Diritti umani

Quotidiano | Categorie: Diritti umani, Fatti, Vita gay vicentina

Gay Pride a Tel Aviv visto da Vicenza: tra il sacro, il profano e "il Pinkwashing"

ArticleImage Il direttore di VicenzaPiù mi ha chiesto se volevo scrivere sul Gay Pride di Tel Aviv 3 la mia intenzione era di accontentarlo con un confronto fra rabbini. Mi sono documentata un po' sul libro Levitico (che fa parte dell'Antico Testamento) e sulla Torah. Non sono una grande conoscitrice di testi sacri, ma ho capito subito che avevo bisogno di tempo per il mio intento, per mettere a confronto alcune scuole di ebraismo su un argomento sul quale ci sono state molte dispute, grandi dibattiti e non poche divisioni. Ci proverò in futuro, sia con Rabbini Italiani "tradizionali" (già a questa mia affermazione avranno qualcosa da ridire), sia con gli Haredim (se vorranno parlare con me, tra le mie amicizie ne ho qualcuno che mi sopporta e mi concede scambi di opinioni, ma non è poi così semplice...), sia con Riformisti e con i Lubavitch. Sarà forse, se ci riuscirò, l'unica volta in cui io mi asterrò dall'esprimere alcun commento personale.

Continua a leggere
La penultima pillola in Più | Categorie: Diritti umani, Fatti

Troppi senzatetto? La soluzione c'è: alè e via i sottotetti... dall'Alì di Via Rossini

Quotidiano | Categorie: Politica, Diritti umani, Fatti

Accoglienza, Laura Puppato: "episodi violenti come quello di Trieste fomentano odio contro tutti gli immigrati"

ArticleImage "Gli episodi criminali, come la violenza alla studentessa in stazione a Trieste, crimine odioso e intollerabile, rendono ulteriormente più difficile il lavoro di chi da anni cerca di costruire ponti tra le comunità residenti e i richiedenti asilo accolti nel nostro paese, specialmente nel nord Italia, dove monta da tempo una protesta xenofoba e anti-immigrati fomentata dalla Lega Nord e altri partiti". Lo dice Laura Puppato nella nota che pubblichiamo, tornando sull'episodio di Trieste. "Nel momento in cui l'Italia accoglie i richiedenti asilo, con essi si crea un patto sottinteso di fiducia reciproca, per cui il profugo trova un luogo dove cercare di ricostruirsi una vita lontano dai pericoli che l'hanno portato a fuggire dalla propria terra e in cambio si impegna a rispettare le regole del paese che lo sta ospitando e a provare ad inserirsi nella nuova società che ha costumi e usanze precedenti al suo arrivo", ha detto Puppato.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Diritti umani, Fatti

Giuseppe Sini: a digiuno per il riconoscimento del diritto di voto per tutte le persone residenti in Italia

ArticleImage Care amiche e cari amici, gentili signore e signori, ci scrive Giuseppe Sini responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani", da lunedì 8 maggio ho iniziato un digiuno a sostegno della proposta del riconoscimento del diritto di voto per tutte le persone residenti in Italia, proposta che intende far cessare l'assurda e inammissibile negazione del diritto di voto a milioni di persone di famiglie non native che vivono stabilmente in Italia, persone che - come è scritto nell'appello all'Italia civile "Una persona, un voto" di cui sono primi firmatari padre Alex Zanotelli e la partigiana e senatrice emerita Lidia Menapace - "qui risiedono, qui lavorano, qui pagano le tasse, qui mandano a scuola i loro figli che crescono nella lingua e nella cultura del nostro paese.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Diritti umani

Le mamme in coda per l'elemosina di 800 euro, così si umilia un popolo

ArticleImage Se si vogliono perseguire politiche di sostegno alle nascite si incrementano gli asili nido e le tutele lavorative per le donne, non si dà alle neo mamme una umiliante elemosina di 800 euro. Purtroppo la drammatica situazione economica nella quale si trova la popolazione italiana fa sì che le neo-mamme siano costrette a subire l'umiliazione di dover fare richiesta del "bonus". Vedete, cari lettori, il "bonus" non è altro che una mortificante mancia, che viene quindi elargita con uno scopo ben preciso, quello di far sentire, colui che lo riceve, il "beneficiario" di un qualcosa di non dovuto e quindi in dovere di ringraziare per l'atto di "magnanimità". L'Italia si sta "grecizzando". Purtroppo si sta quindi verificando ciò che alcuni anni fa mi disse un conoscente di nazionalità greca che vive in Italia da diverso tempo. Vedi Giancarlo, mi disse, gli italiani dovrebbero essere molto preoccupati della terribile crisi che sta devastando la Grecia, perché tra un po' investirà anche loro.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Diritti umani

O.N.U, la "Messalina" dei paesi arabi: tra i membri dell'UN Women l'Arabia Saudita che nel "Consiglio delle giovani" non mostra donne

ArticleImage Nel 2016 l'O.N.U. ha avuto la brillante idea di inserire l'Iran - uno dei paesi più ginecofobo - del mondo nel comitato esecutivo dell'UN Women, l'organismo delle Nazioni Unite deputato a tutelare l'uguaglianza del sesso femminile. Probabilmente il silenzio politico internazionale, nel corso degli anni, ha fortificato l'O.N.U., autorizzandolo a deragliare sempre di più. Secondo alcune fonti, tra le quali UN Watch, qualche giorno fa l'Arabia Saudita è stata eletta membro dell'UN Commission on the Status of Women, per il periodo che va dal 2018 al 2022. A votare l'Arabia Saudita con Iraq, Repubblica di Corea, Giappone, Turkistan (video nomination) nella stessa Commissione, sarebbero stati anche Belgio, Repubblica Ceca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Portogallo, Svezia e Regno Unito ai quali si sono uniti gli Stati Uniti oltre naturalmente a diversi Stati arabi.

