Categoria: Libri

Quotidiano | Categorie: Politica, Economia&Aziende, Libri

Bolli, sempre Bolli, fortissimamente Bolli: Stella ad Apindustria

ArticleImage Apindustria Vicenza  -  Quasi trecento persone hanno accolto Gian Antonio Stella a Villa Rigon di Ponte di Barbarano per la presentazione del nuovo libro "Bolli, sempre Bolli, fortissimamente Bolli", un racconto della quotidiana guerra degli italiani contro la burocrazia. L'incontro è stato organizzato dal mandamento Area Berica di Apindustria Confimi Vicenza, nell'ambito delle celebrazioni per i 40 anni dalla nascita dell'associazione di categoria che rappresenta le piccole e medie imprese.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Spettacoli&Cultura, Libri, VicenzaPiùTV, Religioni

Presentata su VicenzaPiùTv la biografia di mamma Rosa nell'anniversario del suo matrimonio

Don Dario Guarato, parroco di Marola, punta oltre alla catechesi verso i suoi parrocchiani anche a far conoscere a un mondo più vasto la vita e i valori di Eurosia Fabris, conosciuta come mamma Rosa e beatificata a Vicenza nel 2005. Lunedì 5 maggio ha celebrato con  mons. Giuseppe Dal Ferro l'anniversario del suo matrimonio celebrato a Marola nel 1886 e venerdì è stata presentata la sua biografia aggiornata in una serata trasmessa in streaming su www.vicenzapiu.tv

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Libri, Religioni, VicenzaPiùTV, Spettacoli&Cultura

Eurosia Fabris Barban: su VicenzaPiùTv mamma Rosa nell'anniversario del suo matrimonio

Don Dario Guarato, parroco di Marola, sta organizzando da tempo una serie di attività per far conoscere sempre di più la vita e i valori di Eurosia Fabris, conosciuta come mamma Rosa e beatificata a Vicenza nel 2005. Oggi, lunedì 5 maggio, ricorre l'anniversario del suo matrimonio celebrato a Marola nel 1886 e venerdì è stata presentata la sua biografia aggiornata.

Continua a leggere
Quotidiano | Interviste | Categorie: Libri, Storia, Spettacoli&Cultura

Schio, 1943-1945. Storia di dodici «elementi pericolosi»

ArticleImage

L’ultimo libro di Ugo De Grandis, Elemento pericoloso. Inquisizione e deportazione politica nella Schio di Salò (1943-1945). L’odissea dei partigiani del Btg. Territoriale «F.lli Bandiera» di Schio deportati a Mauthausen – Gusen (Centrostampaschio, Schio, 2014, pp. 492, 15 euro) racconta delle vicende che portarono all’arresto e alla deportazione in Germania di dodici antifascisti scledensi alla fine del 1944: di questi – Giovanni Bortoloso, Andrea Bozzo, Roberto Calearo, Italo Galvan, William Pierdicchi, Pierfranco Pozzer, Anselmo Thiella, Vittorio Tradigo, Andrea Zanon, Bruno Zordan – solo uno, William Pierdicchi, farà ritorno nel giugno 1945. VicenzaPiù ne ha parlato con l’autore.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Spettacoli&Cultura, Libri

Sandro Gozi, sottosegretario agli Affari Europei, presenta sabato a Vicenza il suo nuovo libro

ArticleImage Chiara Pavan segretaria cittadina del Partito Democratico - L'Unione Europea deve crescere e cambiare, ne siamo consapevoli e convinti. Per farlo è però necessario che il semestre italiano di presidenza del Consiglio dell'UE, che coincide con i mesi successivi all'elezione del nuovo Parlamento Europeo, divenga occasione reale per impostare l'insieme di riforme indispensabili al mondo del lavoro, alla crescita e allo sviluppo.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Fatti, VicenzaPiùTV, Libri

Il silenzio sugli innocenti, di Luca Mariani

Giovedì 12 Dicembre, presso l'Hotel Palladio di Vicenza, il giornalista dell'Agi Luca Mariani ha presentato il suo ultimo libro, Il silenzio sugli innocenti, dedicato alle stragi di Oslo e Utoya avvenute il 22 luglio del 2011, in Norvegia "per far luce sui silenzi che hanno accompagnato l'uccisione di tanti socialisti-laburisti". L'autore ha dialogato con Luca Fantò, segretario provinciale Psi Vicenza; il moderatore è stato Giovanni Coviello, direttore di VicenzaPiù e VicenzaPiù.Tv, che ha trasmesso in esclusiva l'intera serata, che ora ripropone qui on demand.  

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Libri, Politica, Spettacoli&Cultura

Giovedì a Vicenza: Il silenzio sugli innocenti. Le stragi di Oslo e Utøya: verità, bugie e omissioni su un massacro di socialisti

ArticleImage

Di Giulia Turra

Il silenzio sugli innocenti. È questo il titolo del nuovo libro di Luca Mariani, dedicato alle stragi di Oslo e Utøya, che verrà presentato a Vicenza giovedì 12 dicembre alle ore 18 presso l'Hotel Palladio, in Contrà Oratorio dei Servi 25. Sarà presente l'autore, che dialogherà con Luca Fantò, segretario provinciale Psi di Vicenza. Il moderatore è Giovanni Coviello, direttore del network dei media VicenzaPiù.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Libri, Spettacoli&Cultura

Ugo De Grandis racconta Antonio Trenti, l'antifascista dimenticato

ArticleImage Il magrediense Antonio Trenti vide forse il suo nome sul giornale un’ultima volta nell’anno della morte, quando già era ricoverato all’ospedale di via Baratto, Schio: era il 1979. Ironia della sorte, il libro in cui si annunciava il racconto delle sue gesta e di quelle di altri brigatisti nella guerra di Spagna non fu poi mai realizzato e così il suo nome ritornò, dopo un breve ultimo fulmineo lampo di notorietà, a essere dimenticato. 

