Social

Quotidiano | Categorie: Scuola e formazione, Internet, Fatti, Social

Seminario gratuito "Come Vincere nel Web" martedì 24 gennaio 2017

ArticleImage Mercoledì 24 gennaio alle ore 9.30 si terrà a Hotel Villa Pigalle - Via Nazionale, 161 - 36056 Tezze Sul Brenta (VI) "Come vincere nel web", il seminario a cura della web marketing agency padovana Prima Posizione Srl. L'evento è dedicato a tutti gli imprenditori e top manager che vogliono approfondire i temi principali che riguardano il web marketing, in modo da sfruttare appieno le risorse che il web mette a disposizione di chi fa business. "Come vincere nel web" sarà un'occasione di formazione e confronto, in cui verranno spiegate le linee guida fondamentali da seguire quando si intraprendono delle attività di promozione online, al fine di ottenere un buon ritorno sull'investimento.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Fatti, Social

Lotteria Italia, le vincite non riscosse ammontano a 26 milioni di euro

ArticleImage Uno dei sogni degli italiani, in questi tempi di crisi, è vincere la lotteria e fare la "bella vita" per il resto dei propri giorni. Certo vincere è raro, ma se voi foste i vincitori e aveste dimenticato di ritirare il premio? Sicuramente fareste parte degli "sbadati" nella lista di Lotteria Italia. Ammonta a ben 26 milioni di euro il valore delle vincite non riscosse dal 2002 a oggi e rimasti in mano all'erario. Solo lo scorso anno, informa Agipronews, non è stato riscosso un tagliando da 2 milioni di euro e il totale dei premi dimenticati ha sfiorato i 3 milioni. Mancanze milionarie che sono costate la gioia degli inconsapevoli fortunati. Il primato degli smemorati appartiene a un primo premio non ritirato a Roma nell'edizione 2008/2009 dal valore di 5 milioni.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Interviste, Social

Alberto Angela: "io icona sexy? Se serve alla cultura va bene"

ArticleImage Definito da molti l'uomo più sexy del web, Alberto Angela tiene incollati sullo schermo del televisore milioni di spettatori italiani grazie ai suoi programmi televisivi di divulgazione scientifica. Il conduttore, figlio del celebre Alberto Angela, in un'intervista su Repubblica racconta la sua vita a contatto con la scienza. "Da piccolo disegnavo dinosauri e uomini preistorici, come tutti i bambini. Abbiamo fatto tanti viaggi in famiglia ma le storie più belle erano quelle di papà, le sue avventure: ascoltarlo era un po' come leggere Salgari. E sono riuscito a trasformare la mia passione in lavoro".

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Fatti, Social

Sgarbi si scaglia sulla Boldrini: "fortuna che sei una capra...e non un capro" [VIDEO]


Il critico d'arte Vittorio Sgarbi polemizza, con un video su Facebook, le scelte grammaticali della presidente(ssa) della Camera Laura Boldrini. Ad infiammare il noto volto dell'arte la presunta volontà da parte della politica di stravolgere la grammatica italiana riempiendola di terminologie femminili tradizionalmente declinati al maschile. "Ora cara Boldrina, - dichiara Sgarbi nel video - sia precisa, ci dica chi è lei... lei è la grammatica? Lei stabilisce che non è giusto chiamare sindaco una sindaca e ministro una ministra? Ai ruoli non si applicano i sessi, rimangono tali e quali. Come la persona rimane persona anche quando si riferisce ad un uomo, non diventa persono. E tu sei una zucca vuota, una capra... fortunatamente non un capro".

Continua a leggere
<| |>





Commenti degli utenti

Sabato 13 Gennaio alle 18:56 da kairos
In Lettura di Parolin e Formisano su Vittorio Emanuele II, Indipendenza Veneta Vicenza Città: irrispettoso ricordare a Vicenza "il re infingardo che sottomise Terre Venete"
A CAMMILLO CAVOUR


nel 1867.

___


O nell’ora del nembo e del periglio
Sempre invocato, che più grande appari
Quanto più gonfi il trepido naviglio
4Battono i mari;

Chiuse son l’Alpi allo stranier: clemente
Rise una volta a’ popoli fortuna:
Tutte al suo desco le città redente
8Italia aduna.

Più non cercar. Delle battaglie il nome
Oh non chiedere a’ tuoi: sovra qual onda,
Sovra qual campo; e se le nostre chiome
12Lauro circonda.

A’ vincenti terribile il vessillo
Parve d’Italia: i giovani guerrieri
Volâr sull’ erta, ma con noi, Cammillo,
16Tu più non eri.

[p. 180 modifica]

Invan crebber le file: invan da’ porti
Più possente navil sciolse il nocchiero;
Non valser tante prue, tante coorti
20Il tuo pensiero.

In picciol nido l’aure interrogando,
Con poco stame a lunga tela assiso,
E l’ovra della mente ardua velando
24Di facil riso,

Gli occhi alzasti; e di fanti e di cavalli
Alla muta parola obbedïenti
Dal Cenisio sull’itale convalli
28Sceser torrenti.

E pria sul lido del remoto Eusino
Fra le pugne agitata e fra le nevi
La morta face del valor latino
32Raccesa avevi.

A’ cupi genî del Tirren custodi
Serti offrivi non visto, e taciturna
La partenza pregavi e fida ai prodi
36L’aura notturna,

Quando dell’Etna alla fremente riva
I Mille veleggiavano; portavi,
Celando sotto il mar la man furtiva,
40Le balde navi.
[p. 181 modifica]


Sparver gli avversi troni; e del tuo spiro
Che percorrea de’ novi abissi il seno,
La possa irresistibile sentiro
44Adria e Tirreno.

Itali fummo. Ed esultavi allato
Del Re più degno in Campidoglio atteso,
Quando cadevi, e dell’Italia il fato
48Parve sospeso.

Ansio cadevi dell’Olimpo al piede,
Indomato Titano. Orfana ancora
Sull’orma tua, cui pari altra non vede,
52Italia plora.

Ode di pugne inauspicate il foro
Risonar tempestoso; ed ella intanto
A’ suoi mali non trova altro ristoro
56Che sdegno e pianto.

Dell’indugio si sdegna e de’ consigli
Con gioco assiduo sul fiorir recisi;
D’altre barriere, che di monti, i figli
60Piange divisi.

O nata a non perir, stirpe fatale!
O risorgente dalle tue ruine
Popolo, che ricigni or l’immortale
64Infula al crine;
[p. 182 modifica]


De’ secoli più grande e de’ tuoi guai,
Se come in altro dì non ti è concesso
Reggere il mondo, mostra almen che sai
68Regger te stesso.
Gli altri siti del nostro network