Caricamento...


I grandi debitori insolventi con le banche, il Tg La7 dà i primi nomi per la BPVI: il Baronio con 11 milioni tra i tanti... "beneficiati"

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | 1 ora e 14 minuti fa

Da tempo è scoppiata la richiesta popolare di conoscere i nomi dei grandi debitori insolventi con le banche, quelli per intenderci che hanno beneficiato dei soldi arrivati nelle loro tasche facendoli "sparire" da quelle dei soci risparmiatori per i conseguenti buchi nei bilanci e l'inevitabile azzeramento di valore delle loro azioni. Questi buchi, che si sono accentuati anche per altri investimenti sbagliati dei Gianni Zonin di turno, per spese pazze di gestione e per strutture sovradimensionate, sono nati di sicuro dalla malagestio dei cda e dei dirigenti che hanno prestato soldi non loro a clienti inaffidabili. Se cda e dirigenti delle banche hanno appoggiato sotto traccia la richiesta dei soci traditi di conoscere gli elenchi dei debitori insolventi sperando, invano, di poter così allontanare da loro stessi, "innocenti" prestatori di soldi, almeno una parte delle loro responsabilità per poterle girare su quei cattivoni di debitori che hanno tradito la fiducia delle banche, tra cui le ex "nostre" Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.


(continua)

Caso Unesco: il video della conferenza stampa e il documento di 173 pagine con la valutazione Hia: integrali e senza filtri

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | 1 ora e 42 minuti fa

L'attesa valutazione del gruppo di esperti Hia (Heritage Impact Assessment) è stata presentata ieri a palazzo Trissino in una conferenza stampa dedicata agli inviati delle diverse redazioni vicentine. Legittimamente, ma con dubbia opportunità, l'accesso alla conferenza è stato invece vietato ai rappresentati delle diverse associazioni e ai comitati legati alla vicenda del marchio Unesco, che sono stati fatti rimbalzare fuori all'ingresso. La questione potrebbe essere considerata meramente pratica: se si invitano i media, saranno questi a dover trasmettere professionalmente le informazioni ai cittadini mentre associazioni e comitati, portatori di idee e posizioni magari preconcette, avrebbero potuto "interferire"  con la diafana presentazione della relazione tecnica. Ma è indubbio che anche noi cronisti potremmo essere condizionanti nei confronti dei lettori raccontando i fatti per come li interpretiamo.


(continua)

Transazione e "Situation room" BPVi, Marcello Poli spiega come funziona ai 94.000 soci invitati ad aderire: "la trasparenza è indispensabile a ricostruire la fiducia"

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | ieri alle 22:00

Pubblicato il 20 gennaio alle 17.23. Aggiornato alle 22.00. Bisogna travestirsi da Divino Otelma per azzeccare i numeri delle transazioni andate finora in porto con i 94.000 soci della Banca Popolare di Vicenza chiamati all'appello e alla concreta anche se amara realtà dei 9 euro offerti a fronte, ecco il concreto, dei 10 centesimi di valore, per giunta non ancora liquidizzabile, della azioni BPVi frutto della gestione dell'era Gianni Zonin protrattasi fino a Francesco Iorio, contro i 60 o 62,50 euro spesi per sottoscriverle o acquistarle dal 2007 al 2016. Questo è, infatti, il periodo preso in considerazione da Gianni Mion e Fabrizio Viola (e da Lanza e Carrus per Veneto Banca) col consenso di fatto del fondo Atlante, il nuovo socio di controllo assoluto della banca vicentina e della cugina, ora promessa sposa, montebellunese, ai cui azionisti andrebbe, analogamente a quelli di Vicenza e se lo accetteranno, il 15% del prezzo di acquisto o sottoscrizione delle loro quote, che hanno avuto un range più ampio di variazione a partire da 20 euro fino alla quotazione massima sopra i 40 euro.


(continua)



ArticleImage

Giorno della Memoria, a Vicenza mostra documentaria sulla persecuzione degli ebrei

Di Redazione VicenzaPiù | ieri alle 21:35

Di seguito la presentazione del Centro Culturale Italo-Tedesco sull'inaugurazione della mostra documentaria sulla persecuzione degli ebrei in Italia, prevista per il Giorno della Memoria

La storiografia italiana da diversi decenni ha intrapreso un’approfondita riflessione sulla specificità nazionale della persecuzione ebraica indagando in particolare le origini antiche dell’antigiudaismo, le caratteristiche del razzismo novecentesco, le modalità dell’applicazione della legislazione razzista del 1938 e della deportazione dalla penisola. Nell’ultimo ventennio si è inoltre assistito a un crescente interesse da parte di ampi settori della società civile verso la cultura, la storia e le tradizioni ebraiche. Sono stati prodotti decine di libri, film e documentari di livello e valore assai vario. 


(continua)

ArticleImage

Covepa: i 4 Cavalli di bronzo della Spv

Di Comunicati Stampa | ieri alle 21:25

Riceviamo da Matilde Cortese, Dott. Elvio Gatto, Arch. Massimo M. Follesa, portavoce CoVePA, e pubblichiamo

Il comunicato della Regione Veneto n. Comunicato stampa N° 73 del 19/01/2017 informa i cittadini della nomina della nuova squadra di Zaia per la Pedemontana Veneta. Tra essi spicca il nome dell'avvocato Marco Corsini dell'Avvocatura dello Stato. Al CoVePA preme sottolineare che conosciamo bene quest'ufficio, è stato quello che con pervicacia e ostinazione ha tentato di nascondere le carte della concessione di SPV, come andava sostenendo a più riprese l'ingegner Vernizzi. Egli andava citando il mitico parere dell'avvocatura dello stato sulla riservatezza industriale degli atti che alla fine hanno certificato il buco di SPV.


(continua)

ArticleImage

Grandi opere, Valentina Dovigo: manifestazione per unanime presa di coscienza collettiva

Di Note ufficiali | ieri alle 21:21

Riceviamo da Valentina Dovigo, consigliere comunale Lista Civica e Sel, e pubblichiamo

Sarò presente domani 21 gennaio alla manifestazione contro le grandi opere. Ancora una volta voglio sperare in una grande ed unanime presa di coscienza collettiva, sul fatto che la vera grande opera utile all'Italia ed agli italiani è la messa in sicurezza e la manutenzione del territorio. E' questo il cambiamento di cui abbiamo necessità, cambiamento che dovrà essere culturale e politico, ma soprattutto dovrà ridefinire le gerarchie delle agende politiche a tutti i livelli istituzionali.


