Sanità

Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Sanità, Fatti, Lavoro

La presunta “gara degli aghi”, a difesa del primario Vincenzo Riboni arriva l'amico Gian Antonio Stella. Su CorSera attacca Nursind, che replica: “toccato il fondo”. E dg Ulss 6 Pavesi su Rai 3 boccia l'ex candidato sindaco

ArticleImage Tutto era nato a fine aprile 2016 da una denuncia sul quotidiano locale di Franco Pepe, l'ex (?) collaboratore in "area sanità" della Regione Veneto sempre a caccia di scoop dall'ospedale di Vicenza: una presunta gara a chi era capace di infilare l'ago (meglio parlare, comunque, di cannule) più grosso ai pazienti che, per come era stata raccontata, aveva generato un fragoroso clamore finendo anche su tutti i quotidiani nazionali. In seguito allo scagionamento di fatto del personale medico e sanitario con sanzioni solo sull'uso improprio del telefono in orario di servizio e alla successiva sospensione del Direttore di Accettazione e Pronto Soccorso Vincenzo Riboni per “dichiarazioni non veritiere” sono arrivati i discussi e discutibili interventi di esponenti "amici" di Riboni del Partito Democratico, come il sindaco Achille Variati e la deputata Daniela Sbrollini in difesa dell'ex candidato sindaco di Vicenza per il centrosinistra, che hanno iniziato a trasformare il tutto in una poco edificante contesa politica.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sanità

Sanità, formalizzate le valutazioni sull’operato dei dg: le tabelle con i dati delle Ulss venete

ArticleImage La Regione Veneto comunica che la giunta regionale del Veneto ha approvato, nella sua seduta odierna, le valutazioni, riferite all’anno 2015, (qui tabella sul raggiungimento degli obbiettivi assegnati ai Direttori Generali delle Ullss, Aziende Ospedaliere e Iov, riferite alla garanzia dei Livelli Essenziali di Assistenza nel rispetto dei vincoli di bilancio. Si tratta di un adempimento previsto dalla legge regionale nr. 23 del 29 giugno 2012 “Norme in materia di Programmazione Sociosanitaria e Approvazione del Piano Sociosanitario 2012-2016”, che prevede tale valutazione annuale.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sanità

La ricerca corre più veloce con le apparecchiature Cisco donate da Saiv

ArticleImage Fondazione Città della Speranza 

La ricerca scientifica, svolta all'interno dell'Istituto di Ricerca Pediatrica di Padova, accorcia le distanze grazie alle nuove apparecchiature Cisco per le videoconferenze donate da SAIV Group alla Fondazione Città della Speranza. La consegna ufficiale è avvenuta questa mattina in 'Torre della ricerca', alla presenza di Giovanni Franco Masello e Stefania Fochesato, rispettivamente presidente e consigliera della Fondazione Città della Speranza Onlus, Andrea Camporese, presidente della Fondazione IRP, Enrico Quaglio e Lorenzo Zanfardin, rispettivamente direttore generale e direttore commerciale e marketing di SAIV Group, e Agostino Santoni, amministratore delegato di Cisco Italia.

Continua a leggere
Quotidiano | Lettori in diretta | Categorie: Sanità

Pfas, il dottor Cordiano: monitoraggio per nascondere colpe passate di politici?

ArticleImage Di seguito pubblichiamo la precisazione del dottor Vincenzo Cordiano al suo precedente intervento Pfas, il dottor Vincenzo Cordiano: non necessario screening di 110.000 persone da 1,5 miliardi di euro

Vorrei precisare che lo screening sanitario previsto, che pur noi medici di ISDE Vicenza abbiamo chiesto fino dall'estate 2013, ha senso solo se associato alla determinazione dei PFAS nel sangue dei singoli soggetti residenti nelle zone più contaminate e in un campione di controllo molto più numeroso di quello finora usato. Solo se saranno disponibili i dati relativi alle quantità di PFAS presenti nel sangue dei singoli soggetti si potrà trarre qualche confusione di un certo valore significativo sul ruolo dei PFAS nel determinare o meno una eventuale patologia riscontrata nel soggetto anonimato.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sanità, Ambiente

