Caricamento...

"Una pila alla volta", Antonio Dalla Pozza: "i giovani promotori del riciclo". Luca Tepsich: 55 mila euro in palio

Pubblicato alle 17.20, aggiornato con intervista ad Antonio Dalla Pozza e Luca Tepsich alle 18.09. L'assessorato alla sostenibilità e partecipazione del Comune di Vicenza aderisce alla campagna "Una Pila Alla Volta", un progetto didattico promosso dal Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori (CDCNPA) e patrocinato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per sensibilizzare i giovani sulla corretta gestione dei rifiuti delle pile esauste. L'iniziativa è stata presentata questa mattina dall'assessore alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Marco Dalla Pozza, dal segretario generale del Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori (CDCNPA) Luca Tepsich e da Sara de Angelis di Ancitel Energia e Ambiente Spa.

Continua a leggere

Botto audizione Vincenzo Consoli: Carmelo Barbagallo "sbugiardato" su BPVi tra solita Boschi e new entry Berlusconi "garante" per amico Verdini. Orfini: "Antiga testimoni su eventuale bugie capo della Vigilanza"

Bozza in rifinitura. Due audizioni, quella degli ex amministratori delegati di Banca intermobiliare Pietro D'Aguì e soprattutto quella dell'Ad di di Veneto Banca Vincenzo Consoli, ammesse con scetticismo per la loro condizione di indagati, irrompono con forza nello scenario storico dei fatti che a fatica la commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche sta cercando di ricostruire e piazzano potenti mine sulla credibilità di figure in teoria insospettabili. E' il caso del capo della Vigilanza di Bankitalia Carmelo Barbagallo il quale, dopo avere totalmente negato, nella stessa stanza al quarto piano di palazzo San Macuto dinanzi al "parlamentino" inquirente, di avere, mai e poi mai, detto ad alcuno che la banca di "adeguato standing" con cui la Veneto avrebbe dovuto fondersi fosse la Banca Popolare Vicenza di Zonin, oggi è stato seccamente smentito.

Continua a leggere

Fusione Comuni, Maria Rosa Pavanello: "l'ANCI Veneto sostiene il processo perchè mette al centro il cittadino"

ArticleImage L'Anci Veneto ribadisce la propria posizione favorevole sui processi di fusione tra i Comuni in Veneto. Un processo che sta interessando 14 amministrazioni locali per le quali è in corso la procedura di fusione e la cui popolazione si esprimerà con un referendum consultivo nelle giornate del 17 dicembre 2017 e del 21 gennaio 2018. Si tratta di Arsiero, Tonezza del Cimone, Barbarano Vicentino e Mossano in provincia di Vicenza, Belfiore, Caldiero, Roncà e S. Giovanni Ilarione in provincia di Verona, Falcade e Canale d'Agordo nel bellunese, Saletto, S. Margherita d'Adige, Megliadino San Fidenzio e Megliadino San Vitale nel padovano. In tutto sono chiamati alle urne 35.340 elettori in un territorio di 322 kmq. di superficie.

Continua a leggere

Pfas, Domenico Mantoan: "sospensione della plasmaforesi anche se disposta su basi scientifiche ed etiche solidissime"

ArticleImage La plasmaferesi e lo scambio plasmatico, le due tecniche utilizzate dai sanitari del Veneto per abbattere la presenza di sostanze perfluoroalchiliche (Pfas e Pfoa) nella popolazione interessata al grave inquinamento di queste sostanze verificatosi in alcuni Comuni delle province di Vicenza, Verona e Padova, funzionano e, sinora, con un centinaio di casi trattati, senza il verificarsi di effetti collaterali, hanno determinato una discesa media di presenza di inquinanti nel sangue pari al 35% con la Plasmaferesi, e del 68% con lo scambio plasmatico.

Continua a leggere

Pfas, Cristina Guarda (AMP) e Andrea Zanoni (PD): "senza preventiva sperimentazione la Regione non doveva procedere con la plasmaferesi"

ArticleImage "L'annuncio dato dal direttore generale della sanità regionale Domenico Mantoan circa la sospensione della procedura di plasmaferesi sulle persone contaminate da Pfas rappresenta un dietrofront che dimostra tutta la sconsideratezza delle procedure seguite fino a questo momento." Il commento è dei Consiglieri regionali Cristina Guarda (AMP) e Andrea Zanoni (PD). "Da mesi denunciamo il fatto che la Regione ha voluto procedere con la plasmaferesi bypassando ogni limite di buon senso e di sicurezza per la salute dei cittadini e soprattutto dei più giovani."