(continua)

ArticleImage

Pedemontana Veneta, Andrea Zanoni del Pd: "rischia di diventare la truffa del secolo"

Di Note ufficiali | ieri alle 18:01

La Pedemontana rischia di diventare la truffa del secolo ai danni dei veneti”. Lo afferma il consigliere del Partito Democratico Andrea Zanoni, che interviene “dopo i tagli alle agevolazioni per chi percorrerà la nuova Superstrada” come si legge in una nota dell’esponente del PD. “La Regione ha nascosto da subito tutte le carte sulla Pedemontana Veneta, sia il contratto e il piano economico finanziario del 21 ottobre 2009 sottoscritti da Galan, sia gli aggiornamenti del 18 dicembre 2013 firmati da Zaia. Queste carte sono state portate alla luce dal sottoscritto che nel 2014 ha dovuto acquistarle dal notaio dove erano depositate, una vergogna”. 
(continua)




I grandi debitori insolventi con le banche, il Tg La7 dà i primi nomi per la BPVI: il Baronio con 11 milioni tra i tanti... "beneficiati"

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | 1 ora e 14 minuti fa

Da tempo è scoppiata la richiesta popolare di conoscere i nomi dei grandi debitori insolventi con le banche, quelli per intenderci che hanno beneficiato dei soldi arrivati nelle loro tasche facendoli "sparire" da quelle dei soci risparmiatori per i conseguenti buchi nei bilanci e l'inevitabile azzeramento di valore delle loro azioni. Questi buchi, che si sono accentuati anche per altri investimenti sbagliati dei Gianni Zonin di turno, per spese pazze di gestione e per strutture sovradimensionate, sono nati di sicuro dalla malagestio dei cda e dei dirigenti che hanno prestato soldi non loro a clienti inaffidabili. Se cda e dirigenti delle banche hanno appoggiato sotto traccia la richiesta dei soci traditi di conoscere gli elenchi dei debitori insolventi sperando, invano, di poter così allontanare da loro stessi, "innocenti" prestatori di soldi, almeno una parte delle loro responsabilità per poterle girare su quei cattivoni di debitori che hanno tradito la fiducia delle banche, tra cui le ex "nostre" Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.


(continua)

Caso Unesco: il video della conferenza stampa e il documento di 173 pagine con la valutazione Hia: integrali e senza filtri

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | 1 ora e 42 minuti fa

L'attesa valutazione del gruppo di esperti Hia (Heritage Impact Assessment) è stata presentata ieri a palazzo Trissino in una conferenza stampa dedicata agli inviati delle diverse redazioni vicentine. Legittimamente, ma con dubbia opportunità, l'accesso alla conferenza è stato invece vietato ai rappresentati delle diverse associazioni e ai comitati legati alla vicenda del marchio Unesco, che sono stati fatti rimbalzare fuori all'ingresso. La questione potrebbe essere considerata meramente pratica: se si invitano i media, saranno questi a dover trasmettere professionalmente le informazioni ai cittadini mentre associazioni e comitati, portatori di idee e posizioni magari preconcette, avrebbero potuto "interferire"  con la diafana presentazione della relazione tecnica. Ma è indubbio che anche noi cronisti potremmo essere condizionanti nei confronti dei lettori raccontando i fatti per come li interpretiamo.


(continua)

Transazione e "Situation room" BPVi, Marcello Poli spiega come funziona ai 94.000 soci invitati ad aderire: "la trasparenza è indispensabile a ricostruire la fiducia"

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | ieri alle 22:00

Pubblicato il 20 gennaio alle 17.23. Aggiornato alle 22.00. Bisogna travestirsi da Divino Otelma per azzeccare i numeri delle transazioni andate finora in porto con i 94.000 soci della Banca Popolare di Vicenza chiamati all'appello e alla concreta anche se amara realtà dei 9 euro offerti a fronte, ecco il concreto, dei 10 centesimi di valore, per giunta non ancora liquidizzabile, della azioni BPVi frutto della gestione dell'era Gianni Zonin protrattasi fino a Francesco Iorio, contro i 60 o 62,50 euro spesi per sottoscriverle o acquistarle dal 2007 al 2016. Questo è, infatti, il periodo preso in considerazione da Gianni Mion e Fabrizio Viola (e da Lanza e Carrus per Veneto Banca) col consenso di fatto del fondo Atlante, il nuovo socio di controllo assoluto della banca vicentina e della cugina, ora promessa sposa, montebellunese, ai cui azionisti andrebbe, analogamente a quelli di Vicenza e se lo accetteranno, il 15% del prezzo di acquisto o sottoscrizione delle loro quote, che hanno avuto un range più ampio di variazione a partire da 20 euro fino alla quotazione massima sopra i 40 euro.


(continua)

Rapporto sul "marchio" Unesco, Jacopo Bulgarini d'Elci: Vicenza non corre pericolo immediato di entrare nella black list

Di Note ufficiali | Giovedi 19 Gennaio alle 18:34

Mentre vi proponiamo la nostra intervista al vice sindaco Jacopo Bulgarini d'Elci, pubblichiamo dis eguito la nota ufficiale del Comune di Vicenza. "La fotografia non restituisce un sito in immediato pericolo. Vicenza non è da black list. Tant'è che abbiamo suggerito una serie di mitigazioni che possono certamente preservarne il valore di rilevanza mondiale. Le amministrazioni sono abituate a lavorare limitandosi al rispetto delle norme, ma chi detiene un patrimonio dell'umanità deve acquisire una diversa e più ampia cultura nella progettazione e nella valutazione dei progetti": questa, in estrema sintesi, la posizione espressa dagli esperti Katri Lisitzin, Francesco Sbetti e Katia Basili, degli studi "K. Lisitzin" e "Sistema" che oggi hanno consegnato all'amministrazione comunale la Valutazione di impatto sul patrimonio (HIA) relativa al sito Unseco "La città di Vicenza e le ville del Palladio nel Veneto", commissionata dal Comune in seguito a una raccomandazione promossa da Icomos, il braccio operativo di Unesco.