Continua a leggere
Opinioni | Quotidiano | Categorie: Diritti umani

Femminicidio, l'arma di uomini incapaci di amare donne con le ali

ArticleImage Si spendono senza ritegno le parole che seguono l'uccisione di una donna da parte del marito o del compagno, parole che ruotano troppo spesso attorno al possibile o intuibile movente perchè il trovarlo appare essere ai più un giustificativo al tremendo gesto. E allora si va a scavare nella vita di coppia, attraverso le parole dei vicini, degli amici e dei parenti; come se la mente umana potesse essere facilmente scrutabile e comprensibile attraverso il quotidiano incrociarsi. Ed hanno un sapore amaro le possibili cause perchè impediscono alla nostra coscienza di riflettere, di saltare l'ostacolo dell'apparenza e del ritorno, il più presto possibile, al quieto vivere. Fa male e al contempo mette paura e angoscia porsi seriamente di fronte ai vari casi di femminicidio.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Scuola e formazione, Diritti umani

Professoressa trans al Rossi, Claudia Rancati e Roberto Fogagnoli del PRC Vicenza: Donazzan parla di questo caso ma non dei problemi veri della scuola

ArticleImage La scuola della Repubblica, scrivono nella nota che pubblichiamo Claudia Rancati, responsabile scuola PRC Vicenza, e Roberto Fogagnoli, segretario PRC Vicenza, é una parte importante della società, ne costituisce un organo costituzionale secondo Piero Calamandrei. Se ne parla poco e male, spesso a sproposito. Ad esempio, assai poco si é detto della recente approvazione dei decreti delegati della legge 107. I testi non sono stati ancora diffusi, nonostante tocchino materie fondamentali, come il sostegno agli alunni disabili (con pesanti ricadute sulla effettiva possibilità di inclusione) e l'alternanza scuola lavoro (che con un pacchetto così considerevole di ore obbligatorie, già ora sta comportando moltissime difficoltà agli insegnanti ed agli studenti delle scuole superiori).

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Scuola e formazione, Diritti umani, Fatti

Professoressa trans del Rossi, "difendono" le scelte personali We Want Sex, Starfish e TransFormazione: se trans non può insegnare, fascista Elena Donazzan non sia assessore

ArticleImage

Sul "caso" della insegnante trans del Rossi di Vicenza, che ha generato prese di posizione opposte e più o meno condivisibili, quando si valuta una persona per le sue scelte personali e non per la sua professionalità, ma anche un'azione dimostrativa davanti all'Istituto scolastico, pubblichiamo dopo questa "prefazione" anche quella dell'Assemblea permanente We Want Sex, di Laurella Arietti di progetto TransFormazione e del Collettivo Starfish. Vorremmo contribuire a farne discutere senza preconcetti e nel rispetto di chi viene considerato "non normale" in base a concetti che molti accettano, altri no in ciò stesso mettendo in discussione l'universalità della "definizione" della normalità (nella foto un altro caso di trans che insegna, ndr). 

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Famiglia, Immigrazione, Diritti umani, Fatti, Chiesa

Don Kevin Mwandha: "il matrimonio dei preti non è una soluzione ad abusi e pedofilia"

ArticleImage Don Kevin Mwandha è un docente di diritto canonico presso l'Università Pontificia Salesiana di Roma. Sta soggiornando nella parrocchia di Cornedo durante la settimana di Pasqua. L'occasione è stata ottima per un'intervista a tutto campo sulle tematiche più attuali e scottanti del nostro tempo. Originario del Kenya, ha frequentato il seminario in Kenya, poi in Tanzania e ha conseguito la laurea in Teologia a Roma. Dal 2014, dopo aver insegnato a Nairobi e a Gerusalemme, svolge l'attività di docente universitario a Roma. "E' la seconda volta che vengo a Cornedo- afferma-. Mi trovo molto bene, anche grazie alla gentile accoglienza del parroco don Federico Marcazzan e dell'intera comunità".

Continua a leggere
<| |>



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

oggi alle 10:27 da Luciano Parolin (Luciano)
In "Campo Marzio o Campo Marzo", giovedì 23 novembre la presentazione della ricerca di Luciano Parolin a palazzo Trissino a Vicenza

oggi alle 07:41 da Kaiser
In "Campo Marzio o Campo Marzo", giovedì 23 novembre la presentazione della ricerca di Luciano Parolin a palazzo Trissino a Vicenza
Gli altri siti del nostro network