Economia&Aziende

Quotidiano | Categorie: Economia&Aziende

"Banche popolari: anatomia di un crollo" con Paoletti, Corò, Ambrosini e Dario Loison. L'imprenditore dolciario: la mia famiglia ha 22 milioni di euro di baciate BPVi sul collo, quello che ci hanno fatto è inconcepibile!

ArticleImage Si è da poco concluso il primo dibattito del Festival Fornaci Rossi "Banche popolari: anatomia di un crollo" moderato da  Nicolò Della Lucilla e con la partecipazione di Roberta Paolini, giornalista di la Repubblica, Giancarlo Corò, Professore di economia all'università di Venezia, Luigi Agostini pesidente di Federconsumatori, Dario Loison imprenditore vicentino titolare dell'omonima Industria Dolciaria di Cosabissara. Ad aprire i lavori dopo i saluti di rito è stata Roberta Paolini, che ha riassunto la vicenda della Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, dicendosi indignata dell'intera situazione e soprattutto del fatto che durante varie interviste Gianni Zonin , che apostrofava la collega, dopo le sue domande critiche, come "non conoscitrice delle tecniche di gestione di una banca", continuava a raccontare una situazione ben diversa della realtà.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: giornalismo , Economia&Aziende

Nuova BPVi in tribunale: "baciate" lecite. Il GdV nasconde il Cda dietro il Fondo Atlante e la tesi assolverebbe Gianni Zonin e tutto il "cucuzzaro". Antonino Cappelleri archivi e assegni i pm al problema di Variati: i profughi

Oggi il quotidiano locale riferisce della "giustificazione" in tribunale da parte dei nuovi vertici della Banca Popolare di Vicenza delle cosiddete "operazioni baciate"  nascondendo, tanto per cambiare e per "abbellire" come in passato i vertici della Popolare, la scelta delle tesi legali a loro sostegno dietro la nuova proprietà, il Fondo Atlante, che più di una volta ha, invece, dichiarato ufficialmente e in documenti inequivocabili, che non è suo compito gestire la banca, le cui decisioni e operazioni sono di totale e completa responsabilità del Cda, quello sì nominato dal fondo. Premettiamo questa fondamentale precisazione (le tesi sono della nuova BPVi e non della proprietà, anche se questa di certo non se ne lagna) per raccontare ai lettori la verità, come fatto in "Vicenza. La città sbancata", che ha raccolto in 342 pagine a 9,99 euro e di cui è in corso la seconda ristampa i nostri articoli testimonianza sul caso BPVi pubblicati fin dal 13 agosto 2010.

Continua a leggere
Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Economia&Aziende

Libero: la Germania si arricchisce con i nostri soldi, ora condivida il bottino

ArticleImage L’export va a gonfie vele. Così come i conti pubblici, il pieno impiego e la crescita dei salari. Ma c’è un punto debole nei primati dell’economia tedesca: «Il tallone d’Achille è l’assenza di nuovi investimenti», dice il capo economista di Ing. Carsten Brzeski, commentando gli ultimi dati economici in arrivo a oltre Reno. In sintesi: Nei primi sei mesi del 2016 la Germania ha accumulato un attivo di bilancio di 18,5 miliardi di euro. Il costo dell’ospitalità garantita ad oltre un milione di rifugiati non ha impedito un aumento del surplus di bilancio rispetto ai 18 miliardi del primo semestre 2015. Anzi, il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble può aspirare ad un nuovo record: 35 miliardi di attivo nel 2016.