Pfas, il dottor Vincenzo Cordiano: non necessario screening di 110.000 persone da 1,5 miliardi di euro

ArticleImage

Riceviamo dal dottor Vincenzo Cordiano e pubblichiamo

Lo studio del SER veneto (clicca qui per visualizzarlo) condotto nei comuni ad alta contaminazione da PFAS, i 21 comuni veneti più contaminati, a mio parere è importantissimo perché: 1) conferma per filo e per segno lo studio di mortalità retrospettivo condotto da ISDE-ENEA, e cui vi ho dato notizia in precedenza. Inoltre conferma un eccesso di incidenza di ipercolesterolemia e ipotiroidismo, condizioni che classicamente sono state associate ai PFAS. E mi suscita alcune perplessità l’affermazione dell’estensore che esclude a priori un ruolo dei pfas nell’eziopatogenesi di queste patologie multifattoriali. Senza apportare alcun dato scientifico che corrobori tale affermazioni. Il dottor Saugo non è noto per essere un esperto di pFAS e non mi risulta che se ne sia mai interessato prima del 2013.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sanità

Sanità, il presidente Zaia: se arrivano altri tagli da Roma chiudiamo ospedali

ArticleImage Il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta la notizia che il Governo starebbe pensando a nuovi tagli alla sanità per un miliardo e mezzo di euro. 

Se passa questo ennesimo, ripeto ennesimo taglio, non sarà più sostenibile. Dovrò impugnare la penna e chiudere ospedali. Non ci sarà altro da fare. Chi ci ha portato a questo estremo ne risponderà alla gente. Risparmiare in sanità si può, ma siamo stufi di essere presi in giro da chi spaccia il concetto di taglio con quello di spending review. Revisione della spesa è ben altra cosa: è applicare i costi standard immediatamente, in tutta Italia, dai cerotti alle Tac, ma non si ha il coraggio di farlo; è tagliare davvero dove si spreca e non in tutto il Paese, ma non conviene perché dove si spreca ci sono milioni di voti; è diffondere in maniera coercitiva le buone pratiche che tante Regioni presentano e farle utilizzare da tutti.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sanità, Politica

Riordino sanità veneta, Berti del M5S: "mercato delle vacche degli esponenti della Lega Nord"

ArticleImage M5S Veneto

Perché il progetto di riordino della sanità veneta è bloccato in aula da tre mesi? Lo spiega, con tanto di mappa del Veneto e “figurine” adesive, il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Jacopo Berti. E le sorprese non mancano: il Veneto è diventato la mappa di un Risiko nella quale i massimi vertici della Lega Nord si danno battaglia per portare a casa un risultato politico personale. L’esponente del Movimento 5 Stelle ha affidato alla sua pagina Facebook la clamorosa rivelazione sui motivi del ritardo, in un video che sta spopolando sulla rete con migliaia di visualizzazioni in pochi minuti.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sanità, Fatti

Ospedale di Vicenza, stanze riservate a possibili partorienti Usa? L'Ulss 6 smentisce

ArticleImage

Un nostro lettore, il signor Giovanni Borgo, ci ha segnalato con una lettera che pubblichiamo a seguire, il caso accaduto all'ospedale di Vicenza a sua figlia, una ragazza di 35 anni che ha partorito un bambino, denunciando stanze di degenza individuali riservate a possibili partorienti mogli dei lavoratori nelle basi Usa di Vicenza. Il signor Borgo, che ci ha anche riferito di altri comportamenti irrispettosi da parte dei suoi vicini di casa statunitensi, chiarisce che l'informazione all'ospedale gli è stata comunicata da un'infermiera. Sulla vicenda l'Ulss 6 di Vicenza è intervenuta con una nota precisando che “non vi è alcuna stanza dell'ospedale S. Bortolo riservata ai pazienti statunitensi, nè vi sono stanze tenute libere nel caso pazienti statunitensi ne facciano richiesta: le stanze private del 6° piano sono concesse su prenotazione, a pagamento, a chiunque ne faccia richiesta e fino ad esaurimento delle disponibilità, pertanto l'informazione riportata dal padre della paziente non corrisponde al vero”.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sanità

