Arte

Quotidiano | Categorie: Arte, Cultura

“Invito a Palazzo”, tre giorni di ingressi gratuiti per l'apertura dell'Ala Novecentesca del Chiericati

ArticleImage Comune di Vicenza
Da venerdì 7 ottobre a Palazzo Chiericati riapre al pubblico l'Ala Novecentesca completamente rinnovata dopo un lungo periodo di restauro e riallestimento durato otto anni. I visitatori potranno ammirare le opere dei maggiori artisti dal Duecento al Seicento rimaste per tanto tempo nei depositi del museo. "Per festeggiare, come facemmo con la Basilica, lo straordinario evento di restituzione del rinnovato Palazzo Chiericati alla città - ha annunciato oggi il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci - l'amministrazione comunale ha deciso di offrire tre giorni di ingresso gratuito a Palazzo Chiericati".

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte

Ceramica al femminile nel vicentino con Confartigianato e ViArt

ArticleImage Confartigianato Vicenza
S’intitola “Fragilità, il tuo nome è donna”, citando l’"Amleto" di Shakespeare, la mostra di ceramica al femminile - promossa da Confartigianato Vicenza, ViArt Artigianato Artistico e Associazione Pandora Artiste-Ceramiste col patrocinio dell’Associazione Italiana Città della Ceramica e del Comune di Nove - che sarà ospitata a Faenza (Circolo Arci Prometeo) dal 2 al 4 settembre, nel contesto di Argillà Italia, e poi dal 9 al 25 settembre approderà a Nove (Museo Civico della Ceramica e Sala De Fabris) per la XIX Festa della Ceramica e “Portoni Aperti”.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte, Politica

"Invito a Palazzo" Jacopo Bulgarini presenta il progetto per la prossima mostra a Palazzo Chiericati


Stamattina, come annunciato in precedenza, a Palazzo Chiericati il vice sindaco di Vicenza Jacopo Bulgarini d'Elci ha presentato il progetto "Invito a Palazzo". Un'iniziativa culturale volta alla valorizzazione artistica dell'intera città di Vicenza, che il 7 e 8 ottobre prossimi, darà a i vicentini e non solo, la possibilità di ammirare alcune opere non fruibili da molto tempo.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte

“Invito a Palazzo”, il 7 e 8 ottobre Palazzo Chiericati apre le porte all’arte e alla cultura

ArticleImage Ad ottobre prossimo ripartono i grandi appuntamenti dell'arte e della cultura a Vicenza: ad annunciarlo a Palazzo Chiericati è stato il vice sindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci. Il vice sindaco definisce l'appuntamento ribattezzato Invito a Palazzo molto importante per due motivi: primo perché l'iniziativa ridà la possibilità a Palazzo Chiericati di poter essere visitato con l'apertura di un nuovo percorso e l'esposizione di numerose opere che da tempo non sono visibili al pubblico.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte

69° Ciclo di Spettacoli Classici "Conversazioni", Bulgarini: si uscirà dal Teatro Olimpico, ma solo per conversare con le altre bellezze vicentine

ArticleImage Si è tenuta nell'odeo del Teatro Olimpico la presentazione del 69o ciclo di spettacoli classi che prende il nome di Conversazioni e che si terrà dal 13 settembre al 9 ottobre. Il vicesindaco Jacopo Bulgarini d'Elci esprime il proprio entusiasmo orgoglioso "è il culmine, per ora, del lavoro degli ultimi anni. Finirà di sicuro negli annali come esperienza di alto livello". L'idea del programma di quest'anno è portate una riforma. "È il 69o festival, ma è il primo di una nuova età". Diverse sono le novità designate dal vicesindaco. Si tratta infatti non più di un ciclo di spettacoli ma di un festival, ovvero diminuisce la durata e aumenta la concentrazione di spettacoli, saranno infatti molte le proposte ma grazie alle repliche sarà possibile  non perdere nemmeno un evento. Quantitativamente per tanto gli spettacoli passeranno da 6 a 13 alla settimana. Altra importante e fondamentale novità è che si esce da Teatro Olimpico, altri infatti saranno i luoghi protagonisti del festival. "È un paradosso? No" spiega Bulgarini.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte

