Categoria: Meteo

Quotidiano | Categorie: Ambiente, Meteo

Perché Piovene Rocchette va sempre sott'acqua

ArticleImage Le esondazioni a Piovene Rocchette non sono una novità, accadevano anche un secolo fa, l'acqua passava per le stesse strade di oggi. Abbiamo consultato vecchie mappe, consultato i dati dell'ARPAV, parlato con gli anziani, ci siamo infilati su per la val dell'Oca per capre cosa sta succedendo. L'approfondimento è riportato in questo articolo a cura di Accogliamo Le Idee (la foto è di Via Levrena il 21 agosto 14).

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Meteo, Fatti

Maltempo, in Veneto stato di attenzione con possibilità di preallarme e allarme locali

ArticleImage Regione Veneto - In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione per rischio idrogeologico su tutto il territorio regionale. Il rischio è da riconfigurare, a livello locale, in stato di preallarme/allarme in presenza di formazione di fenomeni temporaleschi a seconda della loro intensità. La dichiarazione ha validità dalla mezzanotte di oggi alle 24 di domani, sabato 23 agosto.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Meteo

Rischio idrogeologico in tutto il Veneto da martedì pomeriggio a giovedì

ArticleImage Regione Veneto - In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo STATO DI ATTENZIONE per rischio idrogeologico su tutto il territorio regionale dalle ore 14 di domani, martedì 19 agosto, fino alle ore 24 di giovedì 21 agosto. Lo stato di attenzione andrà riconfigurato, a livello locale, in STATO DI PREALLARME/ALLARME, in presenza di formazione di fenomeni temporaleschi a seconda della loro intensità.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Meteo, Fatti

Maltempo, in Veneto stato di attenzione fino a domani, venerdì

ArticleImage Regione Veneto - In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del veneto ha dichiarato lo stato di attenzione per rischio idrogeologico su tutto il territorio regionale, che può trasformarsi, a livello locale, in stato di preallarme/allarme in presenza di formazione di fenomeni temporaleschi, a seconda della loro intensità. E' inoltre stato di attenzione per rischio idraulico nel Veneto meridionale, limitatamente al territorio rivierasco del fiume Adige.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Meteo, Fatti, Ambiente

Dalle 24 attenzione per rischio idrogeologico su tutto il Veneto e allarmi per forti temporali

ArticleImage Regione Veneto e Centro Funzionale Decentrato  - In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, preso atto dell'Avviso di Criticità Idrogeologica e Idraulica emesso oggi alle ore 16 dal Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema Regionale di Protezione Civile, il Centro stesso ha dichiarato

dalle ore 24:00 di oggi, mercoledì 13 agosto, alle ore 16:00 di giovedì 14 agosto

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Meteo

Maltempo, in Veneto è preallarme per rischio idrogeologico

ArticleImage Regione Veneto - In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo STATO DI PREALLARME per rischio idrogeologico su quasi tutto il Veneto, ad eccezione della parte centro – meridionale, dove è comunque STATO DI ATTENZIONE. Queste condizioni andranno riconfigurate, a livello locale, in STATO DI PREALLARME/ALLARME in presenza di formazione di fenomeni temporaleschi a seconda della loro intensità.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Ambiente, Meteo

Allerta maltempo su tutto il Veneto fino a mercoledì

ArticleImage Regione Veneto - In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo STATO DI ATTENZIONE per rischio idrogeologico su tutto il territorio regionale, con possibilità di STATO DI PREALLARME/ALLARME a livello locale, in presenza di formazione di fenomeni temporaleschi a seconda della loro intensità.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Meteo

Maltempo, stato attenzione in Veneto dalle ore 12 di domenica

ArticleImage Regione Veneto - In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha emesso poco fa lo Stato di Preallarme per rischio idrogeologico sui bacini “Vene-A” (Alto Piave in provincia di Belluno), “Vene-B” (Alto Brenta-Bacchiglione) e “Vene-C” (Adige-Garda e Monti Lessini) e lo stato di attenzione su tutto il resto del territorio a partire dalle ore 12 di domani, 29 giugno, alle ore 16 di lunedì 30 giugno.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Meteo, Fatti

Maltempo e nutrie, Cerantola: occorre disporre un piano di contenimento razionale