(continua)

Il racconto di Mattia Stella al termine del mandato di presidente Arcigay di Vicenza

Di Edoardo Pepe | Mercoledi 18 Gennaio alle 20:30

Il prossimo 28 gennaio si conclude l'esperienza di Mattia Stella come presidente dell'Arcigay di Vicenza. Nella studi di VicenzaPiùTv ha tracciato un bilancio del suo mandato per fare il punto sulla situazione della comunità Lgbt vicentina. Nell'intervista Stella affronta i temi della legge Cirinnà sulle unioni civili e sul primo Gay Pride a Vicenza constatando che “il salto culturale in città deve ancora esserci”.
(continua)

Padre Sala, da Vicenza a Scampia: "non chiudiamoci in casa, riappropriamoci delle nostre città"

Di Edoardo Andrein | Mercoledi 18 Gennaio alle 17:57


Padre Sergio Sala, gesuita, è tornato in questi giorni nella sua città, Vicenza, per raccontare la sua esperienza a Scampia, quartiere periferico di Napoli, nel quale svolge la sua missione da nove anni, prima da studente e ora responsabile di un centro socio culturale, in una realtà ogni giorno a rischio criminalità e droga. Dopo un incontro all'Associazione Vinova in viale Verdi, durante il quale abbiamo avuto modo di chiacchierare con lui, don Sala, fratello dell'assessore al sociale del Comune di Vicenza Isabella Sala, sarà impegnato in questi giorni in altre attività di solidarietà e spettacoli con alcune associazioni vicentine. “La città di Napoli è sicura - racconta a VicenzaPiùTv - veniteci a trovare. Il problema è che è diminuita molto l'età media della criminalità, ma non chiudiamoci in casa, riappropriamoci delle nostre città”.
(continua)





ArticleImage

Covepa: i 4 Cavalli di bronzo della Spv

Di Comunicati Stampa | ieri alle 21:25

Riceviamo da Matilde Cortese, Dott. Elvio Gatto, Arch. Massimo M. Follesa, portavoce CoVePA, e pubblichiamo

Il comunicato della Regione Veneto n. Comunicato stampa N° 73 del 19/01/2017 informa i cittadini della nomina della nuova squadra di Zaia per la Pedemontana Veneta. Tra essi spicca il nome dell'avvocato Marco Corsini dell'Avvocatura dello Stato. Al CoVePA preme sottolineare che conosciamo bene quest'ufficio, è stato quello che con pervicacia e ostinazione ha tentato di nascondere le carte della concessione di SPV, come andava sostenendo a più riprese l'ingegner Vernizzi. Egli andava citando il mitico parere dell'avvocatura dello stato sulla riservatezza industriale degli atti che alla fine hanno certificato il buco di SPV.


(continua)

ArticleImage

Occupazione dei Chiostri di San Francesco? Valter Orsi: un'architettata platealità

Di Note ufficiali | ieri alle 18:22

Dichiara il Sindaco di Schio, Valter Orsi, su quanto accaduto ieri in Città: “A Schio non mancano assolutamente luoghi e strutture per ospitare situazioni di emergenza. Basta rivolgersi agli uffici comunali per esservi indirizzati: Casa Bakhita, appartamenti comunali, strutture private gestite da Parrocchie e Associazioni. Com'è ben dimostrato da un caso segnalatoci in questi giorni che ha visto le Amministrazioni di Torrrebelvicino e Schio operare insieme, in tempo zero, per trovare una sistemazione a una famiglia in difficoltà.
(continua)

ArticleImage

Marchio Unesco "Vicenza? Bene, non benissimo" La valutazione degli esperti boccia la caserma americana e Borgo Berga

Di Pietro Zanella | ieri alle 17:39

"Bene, non benissimo". Il team di esperti che in 173 pagine ha valutato l'effetto che l'urbanizzazione ha avuto e avrà sulla città, non ha messo in discussione il marchio Unesco ma...
"Vicenza non è nella lista delle città a rischio" ha sentenziato Katia Basili, la super professionista della Hia (Heritage impact assessment) che insieme ai colleghi Francesco Sbetti e Katri Lisitzin ha redatto la valutazione d'impatto sulle sei opere (Borgo Berga, Tav, base Del Din, Villa Trissino, sistema delle tangenziali e San Biagio) che in diversa misura avrebbero potuto strappare il riconoscimento di "patrimonio dell'umanità" alla città. La bella notizia, però, non può tranquillizzare gli animi del partito anticemento, né quelli dei cittadini che si chiedono: "Dove stiamo andando?" Guardando perplessi i fantasmi di acciaio e cemento di Borgo Berga.
(continua)

ArticleImage

Pfas, Acque del Chiampo: l'allarme scatena le truffe

Di Redazione VicenzaPiù | ieri alle 17:16

Anche i truffatori leggono i giornali e l'allarme PFAS ed i rischi connessi alla qualità dell'acqua sono probabilmente all'origine di quanto accaduto stamattina quando in via degli Alpini, a Chiampo, una donna ha telefonato ad una coppia di utenti di Acque del Chiampo identificandosi come rappresentante della partecipata comunale e comunicando che il prossimo martedì 24 gennaio un incaricato dell'azienda si sarebbe recato presso la loro abitazione per un’analisi gratuita dell'acqua. L’insolita telefonata ha insospettito la coppia tanto da indurli a chiamare il Call Center di Acque del Chiampo SpA per ottenere chiarimenti sul punto. Ovviamente si trattava dell'ennesimo tentativo di malintenzionati per introdursi nelle abitazioni degli utenti AdC.
(continua)

ArticleImage

Centro Equestre, Comune di Caldogno: il Tar respinge il ricorso di Italia Nostra

Di Note ufficiali | ieri alle 16:45

Bocciate tutte le obiezioni presentate sia sul progetto, sia sul PAT e il Piano degli Interventi. Italia Nostra dovrà versare 5.000 euro ad ogni soggetto chiamato in giudizio

Il TAR del Veneto ha respinto il ricorso presentato da Italia Nostra contro il progetto del Centro Equestre di Caldogno. Pienamente riconosciuta, dunque, la legittimità dell’intero e complesso iter burocratico seguito da Comune di Caldogno, Provincia di Vicenza, Regione Veneto, Nuova Caldogno srl, Askoll srl e Italconst spa per arrivare al “via libera” definitivo all’accordo di programma che rende possibile la realizzazione del grande parco verde in un’area di oltre 230 mila metri quadrati attualmente in parte incolta, e in parte utilizzata per coltivazioni intensive, inaccessibile ai cittadini. 
(continua)

