trasporti

Quotidiano | Categorie: trasporti, Fatti

Approvato il "progetto Variati" di Tav Tac: per Claudio Cicero e Valentina Dovigo è subito no ma c'è il sì di Flavio Lorenzin per Apindustria. Si aspettano ora i comitati e... la gente

ArticleImage Il ministro Graziano Del Rio ha firmato il via libera alla sua progettazione e Vicenza è oggi più vicina ad essere nella mappa dell'Alta velocità-Alta capacità ferroviaria. Si tratta di una doppia vittoria per l'amministrazione guidata da Achille Variati. A Roma è stato, infatti, premiato il lavoro del Comune. Dei tre possibili, il progetto avallato dal Ministro è, infatti, proprio quello promosso da palazzo Trissino che prevede il mantenimento della Stazione centrale, una serie di opere collaterali come la linea di filobus e la fermata in fiera. Inevitabilmente, però, le polemiche sono dietro l'angolo. A prescindere da quale progetto venisse approvato, infatti, una vasta area di opinione pubblica ha da tempo bollato il Tav , anzi, più precisamente il Tac, come un'opera inutile, destinata a deturpare il territorio. Ma i dubbi sul progetto vicentino sono anche di chi il passaggio dell'Alta velocità in città lo ha sempre voluto.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: trasporti, Fatti

Pedemontana: un anno per aprire Thiene-Breganze e Bassano-Rosà

ArticleImage Passi avanti per la superstrada Pedemontana, i tratti di Thiene-Breganze e quello di Bassano, in pochi mesi potrebbero, finalmente aprire. La notizia arriva da palazzo Balbi, dove da orami qualche tempo regna un certo ottimismo, ma la fine dei lavori è stata spostata al 2019. Il percorso resta ancora ad ostacoli, ma qualcosa si muove. Dal 2017, ricade solo sulla Regione, infatti, la responsabilità della supervisione del progetto superstrada. Grazie all'intervento del ministro Del Rio, non avranno più voce in capitolo i diversi commissari, come ing. Vernizzi, dg di "Veneto strade". Sul piatto balla ancora la cifra non trascurabile di 1,5 miliardi destinati a finanziare il cantiere. Le chiacchiere stanno, dunque, a zero.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Banche, trasporti, Politica, Economia&Aziende

Riccardo Nencini dopo il Sì alla riforma costituzionale conferma ma "svicola" su Tac Tav a Vicenza e su effetto Fiera su seconda stazione. Ma per la BPVi... ora può leggere "Vicenza. La città sbancata"

ArticleImage Riccardo Nencini, Segretario Nazionale del PSI e Viceministro per le infrastrutture, venuto a Vicenza oggi per incontarre i quadri dirigenti del PSI veneto (nella foto Nencini è con Fantò alla sua destra e con Tosetto), e la stampa locale, per parlare delle iniziative del partito in merito al referendum costituzionale voleva concentrarsi su questo argomento per cui le immaginabili domande su un tema ancora delicato come la Tac Tav e sulla situazione dei soci della Banca Popolare di Vicenza, di cui riferiremo a seguire, non volevano di certo essere da lui evitati di per se stessi ma erano un "disturbo" alla volontà di concentrarsi sul Sì sostenuto dal Psi nazionale nella tornata referendaria del 4 dicembre. Ci abbiamo, comunque, provato e, dopo la scontata conferma dell'attivazione dei primi due step, quello della Brescia - Verona e l'altro della Verona - ingresso di Vicenza, è arrivata l'affermazione della necessità di completare i collegamenti a nord est con Verona snodo principale del sistema anche per le merci : «la cosiddetta "via della seta" di fatto attiva su ferrovia fino a Lione consentirà di farle viaggiare dalla Cina e per la Cina in 15 giorni, invece che nei 45 necessari fino a ieri via nave».

Continua a leggere
Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: trasporti, Politica, Economia&Aziende

Tac Tav, proposta smart e condivisibile: una linea veloce che colleghi il Nordest al sistema Alta Velocità, una sola stazione a Vicenza

ArticleImage

Pubblichiamo qui una proposta presentata su VeneziePost per la linea Tac Tav per ogni opportuna discussione e valutazione soprattutto per la parte che riguarda l'attraversamento di Vicenza

A pochi giorni dalla visita in Veneto del Ministro Graziano Delrio, che sarà a Venezia per inaugurare il nuovo Water Terminal e Moving Walkway dell'Aeroporto di Tessera, e in concomitanza con le sue dichiarazioni relative all'avvio della progettazione del primo lotto della tratta Alta Velocità tra Verona e Vicenza, pubblichiamo un documento, elaborato da un ampio gruppo di lavoro coordinato da Veneziepost, che indica i termini di quella che potrebbe essere una "proposta condivisa" da tutto il Veneto e dall'intero Nordest, per arrivare rapidamente alla progettazione dell'intera tratta tra Verona e Padova.