Continua a leggere

Albergo cittadino comunale, Isabella Sala: "festa di Natale occasione per sentirsi parte di una comunità"

ArticleImage Mercoledì 20 dicembre dalle 20.30 alle 22 presso l'Albergo Cittadino del Comune di Vicenza, in viale San Lazzaro, 73 si terrà una festa di Natale (nella foto l'incontro avvenuto nel 2016) aperta a tutti, per trascorrere un momento lieto insieme alle persone senza dimora accolte nella struttura e per scambiarsi gli auguri. L'iniziativa è organizzata da Cosep, cooperativa sociale che dal 2010 gestisce per conto del Comune le strutture adibite all'accoglienza delle persone che si trovano in situazione di marginalità sociale, in collaborazione con l'assessorato alla comunità e alle famiglie.

Continua a leggere

Trasferita al Museo Naturalistico Archeologico la biglietteria della chiesa di Santa Corona

ArticleImage Da oggi 15 dicembre è attiva la biglietteria nel Museo Naturalistico Archeologico (nella foto), in contra' Santa Corona 4, dove è stata trasferita quella della chiesa di Santa Corona. La biglietteria, istituita dal mese scorso per agevolare i turisti che per visitare la chiesa e il museo erano costretti a recarsi nella sede dell'ufficio IAT in piazza Matteotti, è stata trasferita nel Museo Naturalistico Archeologico, luogo che si rivela più idoneo e che si trova a soli 30 metri di distanza dalla chiesa. Un operatore dello IAT sarà a disposizione per vendere i biglietti di ingresso per il museo (3,50 euro intero, 2,50 euro ridotto) e per la vicina chiesa (3 euro intero, 2 euro ridotto), entrambi in contra' Santa Corona.

Continua a leggere

Aperture festive esercizi commerciali, Roberto Marcato e Manuela Lanzarin: "questione etica e valoriale"

ArticleImage La Regione del Veneto non demorde e ripropone in maniera forte la battaglia per modificare in Italia la disciplina degli orari e delle giornate di apertura degli esercizi commerciali, che finora non ha portato alcun risultato tangibile. Lo ha annunciato l'assessore regionale allo sviluppo economico e al commercio Roberto Marcato che, insieme alla sua collega alle politiche sociali Manuela Lanzarin, ha fatto il punto oggi a Venezia sulla materia e sulle prossime iniziative che saranno portate avanti, in particolare la presentazione di un atto di impegno a porre in essere ogni utile attività all'approvazione della modifica della disciplina normativa degli orari di vendita, da sottoporre per la firma a tutti i candidati veneti alla carica di deputato e di senatore per la prossima legislatura.

Continua a leggere

"Lavorare oggi", Giacomo Possamai: "occasione di formazione per chi vuole avvicinarsi al mondo del lavoro"

ArticleImage Si conclude sabato 16 dicembre la rassegna "Lavorare oggi", un ciclo di quattro conferenze per introdurre il tema del lavoro nella contemporaneità della realtà vicentina proposto dell'ufficio politiche giovanili del Comune di Vicenza in collaborazione con l'associazione Arka di Vicenza. L'ultimo appuntamento, a ingresso libero, si terrà dalle 10.30 alle 12 alle Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, in contra' Santa Corona 25, e avrà come tema "Come attrarre e valorizzare i talenti". Interverranno Stefano Pasqualetto di Inner e Lorenzo Cogo, chef del ristorante stellato El Coq, a cui sarà chiesto di portare la propria esperienza sul valore aggiunto delle imprese rappresentato dai propri talenti.

Continua a leggere

Scomparso Paolo Colla, ex amministratore del gruppo Aim. VicenzaPiù: perso "un uomo"

ArticleImage A causa del classico e tragico male "inguaribile" è mancato stamattina Paolo Colla, nato e residente a Vicenza il 19 dicembre 1956, sposato con un figlio e amministratore unico del gruppo Aim dal 26 agosto 2011 fino all'estate scorsa quando chiese di essere sollevato dall'incarico proprio per problemi di salute. Autentica figura di liberal democratico fu segretario nazionale della gioventù liberale (fu anche consigliere comunale di Vicenza per il PLI nel 198081) e si avvicinò all'attuale Partito democratico quando Fassino aprì, in un congresso nazionale, all'ingresso dell'area liberale che aveva in Valerio Zanoni la sua figura di spicco.

