Caricamento...

Indagine sulla "giungla di chi tutela migliaia di soci di BPVi e Veneto Banca": la prima reazione con tanti attacchi e qualche difesa di un legale tramite bpvi@vicenzapiu.com

Il 21 febbraio abbiamo annunciato e iniziato un'indagine sulla «giungla di chi "tutela" migliaia di soci di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca», un'indagine, scrivevamo, su numeri da paura per la quale chiedevamo anche dati e informazioni ai clienti degli avvocati, ai membri delle associazioni dei soci traditi dalle vecchie Banca Popolare di Vicenza e Veneto banca oltre che agli stessi professionisti e ai vertici delle associazioni. Invitavamo a scriverci a bpvi@vicenzapiu.com esperienze e pareri in attesa che arrivassero le risposte alle mail da noi inviate agli studi e alle associazoni che sappiamo operare per tutelare, spesso, ma anche, purtroppo e non pochissime volte, per sfruttare eventuali incompetenze della "povera gente", incompetenze uguali o simili a quelle che avevano indotto quella stessa gente a credere alle chimere di Gianni Zonin, Vincenzo Consoli %& c.

Continua a leggere

Fisascat Cisl Vicenza, Comiati nuovo segretario

ArticleImage È Giovanni Battista Comiati il nuovo segretario generale di Fisascat Cisl Vicenza, eletto oggi dal Consiglio generale della categoria, come si legge in una nota, riunitosi a Schio per il suo decimo congresso provinciale. Una categoria che nel territorio Vicentino conta oggi ben 5mila iscritti, rappresentati da 63 delegati: numeri che ne fanno la seconda federazione di Cisl nel territorio e la prima del comparto terziario a Vicenza. Classe 1976, dal 2014 già componente della segreteria provinciale, Comiati guiderà l'organizzazione per i prossimi quattro anni. Con 30 preferenze su 32 votanti, con la pressoché totale unanimità, succede a Enrico De Peron, segretario dal 2009.

Continua a leggere

Trash girl alla riscossa, Cleopatra e Tina Müller manifestano in favore delle casalinghe

"Vogliamo una pensione per le casalinghe che troppo spesso sono schiave degli uomini". Urlano davanti alla sede del Giornale di Vicenza in via Fermi, Tina Müller e Cleopatra. Le due "trash girls" vicentine, così si definiscono le due procaci signore, hanno messo in piedi un'originale protesta per sensibilizzare l'opinione pubblica locale riguardo lo stato di mancanza di diritti delle donne che lavorano al servizio della famiglia e che spesso finiscono per essere maltrattate dai loro compagni.

Continua a leggere

Convegno scientifico sui Pfas, Guarda: "Passo avanti della Regione"

ArticleImage Oggi si è concluso il convegno scientifico sui Pfas a Venezia, due giorni di workshop in cui ho potuto ascoltare i frutti della ricerca sui composti perfluoroalchilici. L'incontro svoltosi in Regione è un concreto esempio di come la Regione Veneto - dice in una nota Cristina Guarda (AMP) - dopo 4 anni di silenzi e difficoltà di comunicazione con i cittadini, vuole fare la sua parte nel trattare con trasparenza l'inquinamento che preoccupa moltissimi cittadini del Veneto. Nel marzo scorso, a margine del Consiglio Straordinario da me richiesto sul tema, l'Assessore regionale alla Sanità assicurava che non c'era alcun rischio per la salute umana. Meno di un anno dopo il suo Direttore Generale esordisce con un "hanno avvelenato il Veneto".

Continua a leggere

Immigrazione, a Vicenza gli stranieri sono ben integrati

"Lavoro bene qui, non ci sono problemi" dice un venditore ambulante che ogni giovedì vende abbigliamento al mercato settimanale di Vicenza. "L'importante è rispettare la cultura", a parlare così è una ragazza sudamericana. Gli stranieri sembrano ben integrati a Vicenza, città che si piazza al quarto posto in Veneto per presenza di immigrati. Presenza che nell'ultimo anno è diminuita. Anche i vicentini pensano che gli stranieri siano integrati. Certo, non tutti, ma sono per lo più i clandestini che si dedicano ad attività di spaccio e criminalità. Quelli invece che qui hanno un lavoro sono ben visti e accettati. E anche i diretti interessati si dimostrano contenti di come vivono a Vicenza e di come si relazionano con la gente del posto.

Continua a leggere

Ciambetti: “Invito tutti i Veneti ad aderire a M’Illumino di meno"

ArticleImage

"Quando c'è troppa luce si finisce accecati e non si vedono i pericoli: ecco, noi consumiamo troppa luce ed energia, siamo accecati e non vediamo i pericoli che l'inquinamento luminoso e lo spreco energetico determinano per l'ambiente, l'eco-sistema, la nostra salute. Insomma, lo spreco fa male al portafoglio, alla natura e alla salute". Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, rilancia a tutti i veneti - in una nota - l'invito della trasmissione Caterpillar ad aderire "all'iniziativa ‘M'illumino di meno 2017' e almeno per un giorno scoprire che è possibile condividendo con altri le proprie risorse energetiche e combattere assieme e con sacrifici impercettibili lo spreco energetico" ha spiegato Ciambetti al cui nome nel 2010 le autorità internazionali dedicarono l'asteroide 24087 per sottolineare l'impegno profuso dell'attuale presidente del Consiglio regionale nell'aggiornamento e definizione di nuove norme di legge per la lotta all'inquinamento luminoso.

