Immigrazione

Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Profughi, successo del corteo No Profughi ad Arzignano. Comitato: la prefettura ne prenda atto

ArticleImage Riceviamo da Comitato No profughi ad Arzignano e pubblichiamo
Un successo per certi versi imprevisto, visti i tempi ristretti in cui è stato organizzato, per il corteo avvenuto ad Arzignano, contro l'ipotesi di insediamento di un campo profughi in città. Oltre 1000 persone hanno manifestato in maniera composta e ordinata lungo le vie della città. Un corteo silenzioso illuminato dalle fiaccole, che ha visto la partecipazione di famiglie, uomini, donne, bambini, persone di diversa estrazione politica e anche diversi stranieri. Due grandissimi striscioni "Giù le mani da Arzignano", "No campi profughi in questa città", nessuna bandiera politica, nessun coro, a sfilare solo la dignità e la fermezza di un'intera comunità.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Via Medici: la via dei profughi. Meri Spiller mostra l'altra faccia dell'hotel Adele: "volete che muoiano in mare? Ditelo voi! Noi no!"

 

Camminavamo in Via Medici con un collega per iniziare le interviste per la nostra rubrica Arti e Mestieri, quando ci siamo imbattuti nel discusso Hotel Adele. Lo scenario è quello delle foto che accompagnano gli articoli sulla “via dei profughi”, nostri e della stampa locale: Hotel Adele, profughi fuori dall’hotel e affacciati alla terrazza. Ci avviciniamo ad alcuni di loro, chiediamo da dove vengano per lo più in inglese o in francese, pochissimi capiscono e parlano l’italiano. Sbirciando dalla finestra vediamo diversi profughi seduti ad un tavolo con davanti una lavagna e due che supponiamo siano insegnanti. La curiosità (giornalistica) ci spinge ad entrare. Ci accoglie il personale che nella confusione ci chiede chi siamo e, dopo una reazione "ostile" a chi ha evidenziato in passato alcuni dubbi sul modo di operare della struttura ("L'esclusiva di Salhama, profugo palestinese all'Hotel Adele: "Pulivo i loro appartamenti a dieci euro al giorno" e "Intervista esclusiva integrale di Salhama, un profugo palestinese all'Hotel Adele: passato e presente duri sognando un futuro"), ci fa entrare perchè, spieghiamo, ci piacerebbe raccontare anche la loro versione dell'accoglienza.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Operazione antiterrrorismo, sgominate due organizzazioni italo-albanesi. Zaia: un grande colpo contro la malavita

ArticleImage Regione Veneto
Un grande colpo contro una nuova forma di malavita, strisciante, organizzatissima, oltremodo pericolosa: l’industria dell’immigrazione clandestina. Rivolgo un ringraziamento riconoscente alla Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo di Venezia, al Procuratore Adelchi d’Ippolito e agli uomini e donne della Polizia di Frontiera di Venezia e Verona”. Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta “con grande soddisfazione” l’operazione che ha portato a sgominare due organizzazioni criminali italo-albanesi, con basi operative anche a Conegliano e Verona, che gestivano un lucroso traffico di immigrazione irregolare verso Londra e il regno Unito.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Immigrati, Zaia: 23,444 di cui circa il 60% sono già fantasmi. E' traffico di carne umana

ArticleImage Il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia snocciola dati inediti commentando la situazione dell’immigrazione in Veneto e il fenomeno degli sbarchi in Italia
Secondo i dati in nostro possesso, gli immigrati arrivati in Veneto a tutto il 23 giugno scorso sono stati 23.422, quelli presenti nelle strutture temporanee 9.386. Il 59,92% di queste persone, cioè 14.036, sono di fatto fantasmi: nessuno si sa chi siano, dove siano, cosa facciano, se soffrano o se siano entrati nel giro della malavita. Nel frattempo i dati della Prefettura di Vicenza su quattro mesi di lavoro della commissione per il riconoscimento dello status, attestano che 4 richiedenti su 5 non sono considerabili rifugiati.

Continua a leggere
Quotidiano | StranIeri, italiani oggi | Categorie: Immigrazione

Profughi in via Medici, Celebron della Lega: "come si permette il prefetto di imporre le proprie scelte?"

ArticleImage Interviene sulla spinosa questione profughi il segretario della Lega Nord di Vicenza Matteo Celebron, che nei giorni scorsi ha incontrato i residenti di Via Medici, saliti alla ribalta della cronaca per aver scoperto che gli appartamenti del loro condominio sono stati scelti dalla prefettura come luogo di accoglienza per i migranti: “In Via Medici si sta concretizzando quello che noi denunciamo da tempo. Vergognoso imporre ai cittadini l’occupazione di una palazzina residenziale”.