ArticleImage

Veneto, influenza ancora in crescita: 150 mila casi

Di Comunicati Stampa | ieri alle 15:35

Sono ancora in crescita i numeri dell'influenza in Veneto, dove le persone messe a letto dal virus sono 150.200 dall'inizio stagionale e 41.024 nella settimana tra il 9 e il 15 gennaio. Lo rivela l'ultimo Rapporto epidemiologico elaborato dalla Direzione Prevenzione della Regione del Veneto, diffuso oggi dall'Assessore alla Sanità Luca Coletto. Rispetto alla settimana precedente, l'incidenza è stata di 20 punti superiore, attestandosi a 83,5 casi per diecimila abitanti, in linea con la media nazionale. Le segnalazioni di complicanze dell'influenza, ad oggi, sono state 40, delle quali 21 gravi (14 con ricovero in terapia intensiva, 1 sottoposto al trattamento in Ecmo per l'ossigenazione extracorporea del sangue). In tutto, sono stati segnalati tre decessi correlabili all'influenza, tutti in persone con patologie pregresse.
(continua)



Transazione e "Situation room" BPVi, Marcello Poli spiega come funziona ai 94.000 soci invitati ad aderire: "la trasparenza è indispensabile a ricostruire la fiducia"

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | ieri alle 22:00

Pubblicato il 20 gennaio alle 17.23. Aggiornato alle 22.00. Bisogna travestirsi da Divino Otelma per azzeccare i numeri delle transazioni andate finora in porto con i 94.000 soci della Banca Popolare di Vicenza chiamati all'appello e alla concreta anche se amara realtà dei 9 euro offerti a fronte, ecco il concreto, dei 10 centesimi di valore, per giunta non ancora liquidizzabile, della azioni BPVi frutto della gestione dell'era Gianni Zonin protrattasi fino a Francesco Iorio, contro i 60 o 62,50 euro spesi per sottoscriverle o acquistarle dal 2007 al 2016. Questo è, infatti, il periodo preso in considerazione da Gianni Mion e Fabrizio Viola (e da Lanza e Carrus per Veneto Banca) col consenso di fatto del fondo Atlante, il nuovo socio di controllo assoluto della banca vicentina e della cugina, ora promessa sposa, montebellunese, ai cui azionisti andrebbe, analogamente a quelli di Vicenza e se lo accetteranno, il 15% del prezzo di acquisto o sottoscrizione delle loro quote, che hanno avuto un range più ampio di variazione a partire da 20 euro fino alla quotazione massima sopra i 40 euro.


(continua)

ArticleImage

Pedemontana Veneta, Andrea Zanoni del Pd: "rischia di diventare la truffa del secolo"

Di Note ufficiali | ieri alle 18:01

La Pedemontana rischia di diventare la truffa del secolo ai danni dei veneti”. Lo afferma il consigliere del Partito Democratico Andrea Zanoni, che interviene “dopo i tagli alle agevolazioni per chi percorrerà la nuova Superstrada” come si legge in una nota dell’esponente del PD. “La Regione ha nascosto da subito tutte le carte sulla Pedemontana Veneta, sia il contratto e il piano economico finanziario del 21 ottobre 2009 sottoscritti da Galan, sia gli aggiornamenti del 18 dicembre 2013 firmati da Zaia. Queste carte sono state portate alla luce dal sottoscritto che nel 2014 ha dovuto acquistarle dal notaio dove erano depositate, una vergogna”. 
(continua)

ArticleImage

Pari opportunità, nuova commissione regionale: prima iniziativa la “coperta di Giulietta” per dire no alla violenza contro le donne

Di Note ufficiali | ieri alle 17:45

L’integrazione delle donne in Veneto, la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere, la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, la promozione dell’autoimprenditorialità e del lavoro autonomo, l’invecchiamento attivo e l’educazione ad una società inclusiva sono i binari di lavoro della nuova commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna, presieduta dalla veronese Elena Traverso. Oggi l’assessore regionale Elena Donazzan, che ha anche la delega alle pari opportunità, ha insediato nella sede del palazzo Grandi Stazioni di Venezia, l’organismo regionale rinnovato a fine 2016.
(continua)

ArticleImage

Commercio ambulante, Roberto Marcato: governo crea caos, noi in pieno accordo con le associazioni tentiamo di rimediare

Di Comunicati Stampa | ieri alle 17:40

“Com’è uso fare con frequenza in molti settori, anche in quello del commercio ambulante il Governo ha creato caos e adesso tocca a noi rimediare, in pieno accordo con le associazioni di categoria degli operatori di un settore dove sono state create difficoltà di cui non c’era bisogno. Con Confcommercio-Fiva e Confesercenti Anva conduciamo una battaglia comune.”. Con queste parole, l’Assessore all’Economia del Veneto Roberto Marcato interviene, definendo “improvvida” la proroga a fine 2018 per le concessioni per il commercio su area pubblica, decisa dal Governo con il cosiddetto “decreto legge milleproroghe” e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 30 dicembre 2016, “in assenza del dovuto confronto con le Regioni”.
(continua)

ArticleImage

Veneto, influenza ancora in crescita: 150 mila casi

Di Comunicati Stampa | ieri alle 15:35

Sono ancora in crescita i numeri dell'influenza in Veneto, dove le persone messe a letto dal virus sono 150.200 dall'inizio stagionale e 41.024 nella settimana tra il 9 e il 15 gennaio. Lo rivela l'ultimo Rapporto epidemiologico elaborato dalla Direzione Prevenzione della Regione del Veneto, diffuso oggi dall'Assessore alla Sanità Luca Coletto. Rispetto alla settimana precedente, l'incidenza è stata di 20 punti superiore, attestandosi a 83,5 casi per diecimila abitanti, in linea con la media nazionale. Le segnalazioni di complicanze dell'influenza, ad oggi, sono state 40, delle quali 21 gravi (14 con ricovero in terapia intensiva, 1 sottoposto al trattamento in Ecmo per l'ossigenazione extracorporea del sangue). In tutto, sono stati segnalati tre decessi correlabili all'influenza, tutti in persone con patologie pregresse.
(continua)

ArticleImage

Pfas, M5S: "Zaia mandi a casa Coletto e Bottacin o perderà credibilità"