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Libri, Fatti

La fortuna della formica e dell'airone, presentato il libro by Diesel per infanzia e solidarietà: mercoledì su VicenzaPiu.Tv

ArticleImage

Progettare ZeroSei e il gruppo OTB (Diesel) insieme per promuovere la cultura dell’infanzia e un progetto di solidarietà.

“La fortuna della formica e dell’airone” è il titolo del libro realizzato da Progettare ZeroSei in collaborazione con OTB, per promuovere lo sviluppo e la diffusione della cultura dell’infanzia e dei diritti dei bambini. Il libro, edito da Zoolibri, Casa Editrice di Reggio Emilia, dà inizio a una nuova collana “BimbiMangiaLibri” ed è stato presentato oggi (domani in streaming su www.vicenzapiu.tv) nella stupenda sede dell'head quarter a Breganze della creatura di Renzo Rosso davanti alle mamme dei bambini dell'asilo "aziendale" che di questo libro sono stati ispiratori e  co-autori. 

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Libri, Spettacoli&Cultura

Flavio Oreglio è l'ultimo sigillo di Incontri senza censura: tutti su VicenzaPiùTv

Il musicista, poeta e filosofo "catartico", attore di teatro e comico dello storico Zelig, Flavio Oreglio, mercoledì 23 ottobre ha calato il sipario sulla stagione autunnale di Incontri senza censura, manifestazione culturale, spesso con centinaia di appassionati lettori ad ogni incontro-presentazione.

Continua a leggere
<| |>

ViPiù Sera
Commenti degli utenti

Domenica 20 Luglio alle 08:01 da PaolaFarina
In Farina replica a Thibault su antisemitismo e sionismo. Ma tutto il mondo subisce guerre, armate o finanziarie
Se la risposta che cercava è questa: secondo me non si può essere antisionisti senza essere contro gli ebrei. Prima che una religione gli Ebrei sono un Popolo, è scritto chiaramente nella Torà, dove solo a metà del secondo libro il popolo ebraico riceve la Legge. Non ritengo opportuno rispondere ai copia ed incolla, perché una risposta articolata richiederebbe ore ed ore di studio e lavoro che non mi posso permettere, per rendere la tematica di comprensione a tutti. Lei cita la signora Sibony, Michelle Sibony pacifista che vive in Francia ed è la vice presidente di un gruppo che si chiama "Unione Ebrei per la Pace" e non la vice presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche francesi. Da buona pacifista vive in Francia e da lì non si schioda. Il rabbino Aron Cohen è anche lui un Naturei Karta come Weiss: ergo, non si possono identificare in loro dei rappresentanti del Mondo Ebraico, caso mai delle voci, talvolta discutibili. La parlamentare arabo-israeliana del partito Balad Hanin Zobai che siede in Parlamento (israeliano) e che percepisce regolare stipendio come tutti i parlamentari in Israele odia all'unisono Israele e gli Ebrei e rigurgita dichiarazioni di odio ogni volta che apre la bocca. Il nipote, che non percepisce uno stipendio dal parlamento come parlamentare, impugnando la bandiera di Israele, il paese di cui è cittadino e di cui si sente libero, Mohammad Zoabi afferma "Sono israeliano e resterò israeliano". Tanto è bastato perché si meritasse parole di ingiuriosa denigrazione da parte della cugina Hanin Zoabi e minacce di morte anche dall'interno della sua famiglia, tanto che la polizia ha dovuto approntare un programma di protezione. Vede in Israele esiste la libertà di espressione, detto questo poiché finora il nosstro dibattito è rimasto circoscritto a pochi, io non mi sottraggo dalle risposte ed il Direttore sa dove trovarmi, ma sono poche le persone che fanno controinformazione ed in questo periodo, nel mondo ci sono dai 15 ai 18 milioni di ebrei, meno della metà vive in Israele...il resto sparso nel mondo...ed il volontariato attivo è una grande soddisfazione, ma anche una grande fatica!

Sabato 19 Luglio alle 14:49 da commentariogiornale
In Gaza: risposta ad una ... non risposta
Liberté, Egalité, Fraternité sono i tre principi cardine della rivoluzione francese senza la quale tutti noi a quest'ora dovremmo versare la gabella al nobile di turno. Mi stupisce che un francese rinneghi questi basilari concetti della democrazia moderna solo perché qualcun'altro nel corso del tempo ne ha fatto un uso strumentale. Sarebbe come dire che la Francia e' male perché possiede delle colonie, direi che è una lettura riduttiva della storia della democrazia mondiale basata sul pregiudizio ideologico . Ed infatti a questo proposito il sig. Thibault riattacca col sionismo e l'antisemitismo (dopo certi titolo su questa testata era ovvio...) che è quanto di più ideologico possa esistere e sul quale non voglio entrare nel merito. Ci sono colpe in entrambi i fronti ma quello che spesso sfugge agli analisti e' la responsabilità della classe dirigente del modo arabo-mediorientale. Basta farsi un giro in quei paesi per rendersi conto dell' immenso divario economico tra ricchi e poveri. Mentre però in Europa queste tensioni sociali sono rivolte ai governanti, la rivoluzione francese ne è un esempio, nel mondo arabo le classi povere vengono strumentalmente inviate a combattere il concorrente economico. Se Israele fosse stato uno stato povero e disorganizzato a quest'ora non avremmo nulla da dirci. Quello che invece ho potuto costatare personalmente e' che quotidianamente in Israele vivono e lavorano fianco a fianco arabi, ebrei e cristiani alla faccia dell'ideologia!
Gli altri siti del nostro network