Sepsi 60 mila decessi l’anno in Italia: da Vicenza il primo ente non profit per prevenzione e trattamento efficace

ArticleImage

Azienda ULSS 6 Vicenza

Uccide 4 volte più del tumore al colon, 5 più dell’ictus e 10 più dell’infarto: si stima che colpisca 26 milioni di persone al mondo e solo in Italia causi 60.000 decessi l’anno. Si tratta della sepsi, una sindrome clinica che deriva da una risposta anomala e generalizzata dell’organismo ad un’infezione causata dalla penetrazione e moltiplicazione di un microrganismo nel corpo. Se non diagnosticata e trattata tempestivamente, la malattia può in alcuni casi progredire rapidamente verso un quadro di sepsi severa e determinare un danno a carico di uno o più organi, portando a shock settico e mettendo in pericolo la vita stessa.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Sanità, Politica

Ulss 6, M5S: ancora blocchi delle prenotazioni e disservizi

ArticleImage Di seguito la nota della Consigliera Regione Veneto del Movimento 5 Stelle Patrizia Bartelle in Grillo sull'Ulss 6
Ancora blocchi delle prenotazioni al CUP e disservizi per i pazienti all'azienda sanitaria vicentina. Come segnalato da una cittadina di Noventa a cui è stata negata la disponibilità di una visita ospedaliera e offerta invece l’opzione di una visita “intramoenia”, per alcune prestazioni quali ad esempio allergologia ed oculistica, non è possibile effettuare delle prenotazioni in quanto non risultano date disponibili nell'agenda.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

ieri alle 21:32 da PaolaFarina
In La presunta “gara degli aghi”, a difesa del primario Vincenzo Riboni arriva l'amico Gian Antonio Stella. Su CorSera attacca Nursind, che replica: “toccato il fondo”. E dg Ulss 6 Pavesi su Rai 3 boccia l'ex candidato sindaco

Domenica 25 Settembre alle 15:46 da pachiara9
In A Vicenza due famiglie su tre hanno subito le conseguenze del disastro BPVi. Ma tutto e tutti sono fermi, come per la Fondazione Roi
C'è in effetti di che sorprendersi, e molto, che questa scia postcrack - che ha avvolto Vicenza e il suo territorio di competenza (Veneto, Friuli, etc.), ma soprattutto Vicenza città e provincia- sia rimasta buia e pressochè silenziosa. Si dice qui sopra, correttamente, che un danno così ingente ed economicamente massacratorio, inferto a tantissimi, avrebbe dovuto far suonare le famose trombe capponiane della "rivolta" determinata da parte di tutti coloro che a vario titolo sono stati beffati. E invece, appunto, poco o niente. Sulle ragioni di questa, chiamiamola eufemisticamente, apatia vicentina vengono elencate alcune cause, senz'altro plausibili, ma che non danno una risposta esauriente. Una risposta che rimane parziale. A parte quello sparuto gruppo di soci penalizzati che hanno alzato forte la voce - e lo stanno ancora facendo - tutti gli altri soci silenti o rassegnati costituiscono per me un mistero. Non si riesce a capire un simile atteggiamento direi "omertoso sui generis". Nè purtroppo riesco a trovare altre ragioni di tali comportamenti. Un vero e proprio mistero, senz'altro un rompicapo, questa assuefazione patologica che fa da pandant con quell'assuefazione altrettanto patologica dimostrata nel corso del ventennio zoniniano, quando nessuno (a parte pochi casi, rapidamente tacitati o minacciati) chiedeva di approfondire la gestione del dominus vinaiolo. Un padre-padrone a cui deferenza e obbedienza cieca erano dovute per volere divino (Bacco nel caso nostro!). Anche questo rimane un mistero! Quando verrà svelato?
Forse mai, rimarrà sepolto ai piedi di Monte Berico.

Sabato 24 Settembre alle 16:37 da Kaiser
In Olimpiadi a Roma, interviene Achille Variati. Ferrarin dei 5 Stelle: "tema che non lo riguarda"

Sabato 24 Settembre alle 16:35 da Kaiser
In I 120 anni dalla nascita di Sandro Pertini: socialista, antifascista e poi simbolo degli italiani
Gli altri siti del nostro network