Di Note ufficiali | ieri alle 15:28

"Se Zaia non farà dimettere Luca Coletto e Gianpaolo Bottacin perderà credibilità agli occhi dei veneti". A dirlo, chiedendo ancora una volta una dura presa di posizione da parte del governatore del Veneto nei confronti degli assessori che gli hanno tenuto nascosta la lettera-scandalo sui Pfas, sono i consiglieri veneti del Movimento 5 Stelle Jacopo Berti e Manuel Brusco. Gli esponenti del Movimento sono stati infatti duramente criticati dai due assessori dopo che, nel corso di una conferenza stampa sui Pfas tenutasi a Padova, avevano sottolineato come Coletto e Bottacin avessero nascosto la nota del direttore regionale della sanità, Domenico Mantoan: in questa lettera, rimasta segreta per almeno un mese e mezzo, lo stesso Mantoan ribadiva la necessità di spostare la fonte dell'inquinamento e avvertiva dei grandi rischi che la situazione ha portato e porterà per la salute di centinaia di migliaia di veneti.
(continua)



ArticleImage

Giorno della Memoria, a Vicenza mostra documentaria sulla persecuzione degli ebrei

Di Redazione VicenzaPiù | ieri alle 21:35

Di seguito la presentazione del Centro Culturale Italo-Tedesco sull'inaugurazione della mostra documentaria sulla persecuzione degli ebrei in Italia, prevista per il Giorno della Memoria

La storiografia italiana da diversi decenni ha intrapreso un’approfondita riflessione sulla specificità nazionale della persecuzione ebraica indagando in particolare le origini antiche dell’antigiudaismo, le caratteristiche del razzismo novecentesco, le modalità dell’applicazione della legislazione razzista del 1938 e della deportazione dalla penisola. Nell’ultimo ventennio si è inoltre assistito a un crescente interesse da parte di ampi settori della società civile verso la cultura, la storia e le tradizioni ebraiche. Sono stati prodotti decine di libri, film e documentari di livello e valore assai vario. 


(continua)

ArticleImage

Teatro, Ottavia Piccolo in "Donna non rieducabile": tutto esaurito

Di Comunicati Stampa | ieri alle 12:36

Continua la Stagione di Prosa al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza, con una produzione di grande impegno che ha ottenuto grandi consensi di pubblico e di critica: si tratta di “Donna non rieducabile”, uno spettacolo di Stefano Massini, regia di Silvano Piccardi, interprete una straordinaria Ottavia Piccolo; lo spettacolo sarà in scena, unica data in Veneto, giovedì 26 gennaio alle 20.45 al Ridotto; i biglietti sono esauriti, saranno disponibili in caso di rinuncia dei possessori. Prodotto dal Centro d’Arte Contemporaneo Teatro Carcano, lo spettacolo è dedicato alla vicenda della giornalista russa Anna Politkovskaja, morta assassinata nel 2006 per il suo impegno in favore dei diritti umani e della causa cecena.
(continua)

ArticleImage

Giorno della memoria, a villa Guiccioli uno spettacolo del regista Senio Dattena

Di Comunicati Stampa | ieri alle 12:20

Nell'ambito delle iniziative organizzate dal Comune di Vicenza per celebrare il Giorno della memoria, istituito con legge 211/2000 e commemorato il 27 gennaio - data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz - per ricordare lo sterminio e la persecuzione degli ebrei e dei deportati militari e politici nei campi nazisti, l'assessorato alla crescita propone lo spettacolo "Una cena veramente straordinaria - L'amore, la vita, la morte ai tempi del ghetto" che si terrà venerdì 27 gennaio alle 20.30 nell'auditorium del Museo del Risorgimento e della Resistenza di Villa Guiccioli, in viale X Giugno 115.
(continua)

ArticleImage

10 anni fa l'oro di Enrico Fabris a Torino

Di Piero Casentini | ieri alle 10:43

Enrico Fabris si è ritirato da oltre 5 anni, ma il suo nome rimane inciso nella storia del pattinaggio di velocità su ghiaccio. Dieci anni fa, il 20 gennaio 2007, Fabris vinse a Torino, durante la XXIII Universiade invernale, la medaglia d'oro sui 1000 metri. Nel corso del medesimo evento sportivo vinse l'oro sui 1500 metri e, insieme a Luca Stefani e Matteo Anesi, l'oro nell'Inseguimento a squadre. Nato ad Asiago nel 1981 ma cresciuto nella contrada Toccoli di Roana, Enrico Fabris inizia giovanissimo a pattinare sul ghiaccio nella pista di Gallio, complice il papà Valerio, allenatore della Società Sportiva Ghiaccio Roana nella quale il figlio è tesserato.
(continua)

ArticleImage

Il vicesindaco Bulgarini e il medioevo: usiamo bene i termini e non "alla carlona"!

Di Italo Francesco Baldo | ieri alle 09:50

Per fortuna che non è "assessore alla cultura", ci sarebbe da ridire e molto sulla mancanza di stile dell'Assessore Vicesindaco di Vicenza Jacopo Bulgarini d'Elci. Sappiamo che ha frequentato la "piccola Atene" di Vicenza, quel Liceo classico che ha avuto Santi e poeti come direttori e ha plasmato la classe dirigente della città berica, sappiamo che è stato studente della Facoltà di Filosofia della prestigiosa Università di Padova, sappiamo che si è dilettato di pubblicare qualche articolo che lasciava intravvedere almeno qualche capacità critica, sappiamo che la "ploitica" con i suoi annessi e connessi è la sua vera attività lavorativa dal 2008, sappiamo che è stato "prodotto" come vicesindaco di Vicenza ma non ha partecipato alle elezioni democratiche, ma imposto da chi, Achille Variati, fin dai suoi primi vagiti ha fatto della politica il suo mestiere e reddito e ha cavalcato l'onda del "No Dal Molin" come chiave per la sua elezione.
(continua)

ArticleImage

"Luci sul quotidiano nel mondo antico", un nuovo ciclo d'incontri al Chiericati

Di Comunicati Stampa | ieri alle 09:14

Il Comune di Vicenza rende noto che il Gruppo Archeologico C.R.T. Centro Ricerche Territorio, in collaborazione con l’assessorato alla crescita, a seguito del successo delle conferenze autunnali dedicate alla salvaguardia del patrimonio archeologico, propone un nuovo ciclo di conferenze domenicali: “Luci sul quotidiano nel mondo antico”. Gli incontri, che si inseriscono nel quadro più generale delle attività culturali della città, si terranno mensilmente da gennaio a maggio a Palazzo Chiericati. Il ciclo si propone di “illuminare” alcuni aspetti meno conosciuti dell’antichità, con particolare riferimento al mondo greco e romano.
(continua)






