Quotidiano | Categorie: Immigrazione, Fatti

Arzignano, quasi 300 ispezioni di polizia locale sugli alloggi di extracomunitari

Di Comunicati Stampa Mercoledi 8 Marzo 2017 alle 13:53 | 0 commenti

ArticleImage

Particolarmente intensa l'attività di controllo della polizia locale di Arzignano sugli alloggi abitati da cittadini extracomunitari nel 2016. Tali controlli sono effettuati al fine di verificare il rispetto delle comuni regole di civile convivenza e di sicurezza. In totale sono stati effettuati 289 controlli nel corso dell'anno, alcune volte su segnalazione dei cittadini e nella maggior parte su iniziativa della polizia locale arzignanese. Sono state effettuate 136 ispezioni di abitazioni su richiesta di idoneità alloggio. Si tratta di interventi che sono stati effettuati laddove vi sia stata una richiesta di idoneità da parte di un cittadino extracomunitario al fine di ottenere un rinnovo del permesso di soggiorno.

153 ispezioni sono state invece effettuate a seguito della presentazione di una richiesta di ospitalità. Tali controlli avvengono quando un cittadino extracomunitario richiede di poter ospitare altri cittadini nel proprio alloggio. Nel complesso gli agenti di polizia municipale hanno riscontrato 59 irregolarità (circa il 20%). In 55 casi sono state elevate sanzioni per mancato rispetto delle norme che regolano l'ospitalità dei cittadini extracomunitari e per mancato rispetto parametri abitativi idoneità alloggio regolamento polizia urbana. Le ispezioni in questi casi hanno rilevato all'interno dell'alloggio un numero superiore di persone rispetto ai parametri abitativi dello stesso. 4 sanzioni sono state invece elevate per mancato rispetto delle norme relative alla installazione di parabole e altri apparati ricettivi. Ai 289 controlli ispettivi si aggiungono altri 172 controlli della documentazione relativi all'ospitalità che non hanno comportato un sopralluogo.
"Si tratta di un'attività -precisa il sindaco di Arzignano, Giorgio Gentilin- che abbiamo promosso e supportato fin da subito poiché l'irregolarità dell'occupazione di un alloggio è spesso legata alla clandestinità. L'obiettivo -conclude Gentilin- è quello di garantire la maggior sicurezza abitativa a tutti i cittadini soprattutto sotto il profilo sanitario".

Leggi tutti gli articoli su: Giorgio Gentilin

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network