Continua a leggere

Carnevale, tre giorni di festa in centro storico

ArticleImage Acrobati, clown, burattini, maschere, giochi, balli, musica, deliziosi dolci e tanta allegria saranno gli ingredienti che comporranno il Carnevale 2017 nelle vie e nelle piazze del centro storico. Gli assessorati alla crescita e alla partecipazione, insieme alle associazioni e ai commercianti proporranno iniziative nei pomeriggi di sabato 25, domenica 26 e martedì 28 febbraio per salutare il Carnevale offrendo in particolare ai più piccoli tante occasioni di divertimento che immergeranno anche gli adulti in un'atmosfera di festa e allegria. Il programma è stato presentato oggi in sala Stucchi dal vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci e dall'assessore alla partecipazione Annamaria Cordova. Sono presenti anche gli organizzatori dei vari eventi.

Continua a leggere

Il Centro di Servizio per il Volontariato di Vicenza e la formazione del mese di marzo

ArticleImage Dopo un periodo di "rinnovato rodaggio" il Centro di Servizio per il Volontariato di Vicenza sta incrementando le sue attività tra cui quelle, fondamentali, nella formazione, tradizionale oppure On Demand. Il CSV di Vicenza, intanto, grazie all'accordo di collaborazione con l'Associazione P10.m2s di Torino, ha avviato il 16 febbraio un innovativo corso di formazione per collaboratori domestici rivolto a colf, badanti, altre categorie di lavoratori del settore domestico in cerca di occupazione nel lavoro domestico. Il corso, la cui durata è pari a 40 ore di lezione, è incentrato sulle aree dei servizi domestici e dei servizi alla persona negli ambiti socio­ sanitario e socio-pedagogico con cenni anche alla legislazione del settore domestico.

Continua a leggere

Intervento urgente del Consorzio Alta Pianura Veneta a San Martino Buon Albergo

ArticleImage Scongiurato un grave allagamento ieri sera nel centro abitato di San Martino Buon Albergo, grazie al tempestivo intervento del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta. "L'episodio accaduto ieri in tarda serata a San Martino Buon Albergo rappresenta chiaramente l'utilità e la capacità di sorveglianza e tempestiva azione dei Consorzi di bonifica. Al tempo stesso, però, deve far riflettere istituzioni, enti e cittadini sull'esigenza di educare i giovani al rispetto dell'ambiente. Un'educazione che in molti casi è mancata in passato e che oggi non possiamo più rinviare".

Continua a leggere

Gioco d'azzardo, Guarda: "Servono fatti e non parole”

ArticleImage "Nel 2016 gli italiani hanno speso 95 miliardi nel gioco d'azzardo, 3.012 euro ogni secondo. Sono numeri drammatici che interrogano la politica, a ogni livello. Anche la Regione deve passare dalle parole ai fatti, non limitarsi alla propaganda". A sostenerlo è la consigliera della Lista AMP Cristina Guarda che riaccende i riflettori su quella che è una vera e propria piaga.

Continua a leggere

Veneto Banca, collocati con successo 1.350 miliardi di euro dell'obbligazione emessa con garanzia dello Stato

ArticleImage Veneto Banca ha concluso oggi con successo il collocamento presso investitori istituzionali dell'obbligazione emessa con garanzia dello Stato italiano (scadenza 2020) per un importo pari a 1,350 miliardi di euro. Il collocamento, che è stato curato da Banca IMI, Credit Suisse, Deutsche Bank e Natixis ha raccolto notevole interesse sul mercato con richieste che hanno coperto l'ammontare inizialmente offerto (1 miliardo di euro) in meno di un'ora dal lancio dell'operazione. Alla chiusura dell'operazione sono pervenute richieste totali per circa 3,4 miliardi di euro, consentendo sia di ridurre lo spread finale a +53 punti base sopra il rendimento del BTP di analoga durata (in diminuzione rispetto ad una guidance iniziale di 60 punti base) sia di ampliare l'offerta finale ad 1,350 miliardi.

Continua a leggere
<| |>

ViPiù Top News
Gli altri siti del nostro network
Commenti degli utenti

ieri alle 11:28 da kairos
In Sulla stampa locale spazio ai giovani che emulano Quero. L'ex manager pare finito nell'oblio

Mercoledi 22 Febbraio alle 17:05 da kairos
In Finozzi (Confartigianato): “Stallo preoccupante per il riconoscimento della qualifica professionale di Restauratore dei beni culturali”
Meteo regionale
Meteo Veneto