I grandi debitori insolventi con le banche, il Tg La7 dà i primi nomi per la BPVI: il Baronio con 11 milioni tra i tanti... "beneficiati"

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | 1 ora e 14 minuti fa

Da tempo è scoppiata la richiesta popolare di conoscere i nomi dei grandi debitori insolventi con le banche, quelli per intenderci che hanno beneficiato dei soldi arrivati nelle loro tasche facendoli "sparire" da quelle dei soci risparmiatori per i conseguenti buchi nei bilanci e l'inevitabile azzeramento di valore delle loro azioni. Questi buchi, che si sono accentuati anche per altri investimenti sbagliati dei Gianni Zonin di turno, per spese pazze di gestione e per strutture sovradimensionate, sono nati di sicuro dalla malagestio dei cda e dei dirigenti che hanno prestato soldi non loro a clienti inaffidabili. Se cda e dirigenti delle banche hanno appoggiato sotto traccia la richiesta dei soci traditi di conoscere gli elenchi dei debitori insolventi sperando, invano, di poter così allontanare da loro stessi, "innocenti" prestatori di soldi, almeno una parte delle loro responsabilità per poterle girare su quei cattivoni di debitori che hanno tradito la fiducia delle banche, tra cui le ex "nostre" Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.


(continua)

Transazione e "Situation room" BPVi, Marcello Poli spiega come funziona ai 94.000 soci invitati ad aderire: "la trasparenza è indispensabile a ricostruire la fiducia"

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | ieri alle 22:00

Pubblicato il 20 gennaio alle 17.23. Aggiornato alle 22.00. Bisogna travestirsi da Divino Otelma per azzeccare i numeri delle transazioni andate finora in porto con i 94.000 soci della Banca Popolare di Vicenza chiamati all'appello e alla concreta anche se amara realtà dei 9 euro offerti a fronte, ecco il concreto, dei 10 centesimi di valore, per giunta non ancora liquidizzabile, della azioni BPVi frutto della gestione dell'era Gianni Zonin protrattasi fino a Francesco Iorio, contro i 60 o 62,50 euro spesi per sottoscriverle o acquistarle dal 2007 al 2016. Questo è, infatti, il periodo preso in considerazione da Gianni Mion e Fabrizio Viola (e da Lanza e Carrus per Veneto Banca) col consenso di fatto del fondo Atlante, il nuovo socio di controllo assoluto della banca vicentina e della cugina, ora promessa sposa, montebellunese, ai cui azionisti andrebbe, analogamente a quelli di Vicenza e se lo accetteranno, il 15% del prezzo di acquisto o sottoscrizione delle loro quote, che hanno avuto un range più ampio di variazione a partire da 20 euro fino alla quotazione massima sopra i 40 euro.


(continua)

ArticleImage

Esercito Usa sostituisce Beretta - Una commessa da 580 mln d. Verranno fabbricate in New Hampshire

Di Ansa | ieri alle 21:06

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - L'Us Army, l'esercito degli Stati Uniti, ha scelto come nuova pistola la Sig Sauer P320, per sostituire le Beretta M9 (una versione militare della 92FS), che nel 1985 sostituì a sua volta la storica Colt 1911. Lo scrive Forbes online, precisando che la commessa ha un valore di 580 milioni di dollari per i prossimi 10 anni. Le Beretta 92FS sono anche state molto popolari nei film americani: da Bruce Wills in Die Hard a Mel Gibson in Arma Letale. L'azienda italiana ha un quartier generale Usa in Maryland e dagli anni '80 impianti in diversi Stati, tra cui il Tennessee. Le P320, che verranno fabbricate in New Hampshire, sono pistole polimeriche prodotte dal 2014 dalla ditta svizzero-tedesca. Sono modulari, possono essere munite di silenziatori e si può modificarne anche il calibro.
(continua)

ArticleImage

Petrolio chiude in rialzo a Ny, 52,4 dlr - Quotazioni salgono del 2,0%

Di Ansa | ieri alle 20:56

(ANSA) - NEW YORK, 20 GEN - Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono del 2,0% a 52,42 dollari al barile.
(continua)

ArticleImage

Spread Btp chiude stabile a 159 punti - Rendimento al 2,0%

Di Ansa | ieri alle 18:16

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Lo spread fra Btp e Bund chiude stabile a 159 punti base sugli stessi valori della chiusura di giovedì. Il rendimento del decennale italiano è pari al 2,0%.
(continua)

ArticleImage

Borsa: Milano piatta, male finanziari - In fondo al listino Yoox neat-a-porter e Ubi Banca. Svetta Bper

Di Ansa | ieri alle 18:14

(ANSA) - MILANO, 20 GEN - La Borsa di Milano chiude piatta l'ultima seduta della settimana, nel giorno dell'insediamento del nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump e dopo che la presidente della Fed, Janet Yellen, ha assicurato che il rialzo dei tassi avverrà in modo 'prudente'. Piazza Affari è stata appesantita dalle vendite sui titoli finanziari. In fondo al listino Yoox net-a-porter che ha ceduto il 4,2%. Male anche Ubi -2,2%, Unipol - 1,6% e Unicredit -1,5%. In lieve calo anche Mediaset che ha ceduto lo 0,2% e Banca Mediolanum -0,1%. Svetta in cima al listino Bper in rialzo dell'1,6%, Cnh Industrial +1,5% e FinecoBanck +0,9%. Luxottica chiude le contrattazioni sulla parità. Positivi anche i titoli energetici con Italgas che guadagna l'1,3%, Eni +0,3% e Saipem +0,1%. In controtendenza Snam in calo dello 0,7%.
(continua)



Leggi tutti

ArticleImage

Teatro, Ottavia Piccolo in "Donna non rieducabile": tutto esaurito

Di Comunicati Stampa | ieri alle 12:36

Continua la Stagione di Prosa al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza, con una produzione di grande impegno che ha ottenuto grandi consensi di pubblico e di critica: si tratta di “Donna non rieducabile”, uno spettacolo di Stefano Massini, regia di Silvano Piccardi, interprete una straordinaria Ottavia Piccolo; lo spettacolo sarà in scena, unica data in Veneto, giovedì 26 gennaio alle 20.45 al Ridotto; i biglietti sono esauriti, saranno disponibili in caso di rinuncia dei possessori. Prodotto dal Centro d’Arte Contemporaneo Teatro Carcano, lo spettacolo è dedicato alla vicenda della giornalista russa Anna Politkovskaja, morta assassinata nel 2006 per il suo impegno in favore dei diritti umani e della causa cecena.
(continua)

