Quotidiano | Categorie: Fatti

Alessandra Moretti: “Parità di genere, urgente una legge quadro"

Di Note ufficiali Venerdi 17 Febbraio alle 17:37 | 4 commenti

ArticleImage

"Promuovere una cultura della parità. Questa carenza strutturale si ripercuote sulla violenza contro le donne. La prima cosa da fare per prevenire è agire sulla formazione: c'è pochissima preparazione e sensibilità sul tema. Occorre fare di più, ripartendo proprio dalle scuole e dai luoghi frequentati da giovani e famiglie" lo dice in una nota la consigliera democratica Alessandra Moretti che oggi ha incontrato a Palazzo Ferro Fini sede del Consiglio regionale a Venezia le rappresentanti dei centri antiviolenza delle sette province venete e quelle delle categorie economiche.

"Quello che emerge dal confronto - ha detto la Moretti - è la necessità di un intervento organico che possa prima di tutto mettere a sistema forze e risorse economiche, per evitare le lungaggini burocratiche e ottimizzare con la massima efficienza possibile l'assistenza. La legge quadro è in tal senso uno strumento operativo per rendere immediatamente operativi i provvedimenti introdotti a livello nazionale ed implementarne i risultati: oggi esistono frizioni tra il piano amministrativo e quello operativo che purtroppo generano lungaggini dannose. Uno dei nemici giurati dei centri antiviolenza - ha sottolineato l'esponente dem - è proprio la burocrazia: un monitoraggio troppo lento e centralizzato ingolfa la preziosa attività degli operatori che devono invece essere messi nelle condizioni di agire in modo veloce e pratico, per non arrivare troppo tardi. Ecco il perché della necessità di un livello intermedio, sappiamo bene che il più delle volte quando una donna si rivolge al centro è già tardi - continua la Moretti - Ma prima ancora di tutto questo occorre la massima attenzione sulla prevenzione: la legge quadro si occuperà molto di promuovere l'educazione di genere nelle scuole perché quello che proviene dagli operatori è un vero e proprio grido d'aiuto. I ragazzi, i nostri figli sono la prima linea, vanno educati alla parità sin da piccoli, solo così si possono prevenire i danni culturali di una società che vede ancora la supremazia di un sesso sull'altro" conclude la Moretti.

 

Leggi tutti gli articoli su: Alessandra Moretti, Palazzo Ferro Fini

Commenti

Inviato Venerdi 17 Febbraio alle 22:59

Forse vivo in una società parallela, ma non vedo tutta questa supremazia di un sesso che porta a danni culturali.Bisognerebbe difendere la posizione, invece.
Inviato Sabato 18 Febbraio alle 07:53

La MORETTI POCHI GIORNI FA HA DETTO LE STESSE COSE, SI RIPETE? TANTO PER FARSI NOTARE.
Inviato Sabato 18 Febbraio alle 13:07

Sono stato un elettore della Moretti. Da Vice Sindaco ha sostenuto alcune delle mie iniziative. Ma in questa nota ufficiale non capisco il fine. Invece di fare chiarezza e SEMPLIFICARE (esiste pure un MInistro) si ingarbugliano le faccende e le teorie. Passando dai Doveri della Scuola, della Famiglia, dei diritti delle Donne, delle quote rosa, delle liste bloccate alla Renzi, della teoria del Gender, con l'aggiunta finale che i figli "vanno educati alla parita'. Cosa vuol dire cara Moretti? Io ho due figli 1 maschi e 1 femmina, ho fatto testamento parti uguali, ma quando sono nati, anche per i Nipoti, ho steso nastri Azzurri per il Maschio, nastri Rosa per la Femmina. Ora ci sarà una legge (?) tanto per ridere che mi farà esporre solo Nastri Neri per il Lutto di Famiglia oppure la bandiera Arcobaleno per le COPPIE (!) gay, lesbiche, trans, e affini. La vogliamo smettere di dire alla Scuola cosa Fare e come educare? Vogliamo sostenere le Famiglie art." 29" della Costituzione ...secondo Natura? O si devono importare dall'Est Moldavia e viciniori le Badanti per sostenere gli ANZIANI soli e abbandonati all' IPAB! Perché gli anziani non li Rottamate come vuole il CAPO...signor Renzi.
Inviato Sabato 18 Febbraio alle 13:08

Sono stato un elettore della Moretti. Da Vice Sindaco ha sostenuto alcune delle mie iniziative. Ma in questa nota ufficiale non capisco il fine. Invece di fare chiarezza e SEMPLIFICARE (esiste pure un MInistro) si ingarbugliano le faccende e le teorie. Passando dai Doveri della Scuola, della Famiglia, dei diritti delle Donne, delle quote rosa, delle liste bloccate alla Renzi, della teoria del Gender, con l'aggiunta finale che i figli "vanno educati alla parita'. Cosa vuol dire cara Moretti? Io ho due figli 1 maschi e 1 femmina, ho fatto testamento parti uguali, ma quando sono nati, anche per i Nipoti, ho steso nastri Azzurri per il Maschio, nastri Rosa per la Femmina. Ora ci sarà una legge (?) tanto per ridere che mi farà esporre solo Nastri Neri per il Lutto di Famiglia oppure la bandiera Arcobaleno per le COPPIE (!) gay, lesbiche, trans, e affini. La vogliamo smettere di dire alla Scuola cosa Fare e come educare? Vogliamo sostenere le Famiglie art." 29" della Costituzione ...secondo Natura? O si devono importare dall'Est Moldavia e viciniori le Badanti per sostenere gli ANZIANI soli e abbandonati all' IPAB! Perché gli anziani non li Rottamate come vuole il CAPO...signor Renzi.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

oggi alle 07:15 da kairos
In L'on. Daniela Sbrollini decide di non candidarsi alle primarie del centro-sinistra per la carica di sindaco di Vicenza

Giovedi 21 Settembre alle 17:38 da Kaiser
In Sanità, l'on. Daniela Sbrollini (PD): "prometto battaglia contro il declassamento del Veneto dei servizi di neuropsichiatria infantile"

Giovedi 21 Settembre alle 17:36 da Kaiser
In Figuraccia per multe a tifosi basket in via Carducci a Vicenza. Tosetto e Ammendola (FI): “parcheggi insufficienti per evento europeo, comune doveva pensarci prima!”
Gli altri siti del nostro network