ArticleImage Coldiretti Vicenza  -  Un po' di tregua, ma le previsioni sono chiare ed annunciano ancora abbondanti precipitazioni sul Vicentino. Resta alta l'attenzione ad Arcugnano e nel Basso Vicentino, in particolare a Montegalda, dove i danni registrati dalle aziende agricole sono significativi, anche se appare ancora prematuro avanzare delle ipotesi economiche, in quanto il fenomeno sembra non essere ancora volto al termine.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Ambiente, Fatti, Meteo

Maltempo, Conte: in crisi il sistema idrografico minore che non riesce a smaltire l'acqua in eccesso

ArticleImage Regione Veneto  -  "Rispetto a quanto avvenuto nel 2010, il maltempo nel Veneto ha messo in luce una criticità diversa: si sta allagando il sistema secondario dei corpi idrici e non è possibile smaltire l'acqua in eccesso verso i grandi fiumi perché sono già pieni. Stiamo quindi cercando di centellinare la quantità d'acqua da far defluire". E' quanto ha fatto rilevare l'assessore regionale alla difesa del suolo Maurizio Conte commentando, al termine dei lavori della giunta, la situazione di emergenza conseguente al maltempo che ha colpito il Veneto.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

Sabato 30 Agosto alle 07:57 da kairos
In Il Vicenza Calcio brucia tutti sul filo di... Lane e torna in serie B: ora Variati si scopre tifoso

Mercoledi 27 Agosto alle 17:38 da DavideDeMeo
In I pacifisti nostrani
Nooo, mi dispiace, non ci sto. Mi riconosco nel movimento pacifista. Ero tra quelli che hanno manifestato contro la costruzione dell?ecomostro Del Din. Sono ancora oggi convinto che quella base non doveva essere fatta. Primo perché è una installazione straniera in preziosissimo suolo nazionale e vicentino. Secondo perché rappresenta un simbolo del modo proprio delle superpotenze di risolvere i conflitti. Vale a dire con la risposta militare. Proprio questa, dai tempi della Guerra del Golfo (con il ridicolo ultimo sviluppo secondo il quale i cacciabombardieri e i droni americani i attaccano mezzi corazzati e armi americane date al governo irakeno dagli stessi americani), dalla Guerra in Afghanistan e dall?intervento in Libia, mostra negli ultimi tempi la sua inutilità. I conflitti regionali sono ancora più aspri di un tempo e l?instabilità internazionale (Iraq, Libia, Pakistan, Ucraina) è ai massimi storici.
Venendo ora al conflitto arabo-israeliano, non posso soffermarmi sulla enorme complessità dei rapporti che hanno determinato l?odierno assurdo scenario (mi ha aiutato a capirci qualcosa il libro ?Vittime. Storia del conflitto arabo-sionista 1881-2001? di Benny Morris ? Ed. Bur ? 2003). Di certo, pensare che lo stato di Israele, a cui la stragrande maggioranza di noi ed io personalmente riconosciamo il diritto all?esistenza ed alla salvaguardia dei propri confini, sia giustificato a radere al suolo (le bombe intelligenti...) i quartieri di Gaza, donne e bambini compresi, per me vuol dire soffrire di cecità selettiva.
E? di ieri la notizia che Tsahal (il tanto ammirato esercito israeliano) ha ucciso tre leader di Hamas, i quali sfortunatamente erano assieme a una dozzina di propri familiari, tra cui diversi bambini innocenti (beh, mica colpa nostra se questi terroristi fanno anche figli, potevano pensarci prima...).
Se i palestinesi radicali, del resto, avessero a disposizione bombardieri e droni non esiterebbero un minuto a farne l?uso di cui noi occidentali siamo maestri. Saremmo pronti, in quel caso, a schierarci a fianco dell?alleato israeliano senza alcun indugio, partecipando allegramente al bomb show.
Allora preferisco di gran lunga l?appello alla pace, con le manifestazioni e i cortei, che sempre sono stati pacifici, che magari poco hanno prodotto (opporsi ai miliardi di giro d?affari del business delle armi è poco popolare, per non parlare dei guerrafondai veri e propri, che sparerebbero anche con il fucile a tappo), che forse possono sembrare antiamericani ma che in realtà esprimono solo il cocente fastidio di essere impotenti di fronte alle scelte fallimentari della war machine internazionale. Anche queste sono azioni forti (e la nostra città non è che ne abbondi).
Caro Prof. Balbo, Gentile Signora Farina, dissento profondamente dalle vostre affermazioni.. Con buona pace del vescovo Rufino e di Erasmo da Rotterdam.

Gli altri siti del nostro network