ArticleImage

Giorno della memoria, a villa Guiccioli uno spettacolo del regista Senio Dattena

Di Comunicati Stampa | ieri alle 12:20

Nell'ambito delle iniziative organizzate dal Comune di Vicenza per celebrare il Giorno della memoria, istituito con legge 211/2000 e commemorato il 27 gennaio - data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz - per ricordare lo sterminio e la persecuzione degli ebrei e dei deportati militari e politici nei campi nazisti, l'assessorato alla crescita propone lo spettacolo "Una cena veramente straordinaria - L'amore, la vita, la morte ai tempi del ghetto" che si terrà venerdì 27 gennaio alle 20.30 nell'auditorium del Museo del Risorgimento e della Resistenza di Villa Guiccioli, in viale X Giugno 115.
(continua)

ArticleImage

"Luci sul quotidiano nel mondo antico", un nuovo ciclo d'incontri al Chiericati

Di Comunicati Stampa | ieri alle 09:14

Il Comune di Vicenza rende noto che il Gruppo Archeologico C.R.T. Centro Ricerche Territorio, in collaborazione con l’assessorato alla crescita, a seguito del successo delle conferenze autunnali dedicate alla salvaguardia del patrimonio archeologico, propone un nuovo ciclo di conferenze domenicali: “Luci sul quotidiano nel mondo antico”. Gli incontri, che si inseriscono nel quadro più generale delle attività culturali della città, si terranno mensilmente da gennaio a maggio a Palazzo Chiericati. Il ciclo si propone di “illuminare” alcuni aspetti meno conosciuti dell’antichità, con particolare riferimento al mondo greco e romano.
(continua)

ArticleImage

Porte aperte alla scuola secondaria di primo grado "A. Barolini" sabato 21 gennaio

Di Redazione VicenzaPiù | ieri alle 08:45

Sabato 21 gennaio 2017, dalle ore 10.00 alle ore 11.00, la scuola secondaria di primo grado "A. Barolini" sarà aperta per tutti i ragazzi e i genitori interessati che vorranno conoscere l'Istituto, le attività e i progetti che si svolgono durante l'anno scolastico e chiedere informazioni ai docenti in vista delle iscrizioni.
(continua)

ArticleImage

CNA Vicenza e CNA Arezzo portano 50 aziende a VicenzaOro

Di Comunicati Stampa | Giovedi 19 Gennaio alle 11:19

La sinergica collaborazione tra CNA Vicenza e CNA Arezzo porterà 50 imprese all'edizione 2017 di VicenzaOro January, la più importante fiera dedicata al settore orafo e dei preziosi, che dal 20 al 25 gennaio vedrà protagoniste numerose aziende straniere, visitatori e buyer da ogni parte del mondo, con un calendario ricco di eventi e novità. Il Padiglione 4 della Fiera vedrà un gruppo di imprese del territorio associate a CNA Vicenza che esporranno i loro prodotti assieme ad alcune aziende della CNA di Arezzo. Saranno inoltre presenti, all'interno della manifestazione, artigiani del sistema CNA provenienti da Valenza e Napoli.
(continua)

ArticleImage

Seminario gratuito "Come Vincere nel Web" martedì 24 gennaio 2017

Di VicenzaPiù informa | Giovedi 19 Gennaio alle 10:45

Mercoledì 24 gennaio alle ore 9.30 si terrà a Hotel Villa Pigalle - Via Nazionale, 161 - 36056 Tezze Sul Brenta (VI) "Come vincere nel web", il seminario a cura della web marketing agency padovana Prima Posizione Srl. L'evento è dedicato a tutti gli imprenditori e top manager che vogliono approfondire i temi principali che riguardano il web marketing, in modo da sfruttare appieno le risorse che il web mette a disposizione di chi fa business. "Come vincere nel web" sarà un'occasione di formazione e confronto, in cui verranno spiegate le linee guida fondamentali da seguire quando si intraprendono delle attività di promozione online, al fine di ottenere un buon ritorno sull'investimento.
(continua)



ArticleImage

Giorno della Memoria, a Vicenza mostra documentaria sulla persecuzione degli ebrei

Di Redazione VicenzaPiù | ieri alle 21:35

Di seguito la presentazione del Centro Culturale Italo-Tedesco sull'inaugurazione della mostra documentaria sulla persecuzione degli ebrei in Italia, prevista per il Giorno della Memoria

La storiografia italiana da diversi decenni ha intrapreso un’approfondita riflessione sulla specificità nazionale della persecuzione ebraica indagando in particolare le origini antiche dell’antigiudaismo, le caratteristiche del razzismo novecentesco, le modalità dell’applicazione della legislazione razzista del 1938 e della deportazione dalla penisola. Nell’ultimo ventennio si è inoltre assistito a un crescente interesse da parte di ampi settori della società civile verso la cultura, la storia e le tradizioni ebraiche. Sono stati prodotti decine di libri, film e documentari di livello e valore assai vario. 


(continua)

ArticleImage

Porte aperte alla scuola secondaria di primo grado "A. Barolini" sabato 21 gennaio

Di Redazione VicenzaPiù | ieri alle 08:45

Sabato 21 gennaio 2017, dalle ore 10.00 alle ore 11.00, la scuola secondaria di primo grado "A. Barolini" sarà aperta per tutti i ragazzi e i genitori interessati che vorranno conoscere l'Istituto, le attività e i progetti che si svolgono durante l'anno scolastico e chiedere informazioni ai docenti in vista delle iscrizioni.
(continua)

ArticleImage

Signora su sedia a rotelle e diretta all'Unità spinale fatta salire a braccia su un pullman SVT: a quando il servizio assistito?

Di Pietro Cotròn | Giovedi 19 Gennaio alle 22:34

Pubblichiamo una lettera che giriamo a SVT (Società Vicentina Trasporti) per una risposta sul problema dell'accesso assistito agli autobus per disabili che sia diversa e risolutiva rispetto a quella data a Free Wheels onlus per il caso di una signora a ridotta mobilità (quindi in sedia a rotelle) e diretta all'Unità Spinale di Vicenza, che ha potuto salire sul pullman solo perchè aiutata a mano, e con rischi, dall'autista e da altri passeggeri e a cui è stato scritto che il servizio assistito è disponibile a chiamata ma solo dopo le... 20.30 ma con la promessa che a breve sarebbe stato disponibile anche in orari diurni.

