Categoria: Sindacati

Quotidiano | Categorie: Sindacati, Lavoro

La Cgil fa Baù Baù. Alla tipografia col nome sbagliato

ArticleImage

Per un giornale, specialmente se web, non è di certo il massimo pubblicare una notizia vecchia ma  il comunicato odierno della SLC Cgil Vicenza merita un'eccezione visto che aiuta a capire quanto avevamo già scritto il 15 luglio scorso sull'incontro sindacale di Rsu e sindacati con la proprietà di Centro Servizi Editoriali (non Centro Stampa Editoriale come si legge nel documento...) nonostante la reticenza a parlare con noi da parte di Sergio Baù, segretario generale della SLC Cgil, che però non aveva esitato ad avvisare la proprietà controparte del nostro contatto con lui.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sindacati, Lavoro

Prove di cambiamento per Aim con il protocollo sulle Relazioni Industriali

ArticleImage Aim, l'azienda municipalizzata di Vicenza con un migliaio di dipendenti e numerose articolazioni aziendali e contrattuali al suo interno, deve cambiare. Almeno per quanto riguarda il metodo di dialogo e confronto con i sindacati. L'hanno chiesto i segretari generali, Grazia Chisin, Gianfranco Refosco e Gianpaolo Zanni in rappresentanza di Marina Bergamin, e i segretari delle quattro categorie interessate (pubblico impiego, sosta, servizi pubblici locali, mobilità e trasporti) alla direzione aziendale che, "con apertura e senza conflittualità", ha firmato il 21 maggio il primo Protocollo d'Intesa sul sistema delle Relazioni Industriali

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sindacati, Economia&Aziende, Lavoro

Geron e Pantano della Fim-Cisl: "La qualità ha salvato i posti di lavoro all'Electrolux"

ArticleImage Oggi pomeriggio, presso la sala Tolio a Bassano del Grappa, i sindacalisti FIM-Cisl hanno illustrato le trattative che hanno permesso di salvare migliaia di posti di lavoro nell'azienda di elettrodomestici Electrolux attraverso un accordo sindacale per nulla privo di imprevisti. All'incontro, aperto a tutti, sono intervenuti Massimo Pantano della Fim-Cisl di Bassano del Grappa e Maurizio Geron, segretario regionale della Fim-Cisl.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sindacati, Economia&Aziende, Lavoro

Askoll 3 dopo Castell'Alfero: a Povolaro contratto di solidarietà per 220 dipendenti

ArticleImage

Martedì 27  in Askoll 3, a Povolaro, sono state indette due assemblee sindacali, di un'ora ciascuna, per spiegare in cosa consisterà il contratto di solidarietà con al massimo il 45% dell'orario di lavoro per tutti i dipendenti, 220 persone. Un anno fa era già stato rinnovato  il medesimo contratto per circa 150 dipendenti anche in Askoll 2.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Economia&Aziende, Sindacati, Lavoro

Soluzione vertenza Electrolux, Zaia: determinante senso di responsabilità di lavoratori e Rsu

ArticleImage Regione Veneto  -  "Senza la ragionevolezza, il senso di responsabilità, la capacità costruttiva dei lavoratori e delle loro rappresentanze sindacali unitarie aziendali, la vertenza Electrolux difficilmente avrebbe avuto la svolta positiva che in questi ultimi giorni ha ridato serenità e speranza a molte famiglie nella nostra e in altre regioni".

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sindacati, Fatti

Pensionati, anche a Vicenza si raccolgono le firme per la campagna #NonStiamoSereni

ArticleImage Lavoro, sviluppo ed occupazione, tutela del reddito, un welfare pubblico e solidale, legge sulla non autosufficienza, lotta agli sprechi e riduzione delle tasse anche per i pensionati. Sono queste le richieste dirette al premier Matteo Renzi dai pensionati che aderiranno alla campagna #NonStiamoSereni promossa dalle federazioni dei pensionati di Cisl, Uil e Cgil. 