Continua a leggere
Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Banche, Economia&Aziende

Gianni Zonin potrebbe tornare ai vertici della BPVi con Consoli in Veneto Banca: Padoan ritarda decreto su "onorabilità"

ArticleImage di Giorgio Meletti da Il Fatto Quotidiano
Una direttiva UE fissa criteri severi per l'onorabilità dei banchieri, ma da oltre un anno il ministro non la rende esecutiva. In tanti restano in sella, Zonin e Consoli potrebbero perfino tornare. Perché Vincenzo Consoli è stato arrestato il 2 agosto e Gianni Zonin lo hanno lasciato serenamente in ferie a Panarea? Protestano per la disparità di trattamento gli amici dell'uomo che ha distrutto 5 miliardi di capitale a Montebelluna come i nemici del viticoltore accusato di aver polverizzato 6 miliardi a Vicenza. La lite è solo un'amenità agostana, c'entra poco con il diritto. Più interessante è scoprire che oggi nessuna regola impedirebbe ad Alessandro Penati, azionista con il fondo Atlante delle due ex popolari venete, di rinominare i due al vertice delle loro creature.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Economia&Aziende

Acque Vicentine, disposta la restituzione del doppio addebito in bolletta

ArticleImage Acque Vicentine
In riferimento al disguido tecnico che ha provocato un doppio addebito nella sola bolletta del servizio idrico integrato con scadenza il 22 agosto per degli utenti dotati di domiciliazione bancaria di Barbarano Vicentino e di una piccola parte di Vicenza, Acque Vicentine informa che nella giornata di oggi è stata disposta la restituzione degli importi aggiuntivi con bonifico bancario su tutte le utenze interessate: operazione che avrà esecuzione tra domani e giovedì. Per non causare alcun peso aggiuntivo agli utenti e garantire la massima correttezza, l'importo rimborsato conterrà anche il calcolo degli interessi legali calcolati per tre giorni di valuta (visti i pochi giorni trascorsi tra addebito e restituzione, le modifiche saranno di fatto visibili solo per bollette con importo intorno ai 500 euro).

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Banche, Fatti, Economia&Aziende

La tenuta in Virginia di Gianni Zonin fu di Thomas Jefferson, Carlo Cambi di Libero: "per il presidente Usa le banche sono liberticide e i finanziamenti truffano il futuro, ma l'ex BPVi ha truffato il presente"

ArticleImage In un gustoso articolo su Libero Quotidiano, ripreso da Dagospia, Carlo Cambi dipinge un quadretto di Gianni Zonin, il fu presidente della (ex) Banca Popolare di Vicenza, che, se non parlassimo di un dramma a lui collegato per 118.000 e passa soci della BPVi, farebbe anche sorridere e che vi riportiamo per un passaggio che ci ha particolarmente colpito. Cambi premette: "Lo chiamavano il Doge. Il suo nome è Gianni Zonin: per venti anni presidente della Popolare di Vicenza portata quasi al fallimento. Incasserà (nel frattempo lo ha incassato, ndr) l' ultimo stipendio: un milione di euro mentre decine di migliaia di risparmiatori hanno perso tutto. Classe 1938, ha gestito soldi, potere, intrecci, alleanze come un monarca, neppure troppo illuminato".

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Economia&Aziende

Affitto sociale a Vicenza, Isabella Sala: sfratto come ultima soluzione

ArticleImage Comune di Vicenza
Tornano i contributi per chi fa fatica a pagare l'affitto a causa della crisi economica. Per scongiurare lo sfratto, il Comune, per il secondo anno consecutivo, ha attivato una forma di aiuto, l'"affitto sociale", riservata a persone che, per disoccupazione involontaria o sottooccupazione causate dalla crisi, non siano più in grado di sostenere l'affitto a prezzo di mercato e si trovino nella condizione di non essere riuscite a pagare fino a massimo due mensilità: prima, quindi, che venga avviata la procedura di intimazione di sfratto. In base al protocollo d'intesa siglato con prefettura di Vicenza e Caritas diocesana, è stato pertanto pubblicato un avviso per assegnare fino a dieci contributi del valore massimo di 250 euro mensili, per la durata di sei mesi, rinnovabili per ulteriori sei.