Continua a leggere

Oggi in streaming su VicenzaPiùTv le verità di Vincenzo Consoli, ex ad di Veneto Banca, anche sulle pressioni di Bankitalia pro BPVi. Qui mettiamo ordine ai fatti, Boschi inclusa

Pubblicato alle 11.47, aggiornato con diretta alle 14.30. Verrà sentito dalla Commissione d'inchiesta sulle banche questo pomeriggio dalle 14.30 (in diretta streaming anche qui, su VicenzaPiu.tv e sulle App VicenzaPiùTv) Vincenzo Consoli, l'ex direttore generale e "uomo forte" di Veneto Banca, che su, legittima, richiesta della Procura di Roma ha subito immediate e lunghe restrizioni della libertà personale oltre che sequestri di beni a differenza di qunato (non) deciso dalla Procura di Vicenza per Gianni Zonin, di fatto il suo omologo in Banca Popolare di Vicenza per potere o influenza, al di là delle sue amnesie in Commissione e, sicuramente, in tribunale.

Continua a leggere
<| |>

Speciale ViPiù

ViPiù Top News
Gli altri siti del nostro network
Commenti degli utenti

ieri alle 20:41 da Barbara77
In Gianni Zonin fa così tanta scena muta in commissione d'inchiesta sulle banche che Casini prova a fare il suo ventriloquo

Giovedi 14 Dicembre alle 14:25 da Lucia
In La lettera di una socia di Veneto Banca per accelerare il "ristoro" ai risparmiatori truffati dalle banche venete
Leggendo la lettera di Flavia mi è venuto tornato alla mente l'articolo 47 della Costituzione, nel passaggio dove recita:

"La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme...".

Purtroppo, come molte altre volte succede in questo Bel Paese mal gestito, avviene il contrario.
La vicenda delle banche venete è purtroppo nota e non stanno nemmeno più in piedi gli alibi che vogliono colpevolizzare i soci ("se la sono cercata loro perché sapevano che era rischioso ... volevano fare gli squali e adesso piangono miseria ...") perché è stato dimostrato che non è così; il prezzo delle azioni è stato taroccato ed è una truffa bella e buona che le banche hanno fatto ai loro sottoscrittori.
Raggirati da funzionari bancari senza coscienza pilotati a loro volta dai direttori senza scrupoli, che sapevano benissimo di vendere azioni fuffa ... ma l'importante è vendere e far carriera (no?).
E via col valzer delle scuse del tipo "siamo una banca solida ... non abbiamo problemi etc".
Mentre si tentava di coprire la voragine bancaria con un fazzolettino di carta, Consob e Banca d'Italia si giravano dall'altra parte per non vedere.
Il finale vede trionfare le banche che hanno fatto lo "sforzo" di avere solo la parte sana.
Come se non bastasse, i funzionari "lupi" delle due banche si sono travestiti da "agnelloni" di Intesa San Paolo, e probabilmente continueranno a perdere il pelo ma non il vizio.
Tutto apposto dunque. No?
Direi che alla luce di questo non faccio fatica a credere alla lettrice quando dice "credere nella Giustizia è diventato molto, molto difficile, quasi impossibile". E' e rimane impossibile, cara Flavia.
Molto probabilmente in un altro Paese più civile la cosa avrebbe preso una piega diversa, a favore dei risparmiatori (penso ad es. alle class action, che da noi sono solo di facciata).

Credo purtroppo, cara Flavia, che la lettera inviata ai politici cada nel nulla.
Per il semplice motivo che se qualcuno avesse voluto davvero fare qualcosa PRIMA, l'avrebbe fatto.
Ora è troppo tardi. Ed è persino patetico che i politici si proclamino adesso paladini dei risparmiatori, a babbo morto.

Mi spiace infonderle amarezza Flavia, ma mi dica forse se non ne ho motivo.

Con augurio di poter essere smentito.

Lunedi 11 Dicembre alle 22:37 da Kaiser
In A Vicenza arriva la mostra itinerante "Paolo Rossi - Great Italian Emotions e l'Italia dell'82" dal 16 dicembre

Lunedi 11 Dicembre alle 17:13 da Kaiser
In Migrazione dei clienti ex BPVi e Veneto Banca in Intesa Sanpaolo procede regolarmente per 1,5 milioni di conti correnti. Completata la chiusura di 118 filiali
Meteo regionale
Meteo Veneto