Immigrazione

Quotidiano | Categorie: Immigrazione, Fatti, Politica

Premiazioni profughi in Aim, oltre a Colla e Marchesiello mancava soprattutto Variati: stava facendo un'ordinanza contro la pipì sul sistema Zonin che ha terremotato Vicenza?

ArticleImage Ieri, 16 settembre, - scrivevamo - è stata «l'assessore Isabella Sala ad accogliere e consegnare gli attestati alla novantina del secondo gruppo di richiedenti asilo volontari che hanno prestato servizio lavorando per tre mesi e per quattro ore al giorno a mantenere la cura urbana sulle strade di Vicenza» sostituendo nella "cerimonia" il sindaco Achille Variati rimasto a Palazzo Trissino  "per il protrarsi di una riunione" come ci è stato detto dall'ufficio stampa comunale. Ma, assenti, oltre al primo cittadino  e in base alla convocazione comunale della conferenza stampa erano anche il vice prefetto vicario Massimo Marchesiello e il "padrone di casa", l'amministratore unico di Aim Vicenza Paolo Colla, anche se a ospitare i premiati c'era, comuqnue, il responsabile dell'ufficio stampa Silvio Scacco, ignaro del perchè del forfait di Colla.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Migranti, Veneto con Lombardia e Liguria firmano contro le modalità di accoglienza

ArticleImage La premessa del documento era perentoria: «I governi regionali qui convenuti non riconoscono le quote e le modalità di assegnazione a essi attribuite». Ma la conclusione a cui è poi arrivato il governatore veneto Luca Zaia, che insieme ai colleghi di centrodestra del Nord (il ligure Giovanni Toti eil lombardo Roberto Maroni) ha firmato la «carta di Genova» su immigrazione e sicurezza, è stata ancora più ruvida: «Non possiamo accettare che ancora oggi ci chiami l'ultimo prefetto del mondo e ci dica: "La sua quota è...". La sua quota è un bel cavolo». Torna dunque ad infiammarsi lo scontro fra la Regione e il Viminale sull'accoglienza dei migranti.

Continua a leggere
Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Immigrazione, Politica, Economia&Aziende

Libero: come si guadagna col business degli immigrati. A Vicenza il modello è l'Hotel Adele con residenze annesse

ArticleImage "Come funziona il business. «Con l'accoglienza ci guadagno»": sotto questo titolo l'articolo a firma di Giuseppe Spatola su Libero, che di certo non è un quotidiano di "accoglienti", ci racconta il business che c'è dietro gli immigranti, un modello che a Vicenza conosciamo soprattutto col nome dell'Hotel Adele e della sue residenze annesse e che anche noi abbiamo illustrato nel male e nel bene. Non è un modello illegittimo, se non devia verso sfruttamenti illeciti e servizi non resi a fronte dei 35 euro giornalieri che ogni struttura (non solo "accogliente" ma anche "imprenditoriale") riceve per ogni immigrato, ma sarebbe ora che chi parla e strepita contro i profughi e i richiedenti asilo esaminasse, come ha fatto Libero anche il giro di affari che generano, dopo quello immondo di chi li mette in mare su barche omicide, e che forse "incoraggia" i ritardi che ci sono nel definire le pratiche burocratiche che decretano se un profugo e richiedente asilo ha diritto alle tutele internazionali oppure no. Leggete (sia le considerazioni di Spatola  e poi la'rticolo in prima pagina di Mario Giordano) e ragioniamoci perchè la verità è sempre complessa da capire ma gli affari sono... semplici. Da individuare.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione

Profughi, ANCI Veneto scrive al presidente nazionale Piero Fassino

ArticleImage Di seguito pubblichiamo la richiesta di ANCI Veneto al presidente ANCI Piero Fassino e al Segretario Generale ANCI Veronica Nicotra
Gli organi di stampa nazionali e locali hanno dato ampio risalto ad un presunto accordo tra il Governo e ANCI che prevederebbe, senza ulteriori precisazioni, l'attribuzione per ogni Comune di un numero di 25 migranti ogni mille abitanti. La notizia sta suscitando rilevanti malumori tra i Sindaci del Veneto, soprattutto per il mancato coinvolgimento e l'assenza di qualsivoglia informazione su un accordo, che non ha visto in alcun modo partecipe ANCI Veneto.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione, Politica

Profughi e richiedenti asilo, il dibattito: c'è una Bandiera mossa dal nostro impegno, grazie Maria Rosaria, e un Carlo che l'ammaina. Grazie anche a Scandian

ArticleImage

Ieri abbiamo pubblicato un articolo sui problemi legati a profughi e richiedenti asilo a firma di Maria Rosaria Baldin che, esibendo dati e prospettando sue considerazioni, da una parte sosteneva la nostra vecchia  e mai sopita battaglia per la trasparenza nella gestione dell'accoglienza dall'altro forniva spunti utili per le riflessioni nostre e dei nostri lettori sul significato di "accoglienza", sui numeri realmente coinvolti, molto diversi di quelli populisticamente agitati per riscuotere consensi politici o mediatici dalla pancia della gente e non, cuore a parte, dalla testa, facendoci titolare così il suo articolo: "Su profughi e richiedenti asilo, non è più possibile tacere: il Veneto ospita in tutto n. 11.304 persone pari all'8% del totale, nel vicentino non arriviamo a 2.000 persone". Ci aspettavamo reazioni, soprattutto di pancia, e le abbiamo avute sulla pagina FB del nostro quotidiano web e sul mio profilo, a partire da un "Coviello, ti sei forse mangiato il cervello?", tipologia di commento prevalente, a un più complice "Chiarissimo. Tutto il resto è malafede. O sporco razzismo..." 

