VicenzaPiùComunica | Categorie: Musei

A Pasquetta oltre mille persone al Teatro Olimpico

Di Redazione VicenzaPiù Martedi 10 Aprile 2012 alle 16:23 | 0 commenti

ArticleImage

Comune di Vicenza  -  Il Teatro Olimpico è stato il vero protagonista delle festività pasquali in città.

Chi ha scelto il centro storico di Vicenza come meta per trascorrere le feste ha privilegiato una visita al Teatro Olimpico, una delle opere più note di Andrea Palladio e primo esempio di teatro stabile coperto dell'epoca moderna. Lunedì 9 aprile è stata la giornata che ha registrato l'afflusso più importante.

Ben 1015 visitatori, di cui 115 stranieri, per un totale di 695 biglietti staccati (biglietto unico e family) hanno ammirato il teatro inserito in uno spazio chiuso che vuole simulare l'ambientazione all'aperto dei teatri classici e le scene lignee di grande effetto per il loro illusionismo prospettico, queste ultime opera di Vincenzo Scamozzi. Inoltre hanno avuto l'opportunità di assistere gratuitamente agli spettacoli di suoni e luci in sei repliche. Buone le presenze anche nei due giorni precedenti. Sabato 7 aprile all'Olimpico hanno avuto accesso 547 persone, di cui 263 stranieri per un totale di 394 biglietti staccati, mentre gli spettacoli di suoni e luci che il sabato sono a pagamento (2,50 euro) sono stati visti da 232 persone. Domenica 8 aprile, giorno di Pasqua, 400 persone, di cui 110 stranieri, hanno scelto di visitare l'Olimpico, e di vedere lo spettacolo suoni e luci, pari a 258 biglietti venduti. Anche il Museo naturalistico e archeologico accanto alla chiesa di Santa Corona è rimasto aperto per le feste pasquali (chiusi per lavori invece la Pinacoteca di Palazzo Chiericati e il Museo del Risorgimento e della Resistenza). Tra i visitatori che hanno acquistato il biglietto unico all'Olimpico hanno scelto di visitare il Museo naturalistico e archeologico 72 persone sabato 7 aprile, 83 persone domenica 8 aprile e 291 persone lunedì 9 aprile.

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

12 minuti fa da pachiara9
In Referendum, il Sì ha perso perchè Matteo Renzi si è montato la testa? Lui forse sì, ma a Vicenza Anahid Balian di sicuro pensa di essere già una "superstar"
Ci sarebbe da piangere, ma invece ridiamo di cuore, cara o caro Carolina/o, di fronte a tanta conclamata ignoranza esibita così senza pudore nè vergogna. Bastava andare a fare qualche ricerca minima per sapere che Carolina Invernizio è una delle più note scrittrici italiane di un certo genere letterario. Già questo dice tutto e cassa ogni discorso suo che voglia dire qualcosa di politica: per farla seriamente (la politica) e non come le varie pippicalzelunghe del pd, ma anche di altri partiti, bisognerebbe almeno conoscere un pò d'Italia, della sua cultura e della sua storia. Senza conoscere la propria storia fare politica è un atto criminale. Ciò posto, io volevo solo ironizzare con lievità sul suo intervento censorio, accreditandola di una qualche sapienza letteraria. Così non è, e quindi, come dicevo, studi, lavori, si prodighi e vedrà che non offenderà più quelli come me che amano la verità delle cose. Proprio come dice il signor Pietrobelli: ma Le pare che una sia agressiva perchè dice le cose come stanno? O è più aggressiva Lei che vuol vendere le cose come piace al pensiero unico, senza conoscere passato e presente?
Senza rancore. La prego di non rispondermi più. E' inutile.
Quanto ad admin, una redazione che sa dare "dell'accusatrice con paraocchi" ad una lettrice che argomenta con precisione è messa male.Potrei anche dimostrarlo punto per punto, ma non ne vale la pena. Basti solo dire che scrivere un articolo intero per poi spiegare cosa si è scritto è come preparare un piatto poco appetitoso e poi spiegare ai malcapitati invitati come è fatto.
Anche qui senza rancore, ne aggressività. Tranquillamente, alla veltroni.

oggi alle 17:07 da Kaiser
In Referendum, Germano Raniero: respinto attacco golpista del sì, ora no sociale alle meline

oggi alle 17:01 da Kaiser
In Referendum, l'analisi di “Vicenza per il No": grande scarto tra sì e no nel vicentino
Gli altri siti del nostro network