Cinema

Quotidiano | Categorie: Cinema, Fatti

Il vicentino Fabio Dalla Tomba nel cast di Jobs Act! Italian Business... con Valeria Marini e Fabrizio Corona

Abbiamo incontrato l’attore di Arzignano, Fabio dalla Tomba, che sbarcherà a gennaio sul grande schermo nel film che vedrà tra i protagonisti anche Valeria Marini e Fabrizio Corona: Jobs Act! Italian Business. Con questo film la società di produzione cinematografica App Media Group lancia il suo primo lungometraggio. L’attore vicentino Dalla Tomba vanta svariate esperienze, come ci racconta: è stato infatti conduttore di programmi televisivi locali e come attore nelle fiction "Il commissario Maretti" e "Onyros". Il suo percorso è particolare: da commercialista ad attore dalla provincia vicentina. Se siete curiosi di sapere come ce l’ha fatta guardate l’intervista in cui troverete anche qualche chicca su Fabrizio Corona.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Banche, Cinema

"La grande bellezza" e 62,50 euro: due titoli fasulli della BPVi di Gianni Zonin. Il primo rimane un capolavoro dell'arte, attendiamo Cappelleri e i giudici per definire il secondo

ArticleImage «Che c'eravamo persi? Un anziano regista, interpretato da Giulio Brogi, confida al Jep Gambardella di Toni Servillo l'eccitazione provata per il primo semaforo installato a Milano: "Mi pare che fosse il 12 aprile 1925. Mio padre mi mise sulle spalle perché c'era una gran folla, ma capisce? Una folla, radunata per vedere un semaforo. Che bellezza! Che grande bellezza!". Se non altro, negli oltre trenta minuti aggiuntivi capiamo il perché del titolo: poco c'entrava la sciupata magnificenza dell'Urbe, la grande bellezza era meneghina, la grande bellezza era un semaforo». È così che Federico Pontiggia su Il Fatto Quotidiano ci racconta la proiezione tre anni dopo il suo trionfo del film La grande bellezza "allungato" di 31 minuti di scene che «Paolo Sorrentino girò e poi tolse - precisa Malcom Pagani sullo stesso quotidiano - nel licenziare l'opera premiata con l'Oscar nel 2013».

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Cinema

Fabio Dalla Tomba, un attore vicentino al fianco di Fabrizio Corona e Valeria Marini. Mercoledì casting a Padova con App Movie produttore di "Jobs Act! Italian Business"

ArticleImage Fabio Dalla Tomba reciterà in"Jobs Act! Italian business", nuovo film di App Movie. Casting a Padova mercoledì 6 luglio

Ci sarà anche un attore vicentino, nel nuovo film con Fabrizio Corona. La società di produzione cinematografica App Media Group, che ha sedi e studi a Milano, Padova e Roma, ha avviato un nuovo progetto cinematografico, producendo attraverso la divisione App Movie, il suo primo lungometraggio. "Jobs Act! Italian Business" è il titolo della commedia che, nel suo cast, annovera tanti volti noti del cinema e dello spettacolo italiano. Da Valeria Marini a Umberto Smaila e Maurizio Mattioli, fino ad arrivare a Fabrizio Corona, che sbarca sul grande schermo dopo alcuni ruoli nelle serie tv televisive. Al loro fianco ci sarà anche un attore vicentino in rampa di lancio, Fabio Dalla Tomba. 42Enne nativo di Arzignano, Dalla Tomba vanta svariate esperienze come conduttore di programmi televisivi locali e come attore nelle fiction "Il commissario Maretti" e "Onyros".

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Cinema

Immobile del Cinema Odeon concesso alla "Cinema Odeon srl", Bulgarini: continuerà a svolgere la sua attività

ArticleImage Comune di Vicenza
“L'Odeon potrà continuare a svolgere l'attività cinematografica e a presentare rassegne che nei decenni l'hanno fatto diventare una delle sale più prestigiose del Veneto, in particolare per il cinema d'essai”. Il commento è del vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci che oggi ha ottenuto dalla giunta comunale il via libera alla concessione dell'immobile dell'ex chiesa dei Santi Faustino e Giovita alla società “Cinema Odeon srl”. La vicenda, già nota, è quella che riguarda l'impossibilità per la Società Generale di Mutuo Soccorso di continuare a gestire il cinema Odeon, oltre che le numerose altre iniziative culturali, non trattandosi di attività prettamente mutualistiche.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Cinema

Gianni Zonin e la Fondazione Roi, ora è un caso: dopo le "puntate" flop su azioni BPVI la triangolazione per comprare l'ex Cinema Corso. Di mezzo Berlusconi, Unicredit, Intesa e... il Multisala Roma. In città c'è Rai Report

ArticleImage

Mentre sale lo sconcerto per la vergogna che non provano neanche i "nuovi" del Cda della Banca Popolare di Vicenza, tra cui il faro made in Bce, Francesco Iorio, nel non opporsi alle buonuscite milionarie dei pessimi vertici precedenti e, peggio ancora, nell'accordare a se stessi retribuzioni complessivamente superiori a quelle del vicino passato crescono i rumors intorno a un altro feudo, quello della Fondazione Roi, che Gianni Zonin, suo presidente su nomina, per statuto, del precedente Cda della Banca, cioè di se stesso, si sarebbe costruito come buen retiro (riserva di caccia?) per il dopo "cacciata" dalla presidenza della BPVi.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Cinema, Eventi, Musica, Storia, Teatro