Continua a leggere
Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Economia&Aziende

Veneto Banca, ok dell'antitrust al Fondo Atlante

ArticleImage L'Antitrust ha dato il via libera a Quaestio sgr per l'acquisizione da parte del fondo Atlante di Veneto Banca. Lo comunica l'Autorità garante della concorrenza e del mercato nel bollettino settimanale. Secondo l'Agcm, l'operazione del fondo Atlante è congrua e non modifica la concorrenza, nonostante il fondo sia principale azionista anche della Banca Popolare di Vicenza. L'acquisizione, recita il bollettino, «si inserisce nel generale contesto di crisi che ha interessato il settore bancario in Italia negli ultimi mesi e, più in particolare, è finalizzata a trovare una soluzione allo stato di crisi registrato da Veneto Banca».

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Banche, Economia&Aziende

Veneto Banca taglia e chiede dimissioni Cda BIM. Ma BPVi cosa fa con costi Uffici stampa, Mini e privilegi di Iorio e con Marino Breganze e uomini di Zonin nei Cda di Banca Nuova e Fondazione Roi? E Achille Variati rimane muto

ArticleImage

La Banca Popolare di Vicenza non risponde ancora (forse sono tutti in ferie?) alle nostre domande sulle spese legate ad addirittura tre "organi di comunicazione" (Giampiero Beltotto portavoce consulente a partita Iva, vari dipendenti interni  e agenzia esterna Image Bulding) fatti pagare ad Atlante 1 da Gianni Mion, Salvatore Bragantini & c., sulla doppia auto e sulle spese di ristrutturazione dell'appartamento dell'ad Francesco Iorio, impoverito da quando ha dovuto rinunciare alla buonuscita milionaria dopo aver incassato una buona entrata da 1,8 milioni di euro. E i "comunicatori multipli" della BPVi non hanno avuto ancora mandato per rispondere alle altre nostre domande nè sulla permanenza di Marino Breganze ai vertici col resto del vecchio Cda monco solo di Zonin della disastrata Fondazione Roi (su cui nulla dice neanche Achille Variati nella foto tra Breganze e Zonin sui quali mai si è espresso con coraggio), ma soprattutto alla presidenza di Banca Nuova.

Continua a leggere
Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Politica, Economia&Aziende

Manovra, Il Fatto: zavorra da 37 miliardi di derivati su 150,9 miliardi di debito pubblico

ArticleImage Effetto boomerang. Servono per allungare la durata del debito e proteggere contro l'aumento dei tassi, ma dal 2006 stanno facendo lievitare i costi
di Stefano Feltri, da Il Fatto Quotidiano

Nel 2015 le perdite da derivati sono arrivate a 6,7 miliardi e il governo ha fatto privatizzazioni per 6,6 miliardi. Coincidenze? Le due voci si compensano nelle tabelle che misurano le variazioni del debito, ma come ogni anno la legge di Stabilità sulla quale il governo sta già lavorando viene scritta senza considerare l'impatto che avranno i contratti stipulati su 150,9 miliardi di debito pubblico (il "nozionale"). Il ministero del Tesoro non fornisce stime sull'impatto negativo previsto in corso d'anno, anche se è rilevante. Siamo passati dai 2,1 miliardi del 2011 ai 6,7 del 2015. E, come ricostruisce Bruno Tinti (in un'altra pagina del giornale, ndr), il Consiglio di Stato ha sancito che i giornalisti non hanno titolo a richiedere copia dei contratti tra ministero e banche. Ammesso che siano comprensibili.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

ieri alle 17:04 da PaolaFarina
In Sport business e gratuità di Daniela Sbrollini e Umberto Nicolai: congedo mestruale e free palasport per Basketball Tour a pagamento. Protestano gli uomini e il Vicenza Calcio?

ieri alle 08:05 da kairos
In Polizia Locale, Cub: stop alla propaganda politica sulla pelle degli agenti
Gli altri siti del nostro network