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sindacati, Lavoro

25 aprile e 1° maggio, Usb: no alle aperture festive, un grande imbroglio di Cgil, Cisl e Uil

ArticleImage Con la premessa «smascheriamo gli imbroglioni e non facciamoci prendere in giro. La festa non si vende, ma per davvero» l'Unione Sindacale di Base di Vicenza prende una dura e argomentata posizione contro il lavoro nei giorni che il Ccnl (Contratto collettivo nazionale del lavoro, una combinaziuone di parole ora spesso messa nel dimenticatoio) prevede come "festivi" e quindi non di prestazioni obbligate dei dipendenti, che nel caso fossero effettuate andrebbero pagate  come straordinario.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sindacati, Economia&Aziende, Lavoro

La Askoll P&C di Castell'Alfero non chiude, almeno per un anno: VicenzaPiù ha fatto il suo

ArticleImage «Buongiorno. Alla fine il buon senso ha prevalso: raggiunta un'intesa oggi (venerdi 11 aprile 2014 per chi legge, ndr) per superare la crisi ASKOLL P&C di Castell'Alfero. Nella notte, per la precisione alle 4, è stata siglata l'ipotesi di accordo tra direzione aziendalle della ASKOLL P&C e le RSU e OO.SS. Un giusto compromesso basato sulla reciproca fiducia ...», è così che Silvano Uppo, segretario provinciale della UILM di Asti, ci comunica la felice conclusione, almeno per un anno e qualche mese, di una battaglia in cui anche VicenzaPiù ha fatto la sua parte informando su una vicenda (la chiusura della fabbrica il prosssimo 7 giugno) altrimenti "censurata" a Vicenza dove ha sede il gruppo del presidente Elio Marioni e dove si temono situazioni analoghe (nella foto i sindacalisti firmatari, tra cui Uppo in alto a sx, con i segni della "soddisfatta" stanchezza e una immagine di una delle manifestazioni dei lavoratori, ndr).

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sindacati, Economia&Aziende, Lavoro

Uilm di Vicenza vicina ai 223 licenziati della Askoll P&C. E a Castell'Alfero c'è uno spiraglio

ArticleImage

«Scusi il silenzio stampa, ma sono ore decisive per la trattativa con la Askoll. La informo che lo sciopero iniziato in data 13 febbraio 2014 e stato sospeso nella giornata di martedi 9 aprile. In tale giornata è ripresa la normale attività lavorativa», così ci dice Silvano Uppo, segretario provinciale della Uilm di Asti che sta lottando in prima linea per salvare i 223 licenziati della Askoll P&C di Castell'Alfero, dopo che altri 300 lavoratori nel 2011 hanno perso il lavoro per la chiusura della fabbrica Di Moncalieri del gruppo vicentino.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sindacati, VicenzaPiùTV, Economia&Aziende, Lavoro

Busin, segretario UILM Vicenza: "Askoll non informa, i lavoratori vicentini si preoccupino". Novità a Castell'Alfero

«La Askoll non ha relazioni sindacali a Vicenza per un atteggiamento padronale per cui, non avendo notizie su piani e progetti della proprietà, è lecito che i lavoratori vicentini del gruppo, ad oggi praticamente non sindacalizzati, comincino a preoccuparsi anche per la propria sorte dopo la chiusura dello stabilimento di Moncalieri e quella annunciata di Castell'Alfero ...»

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

ieri alle 18:14 da Lisa
In Farina replica a Thibault su antisemitismo e sionismo. Ma tutto il mondo subisce guerre, armate o finanziarie
Copio e incollo questo pezzo di Saviano che ho molto apprezzato

Le notizie che arrivano dal Medio Oriente straziano.
Se potessi esser ascoltato, chiederei la fine dei bombardamenti.
Chiederei al governo israeliano di fermarsi immediatamente.
Chiederei ad Hamas di smettere con i razzi.
Le morti dei bambini nei bombardamenti a Gaza scuotono lacerano impressionano. Come i bambini che muoiono in Siria, dove è in corso un conflitto che non indigna, un conflitto che in quasi tre anni ha fatto oltre 140mila vittime di cui 8mila sono bambini.
Da che parte stai? Mi gridano i tifosi della politica. Mi grida chi sta facendo del conflitto tra Israele e Palestina qualcosa di diverso che non la ricerca della pace. Di una pace vera e duratura che gioca una partita importante anche qui e inizia dalle parole.
Da che parte stai? Mi grida chi ignora la guerra civile siriana perché lì è più complesso tifare. In Siria per prendere parte devi conoscere.
Da che parte stai? Mi grida chi ci ha messo settimane per appoggiare Euromaidan perché in piazza c?erano gruppi di destra.
Mi pongono ossessivamente la domanda più inutile di tutte, credendola fondamentale: sei con Israele o con i palestinesi? Sono con la pace, con chi altri potrei essere?
E per farla bisogna dare spazio alla parte israeliana che vuole la pace e alla parte palestinese non fondamentalista. Ce la facciamo ad ascoltare chi non grida per odio? Spero di sì, almeno noi che non viviamo sotto le bombe e che dovremmo fare del ragionamento e del buon senso la nostra unica arma.
Gli altri siti del nostro network