Giornata della memoria, le iniziative a Vicenza

ArticleImage

Comune di Vicenza
Il 27 gennaio verrà celebrata la Giornata della memoria istituita dal Parlamento nel 2000 in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni, nei campi nazisti, del popolo ebraico, ma anche di Sinti, Rom, disabili, Testimoni di Geova, omosessuali, oppositori politici. Il 27 gennaio 1945 infatti le truppe sovietiche dell’Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz e aprirono i cancelli del campo di sterminio.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Cinema

Energie sommerse, progetto KMCORTO.tv sull'agricoltura come scelta di vita

ArticleImage

Comune di Vicenza 

Sarà presentato venerdì 30 ottobre alle 18 al bar-ristorante della cooperativa sociale Insieme Al Barco, in via della Scola 255, il progetto della cooperativa Easy KMCORTO.tv, realizzato grazie al bando Energie Sommerse, promosso dall'assessorato alla crescita del Comune di Vicenza con il sostegno di Veneto Banca.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Cinema

"Striplife: Gaza in a Day", lungometraggio in proiezione a Vicenza

ArticleImage B55 polo giovani - Realizzato da cinque registi italiani (Nicola Grignani, Alberto Mussolini, Luca Scaffidi, Valeria Testagrossa e Andrea Zambelli), il film fa vivere agli spettatori una giornata nella Striscia di Gaza, in compagnia di sette diversi protagonisti. Tra loro ci sono un giovane rapper, una giornalista della tv, un fotografo, un vecchio contadino, due allevatrici.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Cinema, Televisione

Motion Graphics e drone per raccontare "Giulietta e Romeo"

ArticleImage Mercoledì 29 Aprile alla Corte delle Filande di Montecchio Maggiore ci sarà l'anteprima del video "Giulietta e Romeo ", curato da Nevio Zanni, realizzato da Franco Albanelli e tratto dal racconto della celebre novella scritta dal poeta vicentino Luigi Da Porto, un giovane condottiero che ferito in battaglia si ritira a Montorso. Dalla sua villa, vede davanti a sé i castelli di Montecchio Maggiore da cui trae ispirazione per scrivere la più famosa storia d'amore.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Cinema

"Pericoloso", un progetto di giovani vicentini. Apatici? No grazie

ArticleImage Sono vitali, entusiasti e professionali. Dedicano i fine settimana a girare scene in diversi luoghi del vicentino. Credono con forza nel loro progetto e ci mettono passione in ogni ciak. Sono giovani e sono impegnati nella realizzazione di un lungometraggio intitolato Pericoloso. Il progetto nasce e prende ispirazione dall'omonimo romanzo rosa pubblicato lo scorso anno dalla vicentina Roberta Caldognetto, 24 anni, educatrice in un centro culturale con un amore immenso per il cinema, che di questo progetto è ideatrice, oltre che sceneggiatrice e regista ("sul set di Pericoloso" in rosa Roberta Caldognetto e alla camera Alessandro Caldognetto).

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

Domenica 25 Settembre alle 15:46 da pachiara9
In A Vicenza due famiglie su tre hanno subito le conseguenze del disastro BPVi. Ma tutto e tutti sono fermi, come per la Fondazione Roi
C'è in effetti di che sorprendersi, e molto, che questa scia postcrack - che ha avvolto Vicenza e il suo territorio di competenza (Veneto, Friuli, etc.), ma soprattutto Vicenza città e provincia- sia rimasta buia e pressochè silenziosa. Si dice qui sopra, correttamente, che un danno così ingente ed economicamente massacratorio, inferto a tantissimi, avrebbe dovuto far suonare le famose trombe capponiane della "rivolta" determinata da parte di tutti coloro che a vario titolo sono stati beffati. E invece, appunto, poco o niente. Sulle ragioni di questa, chiamiamola eufemisticamente, apatia vicentina vengono elencate alcune cause, senz'altro plausibili, ma che non danno una risposta esauriente. Una risposta che rimane parziale. A parte quello sparuto gruppo di soci penalizzati che hanno alzato forte la voce - e lo stanno ancora facendo - tutti gli altri soci silenti o rassegnati costituiscono per me un mistero. Non si riesce a capire un simile atteggiamento direi "omertoso sui generis". Nè purtroppo riesco a trovare altre ragioni di tali comportamenti. Un vero e proprio mistero, senz'altro un rompicapo, questa assuefazione patologica che fa da pandant con quell'assuefazione altrettanto patologica dimostrata nel corso del ventennio zoniniano, quando nessuno (a parte pochi casi, rapidamente tacitati o minacciati) chiedeva di approfondire la gestione del dominus vinaiolo. Un padre-padrone a cui deferenza e obbedienza cieca erano dovute per volere divino (Bacco nel caso nostro!). Anche questo rimane un mistero! Quando verrà svelato?
Forse mai, rimarrà sepolto ai piedi di Monte Berico.

Sabato 24 Settembre alle 16:37 da Kaiser
In Olimpiadi a Roma, interviene Achille Variati. Ferrarin dei 5 Stelle: "tema che non lo riguarda"

Sabato 24 Settembre alle 16:35 da Kaiser
In I 120 anni dalla nascita di Sandro Pertini: socialista, antifascista e poi simbolo degli italiani
Gli altri siti del nostro network