Ncd: statua in piazza delle Erbe per il professore vicentino Renato Cevese

ArticleImage Domanda d'attualità di Lucio Zoppello e Dino Nani, consiglieri comunali di NCD
Renato Cevese: dove collocare una statua a lui dedicata? I sottoscritti consiglieri comunali, premesso che ne "Il Giornale di Vicenza" dello scorso martedì è stato pubblicato un interessante articolo dal titolo "Una statua dedicata a Renato Cevese" riguardante la realizzazione prima e collocazione poi di un'opera in bronzo dell'artista Severino Morlin di Nove.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte, Sanità

Lucio Turra parla a VicenzaPiùTv del patrimonio artistico di Ipab


Lucio Turra, presidente di Ipab, parla alle telecamere di VicenzaPiùTv di un aspetto sconosciuto ai vicentini della nota casa di riposo. Oltre al patrimonio economico, Ipab ne vanta anche uno artistico, che Turra definisce "una chicca". Duecento quadri (esposti anche al Museo Diocesano), il Boccalotti, l'oratorio delle monache, l'oratorio delle zitelle, la residenza Proti Vajenti Malacarne in pieno centro città, i chiostri di San Pietro, sono solo alcune delle opere d'arte motivo di orgoglio per Ipab.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte, Cultura, Turismo

Riportiamo le spoglie di Andrea Palladio a Santa Corona. Lì c'è anche la spina della vera croce e la storia dei vicentini illustri

ArticleImage La chiesa di Santa Corona è la croce e delizia della città di Vicenza, una perla nel cuore di Vicenza contiene affreschi tra i più importanti di tutta la provincia. E custodisce quella che dovrebbe essere una spina della corona che fu posata sulla fronte di Cristo oltre duemila anni fa (per chi non ci volesse credere, se non è una di quelle originali è quantomeno una di quelle a "marchio registrato" e spacciate per tali). La chiesa è anche uno dei punti nodali di un progetto di riqualificazione culturale della città, è sempre di più un'attrattiva turistica e devozionale, con tutti i problemi di sicurezza che ne conseguono.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte

"Dio da dio, luce da..." il nuovo impianto del Tempio San Lorenzo

ArticleImage

Di luce, si sa, ne è piena la simbologia della religione cristiana. Ed è arrivato oggi l'annuncio che nuova luce verrà fatta al Tempio di San Lorenzo di Vicenza. Nulla di metaforico, semplicemente verrà sistemato l'impianto luci della chiesa,e oggi abbiamo assistito alla consegna del lavori alla ditta Protecna, che, dopo gli ultimi confronti e il via libera della soprintendenza, darà luce nuova al tempio vicentino.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Arte, Mostre

Il lascito Ghiotto in mostra a Palazzo Chiericati, Bulgarini D'Elci: "una restituzione per la cittadinanza"

ArticleImage Solo una settimana fa aveva ancora tutta l'aria di un cantiere aperto, e a dire il vero il vocio degli operai ancora si sente, così come il rumore in sottofondo dei lavori in corso, ma che mancano ancora i battiscopa forse ce ne accorgiamo solo noi che con pignoleria sapevamo che qualche "mancanza edilizia" la si poteva trovare. Tuttavia è visitabile, e inaugurerà stasera alle 18 l'esposizione temporanea "Le strutture del Primario", che mette a disposizione della cittadinanza le opere del lascito Ghiotto, e anticipa quello che sarà il tassello conclusivo dell'esposizione permanente di Palazzo Chiericati.

Continua a leggere
<| |>

ViPiù Top News
Commenti degli utenti

1 ora e 7 minuti fa da Vanni
In La presunta “gara degli aghi”, a difesa del primario Vincenzo Riboni arriva l'amico Gian Antonio Stella. Su CorSera attacca Nursind, che replica: “toccato il fondo”. E dg Ulss 6 Pavesi su Rai 3 boccia l'ex candidato sindaco