Gentile direttore di VicenzaPiù (la lettera è stata indirizzata anche agli altri media locali, ndr), mi chiamo Pietro Scidurlo e assieme ad alcuni amici nel 2012 abbiamo fondato Free Wheels onlus, un'associazione senza scopo di lucro - regolarmente registrata all'Albo Nazionale delle Onlus - che si pone l'obbiettivo di restituire la piena mobilità alle persone con esigenze speciali, focalizzandoci principalmente sugli itinerari culturali. Diversi i progetti realizzati e in essere riguardanti i Cammini in Italia e in Europa; e diverse le iniziative che realizziamo per avvicinare tutte le persone all'esperienza del viaggio a piedi o in bicicletta per il mondo senza barriere.


(continua)

ArticleImage

VicenzaPiù Freedom Club e ViPiù Shop: VicenzaPiù è indipendente sempre di più. Fino al 31 gennaio diventa Sostenitore con soli 30 euro all’anno

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | Mercoledi 18 Gennaio alle 14:09

VicenzaPiù Freedom Club, la comunità di lettori e utenti del network multimediale Vicenzapiù, a cui ci si può iscrivere a partire da una quota annua di soli 30 euro, e la sezione collegata di e-commerce ViPiù Shop sono nati per difendere e far crescere il giornalismo senza padroni su carta e web e per vincere la sfida per l’informazione indipendente. Mentre le altre testate locali hanno bisogno, per sopravvivere, di fondi che provengono sempre di più da gruppi finanziari e industriali, che di certo non danno per filantropia ma per sponsorizzare i propri interessi, noi ci rivolgiamo direttamente a voi, a chi ci segue, a chi sente il bisogno per se stesso e per la società di cui fa parte di un’informazione indipendente. E fino al 31 gennaio 2017 diventa Sostenitore del VicenzaPiù Freedom Club per un anno con soli 30 euro: risparmierai 70 euro e ci farai felici di… più.


(continua)

ArticleImage

Abusivi negli stabili abbandonati dei Servizi sociali?

Di Edoardo Andrein | Mercoledi 18 Gennaio alle 12:56

Un ampio edificio all'interno delle mura storiche cittadine da anni completamente abbandonato, insieme ai suoi antichi chiostri fino a pochi mesi fa coperti da sterpaglie, poi sistemati dagli Alpini che ne hanno fatto il loro quartier generale per l'adunata a Vicenza. Siamo a San Rocco nell'ex sede dei Servizi sociali del Comune di Vicenza, ora di proprietà della Fondazione Cariverona, proprio di fronte agli uffici di Aim Ambiente, dove da alcuni giorni al primo piano si può notare una persiana alzata e una finestra lasciata semiaperta. In questo periodo di gelide temperature probabilmente qualcuno è riuscito a intrufolarsi per un riparo “al caldo” in uno dei tanti edifici dismessi in città.
(continua)

ArticleImage

Immobili comunali, Achille Variati: Investire Sgr farà gratis il progetto di valorizzazione poi bando per l'assegnazione. Sindaco, ma ci faccia il piacere!

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) | Lunedi 16 Gennaio alle 22:25

Sotto il titolo «Un altro record a Vicenza: la trasparenza su chi compra spazi pubblicitari sui media locali con loghi comunali...» riassumevamo la vicenda, indicativa del concetto di indipendenza della stampa a Vicenza, che in questo campo non è certo ai vertici delle pur malandate classifiche italiane che, tra l'altro, fanno il pari con quelle internazionali che vedono l'Italia al 77° posto tra i Paesi del mondo per la libertà di stampa. Alla nostra domanda di sapere se uno spazio pubblicitario sulle attività correlate con l'attesissimo, più del pane quotidiano, Parco della Pace apparso sul GdV e "propedeutico" ad un servizio, carinissimo, apparso due giorni dopo sullo stesso quotidiano confindustriale e sullo stesso tema, era «commissionato dal Comune o dagli altri enti indicati» l'ufficio stampa comunale ci rispondeva in maniera criptica che «lo spazio pubblicitario è stato commissionato dal gruppo vincitore dell'incarico per la progettazione nell'ambito della campagna di comunicazione per divulgare gli appuntamenti relativi al processo di governance del Parco della Pace e i relativi contenuti».
(continua)


Commenti degli utenti

ieri alle 21:01 da Kaiser
In Il racconto di Mattia Stella al termine del mandato di presidente Arcigay di Vicenza

ieri alle 19:30 da MicheleL
In Il racconto di Mattia Stella al termine del mandato di presidente Arcigay di Vicenza
@GPietrobelli, di cosa sta parlando? La sodomia non è mai stata nel DSM. Temo che lei confonda omosessualità con sodomia, ignorando al tempo stesso che non tutti gli omosessuali la pratica e che quasi il 10% degli eterosessuali la apprezzano. Questo non è un canale TV, nessuno la obbliga a cliccare il video e a guardarlo. Fosse stato anche di 10 ore, la De Mari che c'entra? Non ha alcuna autorevolezza, tranne che come scrittrice fantasy. E le cose che dice non sono meno fantasiose dei suoi romanzi, tanto è vero che è l'unico medico su centinai di migliaia che sostiene certe assurdità omofobe. La De Mari incita all'odio, al pregiudizio, con pretesti medici infondati, un po' come lei che pensa che la derubricazione dell'omosessualità dal DSM sia avvenuta per motivi politici, mentre basterebbe che si informasse sui lavori di E. Hooker, per capire quanto questa misura fosse anche al tempo motivata e basata sulle evidenze. Le stesse che oggi fanno che nessuna persona onesta pensa che l'omosessualità sia una patologia o che la pedofilia non sarebbe un fatto grave (si legga la posizione ufficiale dell'APA, visto che evidentemente non la conosce).

@FrancoZappolin. L'ideologia è quella della De Mari, per sua stessa ammissione (fede e non ragione), così come l'odio è il suo (autodefinitasi omofoba). Non c'è motivo per dare eco alla De Mari, tranne che per le sue pubblicazioni fantasy. Quanto a fondamentalista religiosa e ideologa è davvero di modesta statura e si permette di criticare tutto e tutti (incluso il Papa), convinta di avere la Verità in tasca in modo ancor più paradossale del già sfacciato Belpietro, diffamatore e calunniatore (in via definitiva), già a servizio del Berlusconi delle Olgettine e della corruzione di giudici.





Top