Continua a leggere
Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: trasporti, Economia&Aziende

Tav Tac, I° lotto Verona-Padova entro il 2016: 2,410 miliardi di euro per la «Verona- bivio Vicenza», 5 mld in tutto

ArticleImage

Il primo lotto della linea ferroviaria alta velocità - alta capacità Verona-Padova, la cui progettazione e realizzazione è stata affidata al consorzio Iricav Due, di cui Salini Impregilo è parte, sarà autorizzato entro l'anno, ha annunciato il ministro Graziano Delrio. Il valore massimo della «Verona- Bivio Vicenza», ammonta a 2,410 miliardi, per un costo complessivo dell'opera di circa 5 miliardi.
Da Il Mattino di Padova

Il valore massimo del primo lotto, la «Verona- Bivio Vicenza», ammonta a 2,410 miliardi di euro, per un costo complessivo dell'opera di circa 5 miliardi di euro. L'ha annunciato il ministro Delrio

 

 

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: trasporti, Fatti

Variati sogna treni ad Alta capacità e Velocità a Vicenza per una parte dei viaggiatori, i tantissimi pendolari si accontenterebbero di posti a sedere e puntualità

ArticleImage

Mentre si approssima lo sciopero di venerdì 21 ottobre (tra le ore 9 e le 17) durante il quale solo le Frecce saranno garantite, si ripetono quotidianamente i disagi per i pendolari vicentini che scelgono il trasporto pubblico su rotaia (nella foto la situazione questa mattina alle 9 alla stazione di Vicenza). I treni regionali e i regionali veloci in partenza da Vicenza negli orari di punta, sono spesso in ritardo e sovraffollati. I pendolari (studenti, lavoratori e turisti che fanno base a Vicenza) sono costretti a viaggiare in piedi, pigiati l’uno contro l’altro, talvolta perdendo la coincidenza con altri servizi pubblici o registrando ritardi a scuola, all'università, sul luogo di lavoro. Mentre il sindaco di Vicenza Achille Variati ha spinto per la costruzione della linea per l’Alta velocità e l’Alta capacità, i cittadini in partenza e in transito alla stazione ferroviaria di via Roma sono alle prese con i soliti disservizi.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: trasporti, Politica

Pendolari Alta Velocità, Stefano Fracasso: “Bene abbonamento Frecciarossa, ma ora serve intervento Regione”

ArticleImage

Di seguito la nota di Stefano Fracasso, Consigliere regionale del Partito Democratico

“A voler guardare il bicchiere mezzo pieno, si vede che gli abbonamenti per i pendolari sui Frecciarossa non vengono soppressi. A guardarlo mezzo vuoto invece si scorge il costo dell'abbonamento che non è sicuramente quello dei regionali né quello dei Frecciabianca”. Così il consigliere regionale del Pd Stefano Fracasso commenta l'annuncio dell’amministratore delegato di FS Renato Mazzoncini sul mantenimento degli abbonamenti per i pendolari sulle linee dell’Alta Velocità.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: trasporti

Il comitato Albera scrive all'ANAS: serve incontro per accelerare l'avvio del cantiere

ArticleImage Il Comitato dell'Albera di Vicenza NO TIR Sì Bretella per la Sicurezza, la Salute, la Vita ha spedito una lettera alla responsabile del procedimento ANAS presso la sede centrale a Roma
Egr. sig. Presidente ANAS Gianni Armani, imponenti sono i livelli di flusso di Traffico Medio Giornaliero in Viale del Sole di Vicenza corrispondente a 41.703 veicoli giorno e 2.500 TIR quotidianamente transitanti dentro i Quartieri cittadini di Vicenza ovest: sono questi i dati ufficiali rilevati da ANAS. Questo traffico infernale, dentro i nostri Quartieri cittadini di Vicenza di s. Bertilla, Villaggio del Sole, Villaggio della Produttività, strada Pasubio, Quartiere di Maddalene.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: trasporti, Politica, Economia&Aziende

Completamento della Valdastico Nord legato a doppio filo al predominio di Verona su Vicenza

ArticleImage

Di Marco Bortolan

Completamento della Valdastico Nord legato a doppio filo con le vicende della cessione dell'autostrada Brescia - Padova e con la trasformazione di A22 del Brennero come società pubblica in house. Chi davvero si oppone al completamento a nord della A31?

Vicenza - Verona non riscalda solo gli animi delle opposte tifoserie calcistiche. Da tempo immemore, infatti, la smania di egemonia scaligera ha portato la politica veronese a controllare se non addirittura a ingerirsi completamente nella economia berica, al punto da rendere quest'ultima, dipendente, o anche succube della prima, e ciò non solo ai tempi di Cangrande della Scala, ma anche in epoca più recente. Si pensi al principale quotidiano locale denominato "di Vicenza", ma con il ponte di comando societario da lungo tempo nella città che ha ispirato Shakespeare, anche in questo caso mal informato (dal predecessore del GdV o dai "nostri" cugini veronesi anche allora più abili nel marketing?) al punto di non sapere che la primigenia della storia d'amore più famosa del mondo, in realtà era tutta "made in Vicenza".

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: trasporti

Nuova pista ciclabile in contrà Vittorio Veneto, Claudio Cicero: Dalla Pozza ha voluto strafare

ArticleImage
Il Consigliere comunale Claudio Cicero interviene sulla nuova pista ciclabile realizzata la scorsa settimana lungo contrà Vittorio Veneto
Con la nuova pista ciclabile in contra’ Vittorio Veneto si è voluto strafare. Stiamo parlando di una delle arterie maggiormente trafficate del centro storico e resa particolarmente insidiosa dall’andamento in curva e in salita. Forse l’assessore Dalla Pozza si è fatto prendere un po’ la mano con le strisce colorate: questa pista non è funzionale per la circolazione e non è neppure sicura. La pista ciclabile a doppio senso di marcia presenta infatti un pericolo proprio nelle curve, dove qualche ciclista in discesa potrebbe travolgere chi sale, sempre in bici, o magari urtare ad alta velocità contro le portiere delle auto, travolgendo anche chi sta scendendo dal veicolo dopo aver parcheggiato.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti
Gli altri siti del nostro network