Quotidiano | Categorie: Interviste, Social

Alberto Angela: "io icona sexy? Se serve alla cultura va bene"

Di Ferdinando Marcolin Giovedi 5 Gennaio 2017 alle 12:15 | 0 commenti

ArticleImage

Definito da molti l'uomo più sexy del web, Alberto Angela tiene incollati sullo schermo del televisore milioni di spettatori italiani grazie ai suoi programmi televisivi di divulgazione scientifica. Il conduttore, figlio del celebre Alberto Angela, in un'intervista su Repubblica racconta la sua vita a contatto con la scienza. "Da piccolo disegnavo dinosauri e uomini preistorici, come tutti i bambini. Abbiamo fatto tanti viaggi in famiglia ma le storie più belle erano quelle di papà, le sue avventure: ascoltarlo era un po' come leggere Salgari. E sono riuscito a trasformare la mia passione in lavoro".

"Mi sono laureato in Scienze naturali a Roma e ho seguito corsi ad Harvard, alla Ucla e alla Columbia. Sono stato in Congo, in Tanzania ero impegnato per una fondazione che collaborava con l'università di Berkley, seguivano gli studi sull'uomo preistorico: sono quelli che avevano scoperto Lucy. Poi ho fatto spedizioni in Oman, Etiopia, Mongolia a cercare scheletri di dinosauri, la mia passione, esperienze emozionanti che ti danno una formazione umana oltre che scientifica". Il mondo della televisione, spiega Alberto, lo ha raggiunto grazie alla Svizzera, "mi chiesero di spiegare gli scavi, il lavoro del ricercatore. Non avrei mai immaginato di fare televisione. Quei servizi funzionavano, sono diventati un programma, Albatros, che fu mandato in onda da Telemontecarlo: ero sbarcato sulla tv italiana. Poi venne il programma il Pianeta dei dinosauri assieme a mio padre e infine Ulisse, il piacere della scoperta". "Più che padre e figlio eravamo colleghi" scherza il conduttore che in merito alla provocazioni sui social del fatto di essere un'icona sexy ha risposto: "mi sono messo a ridere. L'aspetto sexy mi ha sorpreso: se può servire alla cultura va bene, rimanendo nel buongusto e nel buon senso".

Leggi tutti gli articoli su: cultura, Alberto Angela, Ulisse, Salgari, Piero Angela

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Venerdi 19 Gennaio alle 18:39 da Luciano Parolin (Luciano)
In Mercoledì 24 gennaio su Rai 1 Alberto Angela presenta il patrimonio Unesco di Vicenza
Gli altri siti del nostro network