Continua a leggere
Quotidiano | StranIeri, italiani oggi | Categorie: Immigrazione

Profughi, Ciambetti: nei mass media è sparita la parola immigrati

ArticleImage Riceviamo dal presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, e pubblichiamo

Nei mass media è sparita la parola immigrati: si parla solo di profughi anche se sappiamo tutti che buona parte dei profughi che arrivano da noi  tali non sono.  Esclusa una sparuta minoranza, siamo in presenza di immigrati, la maggior parte manodopera priva di specializzazione, che cerca fortuna e un lavoro magari in Paesi come il nostro dove la disoccupazione è alta e la tendenza a sfruttare, ‘in nero’, i disperati e altrettanto elevata. Il fatto di chiamarli gli immigrati “profughi” serve solo a far digerire all’opinione pubblico l’obbligo all’accoglienza, obbligo doveroso e giusto in una società civile, ma inesistente per l’immigrazione. 

Continua a leggere
Quotidiano | Lettori in diretta | Categorie: Immigrazione

Migration compact, il contratto ufficiale sull'immigrazione

ArticleImage

Riceviamo da Adriano Verlato e pubblichiamo

Sotto questo titolo, in parte astruso, si cela un progetto interessante. Il nostro governo ha preparato un piano che ha la finalità di arrestare o, quantomeno, diminuire i flussi di immigrati che si riversano in Europa. Poiché la situazione, così com'è, è pressoché ingestibile, si è  sottoposto un piano di interventi da realizzare nei Paesi di partenza dei disperati che sono alla ricerca di una vita decente per sè e per i loro figli.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Festa ghanese al Baronio con i rifugiati e i vicentini: torneo di calcio, inni, preghiere (anche per Variati), cibo e balli

ArticleImage Negli ultimi mesi ogni week end i vicentini che passavano per viale Trento avranno potuto notare immigrati africani intenti a disputare intense partite di calcio al campo dell'Istituto Baronio. Oggi 24 aprile, però, il consueto appuntamento calcistico è stato impreziosito da un contorno particolare con l'occasione dell'arrivo a Vicenza di una delegazione diplomatica ghanese a Vicenza per la “Regina” Dora. È stato organizzato un torneo tra i rifugiati del Baronio e le squadre ghanesi di Vicenza, Valdagno, Schio, con tanto di inni nazionali italiano e ghanese prima dell'inizio delle partite.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Comune e Il Mosaico organizzano incontri per donne straniere. Dal Maso: ottimi rapporti stretti negli ultimi anni

ArticleImage Comune di Vicenza

Lavoro, salute e partecipazione saranno gli argomenti trattati in due incontri, dedicati alle donne straniere che vivono nel nostro territorio, che si terranno sabato 9 e 16 aprile dalle 9 alle 12 nella sede del Centro giovanile Tecchio in viale San Lazzaro 112 (primo piano). Ingresso libero. Lo scopo degli incontri, organizzati dall'ufficio pari opportunità del Comune di Vicenza con la collaborazione della cooperativa “Il Mosaico”, è favorire la partecipazione alla vita della città, azione prevista nell'ambito del progetto del Comune di Vicenza "Politiche di genere e sviluppo del territorio"  in tema di pari opportunità finanziato dalla Regione Veneto.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Bizzotto di Lega Nord su arrivo profughi a Vicenza: "il prefetto spieghi dove saranno sistemati"

ArticleImage Nota di Mara Bizzotto, europarlamentare di Lega Nord
“Il ‘bando di gara della vergogna’ con cui la Prefettura di Vicenza ha individuato oltre 30 tra cooperative, imprese e associazioni per mantenere 1730 clandestini presunti profughi per una spesa totale di oltre 18 milioni di euro, è un qualcosa di inaccettabile e di pericoloso per tutto il nostro territorio. Il Prefetto ci dica subito i luoghi esatti dove materialmente saranno alloggiati questi clandestini e sappia che non subiremo in silenzio questa situazione. Siamo pronti alle barricate e a forme clamorose di protesta e di disobbedienza per impedire che il Vicentino continui a riempirsi di extracomunitari di cui, spesso, non si conoscono neppure le generalità e che, come dimostrano i dati, nel 70% dei casi sono clandestini e non profughi”.

Continua a leggere
<| |>

ViPiù Top News
Commenti degli utenti

oggi alle 08:18 da kairos
In Tangenziale di Vicenza, Cristiani per la pace: cosa dirà l'Unesco?

ieri alle 16:06 da kairos
In Legalizzazione della cannabis: si o no? L'opinione dei vicentini su VicenzaPiùTv
Gli altri siti del nostro network