Quotidiano | Categorie: Arte, Fatti, Cultura

Art bonus, l'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Vicenza promuove una campagna informativa

Di Redazione VicenzaPiù Giovedi 22 Dicembre 2016 alle 12:30 | 0 commenti

ArticleImage

Il Comune di Vicenza comunica in una nota, pubblicata di seguito, che anche l'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Vicenza sta promuovendo la campagna informativa sull'art bonus ideato dal Ministero dei Beni Culturali, cui il Comune di Vicenza ha aderito segnalando 28 interventi su monumenti e musei cittadini per i quali si chiede il sostegno di cittadini e imprese. E' già online sul portale il logo del progetto, che rinvia alla scheda urp del Comune di Vicenza che riporta tutte le specifiche dell'iniziativa. L'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Vicenza ha portato all'attenzione dei propri iscritti l'opportunità di aderire all'operazione concorrendo al recupero di un monumento, al restauro di un quadro, alla riqualificazione di un museo, con erogazioni liberali in denaro, a fronte di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta, detraendo per tre anni le imposte fino al 65% di quanto donato.

"Ringrazio l'Ordine per questo sostegno, che da un lato conferma l'attenzione nei confronti della cultura - dichiara il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci - dall'altro indica anche una prospettiva virtuosa di alleanza tra il pubblico e il privato, l'importanza che ci si prenda cura collettivamente - cittadini ma anche aziende di Vicenza - dei monumenti contribuendo alla loro conservazione, valorizzazione e al loro rilancio. Una prospettiva necessaria soprattutto ora che non bastano più le risorse pubbliche, e servono risorse private e aiuto da parte di imprese o cittadini in grado di donare. D'altra parte si può vedere come il lavoro che stiamo facendo attivi forme nuove di economia, migliori il nostro territorio, lo renda più attraente".
"L'iniziativa di sostenere il patrimonio culturale della città è stata subito ben accolta da questo Consiglio - osserva Marco Poggi presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Vicenza - sia perché rientra in un percorso di collaborazione tra i Commercialisti ed il Comune di Vicenza intrapreso nel 2014, sia perché la nostra categoria ha sempre avuto un'attenzione particolare per la città ed il sociale. Le somme erogate sono un'anticipazione di imposte destinate esclusivamente al nostro territorio: le persone fisiche possono versare fino al 25% del proprio reddito, mentre le imprese fino allo 0,75% dei ricavi. Si tratta di ricchezza prodotta dal territorio e restituita al territorio, utilizzata esclusivamente per la valorizzazione delle iniziative locali, come da anni era stato richiesto da parte dei contribuenti veneti".
Gli interventi proposti da Vicenza sono visibili sul portale dell'Art bonus (http://artbonus.gov.it/lista-interventi.html) scegliendo Regione Veneto e Comune di Vicenza e fanno riferimento ai cinque grandi attrattori culturali e turistici della città: palazzo Chiericati (10 progetti per un importo totale di 3.217.100 euro), Basilica palladiana (6 progetti per un importo totale di 1.776.500 euro), Teatro Olimpico (5 progetti per un totale di 292.000 euro), Museo naturalistico archeologico (4 progetti per un totale di 125.000 euro) e Museo del Risorgimento e della Resistenza (3 progetti per un totale di 35 mila euro) per un importo complessivo di 5.445.600 euro.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Sabato 13 Gennaio alle 18:56 da kairos
In Lettura di Parolin e Formisano su Vittorio Emanuele II, Indipendenza Veneta Vicenza Città: irrispettoso ricordare a Vicenza "il re infingardo che sottomise Terre Venete"
A CAMMILLO CAVOUR


nel 1867.

___


O nell’ora del nembo e del periglio
Sempre invocato, che più grande appari
Quanto più gonfi il trepido naviglio
4Battono i mari;

Chiuse son l’Alpi allo stranier: clemente
Rise una volta a’ popoli fortuna:
Tutte al suo desco le città redente
8Italia aduna.

Più non cercar. Delle battaglie il nome
Oh non chiedere a’ tuoi: sovra qual onda,
Sovra qual campo; e se le nostre chiome
12Lauro circonda.

A’ vincenti terribile il vessillo
Parve d’Italia: i giovani guerrieri
Volâr sull’ erta, ma con noi, Cammillo,
16Tu più non eri.

[p. 180 modifica]

Invan crebber le file: invan da’ porti
Più possente navil sciolse il nocchiero;
Non valser tante prue, tante coorti
20Il tuo pensiero.

In picciol nido l’aure interrogando,
Con poco stame a lunga tela assiso,
E l’ovra della mente ardua velando
24Di facil riso,

Gli occhi alzasti; e di fanti e di cavalli
Alla muta parola obbedïenti
Dal Cenisio sull’itale convalli
28Sceser torrenti.

E pria sul lido del remoto Eusino
Fra le pugne agitata e fra le nevi
La morta face del valor latino
32Raccesa avevi.

A’ cupi genî del Tirren custodi
Serti offrivi non visto, e taciturna
La partenza pregavi e fida ai prodi
36L’aura notturna,

Quando dell’Etna alla fremente riva
I Mille veleggiavano; portavi,
Celando sotto il mar la man furtiva,
40Le balde navi.
[p. 181 modifica]


Sparver gli avversi troni; e del tuo spiro
Che percorrea de’ novi abissi il seno,
La possa irresistibile sentiro
44Adria e Tirreno.

Itali fummo. Ed esultavi allato
Del Re più degno in Campidoglio atteso,
Quando cadevi, e dell’Italia il fato
48Parve sospeso.

Ansio cadevi dell’Olimpo al piede,
Indomato Titano. Orfana ancora
Sull’orma tua, cui pari altra non vede,
52Italia plora.

Ode di pugne inauspicate il foro
Risonar tempestoso; ed ella intanto
A’ suoi mali non trova altro ristoro
56Che sdegno e pianto.

Dell’indugio si sdegna e de’ consigli
Con gioco assiduo sul fiorir recisi;
D’altre barriere, che di monti, i figli
60Piange divisi.

O nata a non perir, stirpe fatale!
O risorgente dalle tue ruine
Popolo, che ricigni or l’immortale
64Infula al crine;
[p. 182 modifica]


De’ secoli più grande e de’ tuoi guai,
Se come in altro dì non ti è concesso
Reggere il mondo, mostra almen che sai
68Regger te stesso.
Gli altri siti del nostro network