Quotidiano | Categorie: Politica, Fatti

Alta velocità, Del Rio firma il via libera alla progettazione. Variati: "Stazione in centro e fermata in fiera"

Di Comunicati Stampa Mercoledi 1 Febbraio 2017 alle 17:34 | 2 commenti

ArticleImage

Il passaggio per Vicenza della linea dell'Alta capacità alta velocità ferroviaria si farà alle condizioni indicate dalla città, ovvero con il mantenimento della stazione storica in viale Roma e la fermata in zona fiera e con una serie di opere collaterali tra cui il filobus cittadino. Il via libera a questa soluzione è nell'addendum al protocollo d'intesa che ieri ha finalmente ottenuto la firma del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, oltre a quelle del Comune e della Camera di commercio di Vicenza, della Regione Veneto e della società RFI.

"Sono molto soddisfatto - ha dichiarato il sindaco Achille Variati - per il risultato raggiunto. Ringrazio, in particolare, il governatore Zaia per il ruolo costruttivo giocato dalla Regione a sostegno delle decisioni prese dalla città. Nel protocollo c'è scritto che RFI dovrà redigere entro 7 mesi il progetto preliminare. Conto che si faccia anche prima, in virtù del fatto che anche in questo periodo abbiamo sempre continuato a lavorare con i tecnici".

Nell'annunciare la firma al cosiddetto "addendum" al protocollo siglato il 29 luglio 2014 per l'attraversamento del territorio vicentino sulla base di uno studio di massima prodotto da Comune e Camera di commercio, il sindaco ha ripercorso le ultime tappe della vicenda. Quello studio ipotizzava, com'è noto, la soppressione della stazione storica di viale Roma a favore di una nuova stazione in zona fiera e della ricucitura della città con il colle, grazie all'interramento dei binari. Successivamente, anche a fronte delle molte perplessità emerse in città rispetto all'abbandono della stazione storica, l'amministrazione aveva chiesto a RFI una comparazione tra tre differenti soluzioni progettuali: la dismissione della stazione in viale Roma a favore della zona fiera e di una fermata in zona tribunale, con interramento della linea; il mantenimento di un'unica stazione in viale Roma con linea a raso in affiancamento a quella esistente; il mantenimento della stazione in viale Roma con linea a raso in affiancamento alla linea esistente e fermata in zona fiera. Il 30 giugno del 2016, al termine di incontri pubblici e di una consultazione della cittadinanza, il consiglio comunale si è espresso definitivamente a favore di questa terza ipotesi, integrata da 30 osservazioni. Ora, con la firma dell' "addendum", tale posizione è stata recepita da tutti i soggetti coinvolti nell'opera e costituisce a tutti gli effetti il documento di riferimento per la progettazione preliminare che dovrà essere eseguita da Italferr per conto di RFI entro 7 mesi.
"Si tratterà di una progettazione - ha ricordato il sindaco - che contemplerà anche opere connesse per 250 milioni di euro, dalla nuova viabilità tra la zona fiera e la stazione di viale Roma alla realizzazione del filobus che attraverserà la città da ovest a est, generando un cambiamento radicale nel trasporto pubblico urbano ed extraurbano: un'infrastruttura che mai la città avrebbe potuto realizzare con fondi propri".

Con un'ulteriore novità, anticipata dal sindaco: "Il progetto dell'Alta capacità alta velocità dovrà tenere conto anche delle specifiche raccomandazioni presentate dai consulenti che hanno redatto lo studio sull'impatto sul patrimonio Unesco, e che riguardano in particolare il collegamento del quartiere dei Ferrovieri con la zona di viale Verona e il sovrappasso ciclopedonale all'altezza della chiesa di San Giorgio. Per questo motivo abbiamo già trasferito la relazione HIA a RFI".


Commenti

Inviato Mercoledi 1 Febbraio 2017 alle 20:19

Questo intervento e la bretella sono l'eredità importante del Sindaco.
Inviato Giovedi 2 Febbraio 2017 alle 14:06

Ma questo Kaiser, sa di cosa parla? Annuisce, commenta, scrive contro senza sapere di cosa si parla...!
Cosa si dice nel Comunicato Stampa? Niente di nuovo. La bretella sarà la + grande devastazione del Territorio, (Variati non c'entra). La TAV? Chiedetelo a MONTEZEMOLO, DA QUANDO DIRIGE "LUI" Alitalia è in Fallimento; Dalla Ferrari è stato cacciato...non si vince niente! Vuole le Olimpiadi a Roma, ma non ci sono soldi......solo cemento! Una fermata ai Ferrovieri per la Fiera? Via perché non stanno zitti! Kaiser compreso che elogia le botteghe, senza capire niente! Caro Kaiser, così Vicenza, non Cresce. Spendiamo soldi per niente! Amen.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

oggi alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network