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione, Politica, Associazioni

Su profughi e richiedenti asilo, non è più possibile tacere: il Veneto ospita in tutto n. 11.304 persone pari all'8% del totale, nel vicentino non arriviamo a 2.000 persone

ArticleImage

"Cristoforo Colombo non poté scoprire l'America perché non aveva il visto e non aveva neppure il passaporto, Hernàn Cortès e Francisco Pizarro rimasero con la voglia di conquistare il Messico e il Perù perché non avevano il permesso di soggiorno, i pellegrini del Mayflower furono restituiti al mare, perché sulle coste del Massachussets non c'erano quote aperte d'immigrazione": ha scritto Eduardo Galeano

Politici locali interessati soltanto al consenso elettorale, supportati da certa stampa compiacente che ha fatto del sensazionalismo la sua bandiera, ci bombardano quotidianamente con esagerazioni, falsità e malafede. Ritengo gravissimo questo continuo alzare i toni del dibattito per infiammare i cittadini fomentando odio e rabbia.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione, Politica

Via Medici, Matteo Celebron per Lega Nord: "cittadini soli, appartamenti dell'Hotel Adele?". VicenzaPiu.com già fece questa domanda

ArticleImage Pubblicando la nota di Matteo Celebron, segretario Lega Nord Vicenza, che torna sulla questione di Via Medici e chiama in causa il sindaco Achille Variati, ricordiamo come VicenzaPiu.com in un'intervista di un profugo palestinese, lo chiamammo Salhama allora per motivi di riservatezza,  raccolse la sua denuncia di lavori svolti in appartamenti vicini all'Hotel Adele per conto della proprietà dello stesso albergo, secondo lui in nero e contro le leggi che regolano il lavoro dei rifugiati. Anche noi, quindi, dopo alcune indagini che sappiamo allora iniziarono, ci associamo alla domanda del segretario della Lega Nord sul voler conoscere se hotel Adele e appartamenti di Via Medici sono riconducibili alla stessa proprietà, il che genererebbe legittimi dubbi su un busisness fatto a spese dello Stato e sulla pelle dei rifugiati. Di seguito la nota di Matteo Celebron.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione, Politica

Altri mille posti in Veneto per gli immigrati tra povertà, business della cosiddetta "accoglienza", problemi sociali e convenienze politiche

ArticleImage Altri mille posti per gli immigrati: come negli Usa le nostre città si popolano di fantasmi e una ristretta élite eletta da una minoranza gestirà il potere reale.

I Prefetti eseguono ordini: non distribuiscono nel territorio e nelle nostre città uomini con mille problemi, semplicemente smaltiscono pratiche e numeri: altri mille immigrati? Mille pratiche da smaltire. Ma nei nostri Paesi arrivano mille persone, mille bocche da sfamare, mille problemi che vanno a sommarsi ad altre tante, troppe, questioni aperte. E di questi tempi, tra giovani disoccupati e sistema dell'assistenza sociale fatto esplodere dalle varie spending review che hanno sottratto capitali e risorse ai nostri Comuni, la strategia sembra sempre più chiara: riempire il Paese di disperati, disposti a lavorare anche per pochi €, mentre una massa sempre più crescente si dà alla macchia (14 mila solo in Veneto), un po' come nella grandi metropoli statunitensi o del sudamerica.

Continua a leggere
Quotidiano | StranIeri, italiani oggi | Inchieste | Categorie: Immigrazione, Fatti

I profughi “guest star” tra le montagne vicentine: reportage da Tonezza del Cimone

ArticleImage A prima vista sembrano normali villeggianti, chiacchierano ai tavolini e camminano per le vie del centro. Auricolari alle orecchie, occhiali da sole, infradito, musica a palla dalle stanze e su e giù per le salite in mountain bike. Qualcuno potrebbe scambiarli anche come calciatori in ritiro estivo, viste le quotidiane e intense partite di calcetto che mettono in scena su uno dei campi di calcio in paese. Solo che, a differenza dei calciatori "vip", loro sono immigrati arrivati a Tonezza del Cimone dalle terre del centro e nord Africa, o dai paesi mediorientali, dopo estenuanti e costose traversate, per poi entrare nel programma per rifugiati ed essere accolti all'Albergo Belvedere.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Immigrazione, Politica

Altri mille immigrati in Veneto, cresce il business per i professionisti dell'accoglienza: è l'opinione di Roberto Ciambetti

ArticleImage Altri mille posti per gli immigrati: come negli Usa le nostre città si popolano di fantasmi e una ristretta élite eletta da una minoranza gestirà il potere reale.
I Prefetti eseguono ordini: non distribuiscono nel territorio e nelle nostre città uomini con mille problemi, semplicemente smaltiscono pratiche e numeri: altri mille immigrati? Mille pratiche da smaltire. Ma nei nostri Paesi arrivano mille persone, mille bocche da sfamare, mille problemi che vanno a sommarsi ad altre tante, troppe, questioni aperte. E di questi tempi, tra giovani disoccupati e sistema dell'assistenza sociale fatto esplodere dalle varie spending review che hanno sottratto capitali e risorse ai nostri Comuni, la strategia sembra sempre più chiara: riempire il Paese di disperati, disposti a lavorare anche per pochi euro.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

ieri alle 16:37 da Kaiser
In Olimpiadi a Roma, interviene Achille Variati. Ferrarin dei 5 Stelle: "tema che non lo riguarda"

ieri alle 16:35 da Kaiser
In I 120 anni dalla nascita di Sandro Pertini: socialista, antifascista e poi simbolo degli italiani

Venerdi 23 Settembre alle 15:25 da Kaiser
In Unioni civili, inizia a Vicenza il primo corso prematrimoniale "Uniti e Felici". Arcigay: "primo in Italia"
Gli altri siti del nostro network