oggi alle 15:43 da pachiara9
In Variati ha detto no al Dal Molin poi costruito e critica Raggi per il no alle Olimpiadi a Roma che non si fanno: dissentiamo dal M5S ma il sindaco ha mai detto no al malaffare locale?
Marco Travaglio (interiore!). Come quasi sempre nomen omen. Travaglio esce studiato dai Gesuiti - come Berlusconi, tanto per fare un pò di colore - e da buon predestinato viene colpito subito dal travaglio interiore. Pensa che ti ripensa, matura rapidamente una chiara avversione per tutto quello che è cattolico e si scopre clericale e laico, in ciò forgiato dal suo mentore e maestro Montanelli, mica uno qualunque. Eccolo insomma galoppino al giornale di Montanelli che ne intravvede le doti giornalistiche: in effetti scrive chiaro e almeno si capisce quello che dice. Poi però anno dopo anno si intravaglia sempre più e da buon allievo gesuita matura un'avversione totale per i poteri più o meno forti, per i partiti e gli uomini di potere, facendo profferte amorose per la Magistratura italiana. Ora, la magistratura italiana, per chi l'ha assaggiata non è così male. E' semplicemente pessima nella sua struttura, organizzazione, arroganza e incapacità di giudicare bene e rapidamente, a parte casi particolari. Una vera e propria casta che si è sempre più staccata dal paese reale sino a diventare dominatrice assoluta all'interno dello Stato, condizionando spesso e volentieri la scena politica e sociale. Ad oggi un vero cancro inestirpabile. Ma il Marcuccio la ama e da anni ( lo seguo ab origine) sciorina la sua attività giornalistica come un giudice a latere: colpevoli, rimproveri, anatemi, etc. etc. Insomma è diventato un Roberspierre de noantri. Leggi il suo quotidiano malessere sul misfatto quotidiano e ti accorgi se non è vero. Lui vive e rinasce solo quando c'è qualcosa da colpire, da condannare, da intimidire. Ecco allora che il mio accostamento con tanto famoso creatore del terrore ci sta tutto.O meglio ci stava tutto. Fino a all'altra sera, quando di fronte allo scatenato e senza freni Bomba (come lo chiama lui) il nostro Marco Travaglio non è nemmeno riuscito a sostenerne lo sguardo, non lo mai guardato negli occhi, ma solo accusato. Per essere un piccolo Roberspierre, è stata una vera debacle!. Quanto al servizio doppio di cui sopra, non si capisce come mai Variati invece di guardare al disastro berico targato BPVI e altro, pensi alla Raggi. Non è che ha un debole per lei, ma non viene ricambiato.?

oggi alle 07:13 da kairos
In Variati ha detto no al Dal Molin poi costruito e critica Raggi per il no alle Olimpiadi a Roma che non si fanno: dissentiamo dal M5S ma il sindaco ha mai detto no al malaffare locale?

ieri alle 21:32 da PaolaFarina
In La presunta “gara degli aghi”, a difesa del primario Vincenzo Riboni arriva l'amico Gian Antonio Stella. Su CorSera attacca Nursind, che replica: “toccato il fondo”. E dg Ulss 6 Pavesi su Rai 3 boccia l'ex candidato sindaco

Domenica 25 Settembre alle 15:46 da pachiara9
In A Vicenza due famiglie su tre hanno subito le conseguenze del disastro BPVi. Ma tutto e tutti sono fermi, come per la Fondazione Roi
C'è in effetti di che sorprendersi, e molto, che questa scia postcrack - che ha avvolto Vicenza e il suo territorio di competenza (Veneto, Friuli, etc.), ma soprattutto Vicenza città e provincia- sia rimasta buia e pressochè silenziosa. Si dice qui sopra, correttamente, che un danno così ingente ed economicamente massacratorio, inferto a tantissimi, avrebbe dovuto far suonare le famose trombe capponiane della "rivolta" determinata da parte di tutti coloro che a vario titolo sono stati beffati. E invece, appunto, poco o niente. Sulle ragioni di questa, chiamiamola eufemisticamente, apatia vicentina vengono elencate alcune cause, senz'altro plausibili, ma che non danno una risposta esauriente. Una risposta che rimane parziale. A parte quello sparuto gruppo di soci penalizzati che hanno alzato forte la voce - e lo stanno ancora facendo - tutti gli altri soci silenti o rassegnati costituiscono per me un mistero. Non si riesce a capire un simile atteggiamento direi "omertoso sui generis". Nè purtroppo riesco a trovare altre ragioni di tali comportamenti. Un vero e proprio mistero, senz'altro un rompicapo, questa assuefazione patologica che fa da pandant con quell'assuefazione altrettanto patologica dimostrata nel corso del ventennio zoniniano, quando nessuno (a parte pochi casi, rapidamente tacitati o minacciati) chiedeva di approfondire la gestione del dominus vinaiolo. Un padre-padrone a cui deferenza e obbedienza cieca erano dovute per volere divino (Bacco nel caso nostro!). Anche questo rimane un mistero! Quando verrà svelato?
Forse mai, rimarrà sepolto ai piedi di Monte Berico.
Gli altri siti del nostro network