particolare è stato posto l'accento su valutazione del sistema educativo, disciplina dei percorsi di alternanza scuola lavoro, disciplina dell'organizzazione e del rapporto di lavoro del personale dirigente, docente, amministrativo, tecnico e ausiliario. Sono state inoltre illustrate le proposte in materia di programmazione dell'offerta formativa integrata tra istruzione e formazione professionale che vede il Veneto tra i territori in cui questa integrazione è maggiormente  avanzata.

Altro tema fondamentale affrontato è stato quello degli organici e della disciplina del rapporto di lavoro del personale scolastico che con la proposta veneta diventerebbe di competenza regionale,  potendo di conseguenza sottoscrivere a Livello territoriale contratti collettivi regionali. 

I rappresentanti della Regione del Veneto hanno ribadito che uno dei problemi maggiormente sentiti sul territorio è il grave sottodimensionamento degli organici, più volte evidenziato.

Sono state, infine, illustrate le proposte relativamente alla ricerca scientifica e tecnologica nel raccordo con il sistema universitario regionale.

L'incontro è stato effettuato congiuntamente con la Regione Lombardia e la Regione Emilia-Romagna.

Per la Regione del Veneto erano presenti, oltre al capo area capitale umano e cultura Santo Romano (nella foto d'archivio con Elena Donazzan, ndr), anche Massimo Marzano e Franco Sensini della direzione formazione e istruzione, Anna Gamba del Legislativo e Antonello Strusi delle Risorse finanziarie.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Sabato 9 Dicembre alle 15:41 da Kaiser
In L'addio "accorato" di Variati e Cavalieri al fondo immobiliare: scelta di saggezza ma anche ammissione di cose non fatte

Sabato 9 Dicembre alle 15:31 da Kaiser
In Front office comune di Vicenza in via Torino, Claudio Cicero: dopo il fondo immobiliare il sindaco Variati rivaluti anche questa ipotesi

Sabato 9 Dicembre alle 10:37 da Kaiser
In Immobili comunali, Maria Teresa Turetta (CUB Vicenza): "Variati ha fatto bene a bloccare la cessione al fondo di Investire, ma la nostra protesta continua"

Venerdi 8 Dicembre alle 07:57 da PaolaFarina
In Sanità veneta, l'on. Daniela Sbrollini: "ennesima brutta figura l'arretramento dal quinto al sesto posto"
Gli altri siti del nostro network